FIFA 22: uno sguardo alle novità della modalità Carriera

E' il momento di scoprire altre novità su FIFA 22, questa volta ci concentriamo sulle aggiunte della modalità Carriera.

FIFA 22: la carriera
Anteprima: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Stadia
  • Xbox Series X
  • Gli italiani, è risaputo, sono un popolo di allenatori, sempre pronti a disquisire delle migliori tattiche della propria squadra del cuore. Non è un caso che i giochi manageriali siano un must have imprescindibile per la nostra community (la nostra recensione di Football Manager 2021 fa al caso vostro!), e nei titoli calcistici si guarda sempre con molta attenzione alle modalità che permettono di sedere alla testa di una panchina.

    Tra chi punta subito alla guida di un top club e chi trasforma con la dura fatica una squadra di provincia in un titano dello sport europeo, è doveroso menzionare anche chi predilige allacciarsi gli scarpini personalmente per diventare un fuoriclasse del manto erboso. Tutti questi desideri trovano spazio nella canonica modalità carriera di FIFA, e per il prossimo capitolo EA Sports pare aver puntellato ulteriormente l'offerta della sua serie. Dopo aver approfondito l'argomento nella nostra anteprima sul Pro Club di FIFA 22, è giunto quindi il momento di elencare le nuove meccaniche per gli allenatori e i calciatori pronti a scendere in campo il prossimo 1 ottobre.

    Dove eravamo rimasti

    Già nella nostra recensione di FIFA 21 avevamo sentenziato di come la modalità carriera da coach avesse visto ottime aggiunte, capaci di donare un piacevole substrato gestionale a chi predilige l'offerta offline del titolo EA: dal nuovo tipo di simulazione rapida con la possibilità di prendere il comando diretto del team in ogni istante (e viceversa), al monitoraggio continuo dei parametri della rosa basandosi sugli attributi di forma, lucidità e morale.

    Un elemento che ci ha portato a decretare la modalità da allenatore come la migliore vista negli ultimi anni della serie EA. Tuttavia, per chi prediligeva indossare personalmente la casacca da gioco, le novità degne di nota erano pari a zero. Un aspetto che, insieme al Pro Club, denotava una concentrazione degli sviluppatori profusa solo a sprazzi, nonostante la vastità di modalità del titolo finale. Memore dei suoi errori, in questo caso EA Sports pare non aver tralasciato alcun elemento e sia l'allenatore, sia il calciatore, godranno di diverse aggiunte in FIFA 22.

    Scalare le gerarchie della panchina

    Per i coach, la grande novità del prossimo capitolo è Crea il tuo Club. All'inizio del proprio percorso da manager si potrà infatti selezionare una squadra già esistente, oppure costruirne una totalmente inedita da zero: nome del team, soprannome in telecronaca e lega di appartenenza, senza tralasciare il club da sostituire nel campionato (ereditandone la rosa se si desidera) e la compagine rivale con cui dar vita ad accesi derby.

    Personalizzazioni che si estendono anche al fronte estetico, dove sarà possibile personalizzare tutti i completi, lo stemma e lo stadio, con le novità proposte nel FUT Stadium in FIFA 21 che sembrano esser state riproposte persino nelle modalità offline. Opzioni che rientrano anche nel comparto "atmosfera", in cui selezionare il brano da suonare a ogni rete segnata in casa, i cori dei tifosi e la musica dell'entrata in campo dell'11 titolare.

    Se fino a questo momento le impostazioni elencate dagli sviluppatori appaiono piuttosto basilari, l'aspetto interessante della creazione di un club originale risiede nella rosa di partenza. Sarà infatti possibile modificare il valore dell'overall, optando per rose più o meno abili, e selezionare uno tra quattro livelli differenti di età media. Concludono il quadro la canonica selezione del budget con cui iniziare e le aspettative della dirigenza. Ogni opzione, stando a EA, impatterà visivamente i match con l'inedito tifo dinamico, che porterà la curva a innalzare autonomamente i propri stendardi a seconda del beniamino del momento (giocatori creati inclusi).

    La possibilità di costruire un club da zero, dalle nostre impressioni preliminari, non si connota di certo come un game changer per gli allenatori virtuali, ma si pone come un contenuto da sempre mancante all'interno della carriera da manager.

    Una possibilità che potrebbe far la gioia di certi utenti, e che si pone in continuità con il lavoro fatto su FIFA 21. Inoltre, come anticipato, anche gli aspiranti calciatori avranno la loro dose di novità. Alla chiamata del proprio allenatore dalla panchina, un nuovo menu mostrerà i tre obiettivi richiesti al proprio alter ego in partita, e uno di questi potrà essere "migliorato" per puntare a target più ardui da raggiungere e maggiormente remunerativi: per esempio il numero di tiri in porta, oppure il voto pagella, o ancora la percentuale di possesso palla. Conquistare un obiettivo più alto farà guadagnare maggior esperienza per il proprio personaggio, per potenziarlo ulteriormente e puntare a una carriera ricca di successi. A tal proposito, saranno previsti ulteriori filmati per aumentare il grado di immersione, dal lustrare il trofeo di man of the match negli spogliatoi al ricevere i complimenti dei propri compagni.

    Tornando brevemente sulla crescita del proprio alter ego, il sistema di potenziamento di cui abbiamo parlato nel Pro Club è presente anche nella carriera da calciatore. Anziché far crescere lentamente le skill attraverso gli allenamenti, questi (simulati o svolti in prima persona) sbloccheranno quindi punti da spendere nell'albero delle abilità, al cui interno troveranno posto gli inediti "archetipi", traguardi utili a specializzare maggiormente il proprio avatar. In aggiunta si potranno equipaggiare anche in questa modalità tre perks attingendo a un elenco di bonus passivi, delineando così il profilo tecnico del personaggio.

    FIFA 22 EA Sports sembra aver prediletto un approccio "organico" per lo sviluppo di FIFA 22, disegnando meccaniche in grado di adattarsi a diverse modalità di gioco. La crescita del proprio calciatore in Pro Club si rivede pertanto nella carriera da atleta, che godrà anche di novità legate agli obiettivi in partita e altre piccole aggiunte incentrate sul fronte estetico. La vita degli allenatori pare esser stata approfondita ulteriormente, e la possibilità di fondare un club totalmente originale è un'idea intrigante, specialmente sul fronte della composizione della rosa. FIFA 22 pare quindi non cedere nemmeno un passo sul fronte dell'offerta generale rispetto ai capitoli precedenti, in attesa chiaramente di poterle testare con mano.

    Che voto dai a: FIFA 22

    Media Voto Utenti
    Voti: 19
    5.8
    nd