Final Fantasy 7 Remake Intergrade si prepara al debutto su PS5

Non solo Final Fantasy VII The First Soldier, Square Enix svela anche nuovi dettagli su Intergrade, in arrivo a giugno su PlayStation 5.

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS5
  • Fatta eccezione per i fan di Resident Evil, che già da qualche giorno si sono armati di coraggio e stanno affrontando la paura nell'ottavo episodio principale del loro franchise preferito (per tutti dettagli sull'antologia dell'orrore secondo Capcom vi suggeriamo di consultare la nostra recensione di Resident Evil Village), maggio 2021 apparirà maledettamente povero agli occhi degli appassionati di videogiochi di produzione nipponica, che tuttavia potranno rifarsi già durante il prossimo mese. Tra Scarlet Nexus e Disgaea 6: Defiance of Destiny, passando per Ninja Gaiden: Master Collection, Guilty Gear -STRIVE- e Neptunia ReVerse (di cui vi abbiamo parlato nel nostro speciale sui JRPG presentati al New Game+ Expo), giugno strariperà infatti di titoli provenienti dal paese del Sol Levante.

    Uno di quelli che attendiamo al varco con più ansia è Final Fantasy VII Remake Intergrade, ossia la riedizione per PlayStation 5 del monumentale rifacimento approdato lo scorso anno sulla precedente ammiraglia Sony (qui trovate la nostra recensione di Final Fantasy VII Remake per PS4). Poiché soltanto trenta giorni circa ci separano ancora dal secondo ritorno della settima fantasia finale, Square Enix ha diffuso in rete un nuovo trailer atto a mostrarci nuovamente i progressi compiuti sul fronte tecnico e i contenuti del nuovo DLC incentrato sul personaggio di Yuffie Kisaragi. Senza ulteriori indugi vi proponiamo di seguito la nostra analisi del suddetto filmato, al quale abbiamo cercato di strappare quante più informazioni possibili sul cosiddetto "Episode INTERmission".

    Nuovi alleati...

    Come anticipato poc'anzi i primi settanta secondi del filmato offrono una ricca panoramica sugli accorgimenti studiati dal colosso nipponico per perfezionare la resa tecnica del prodotto, che avvalendosi del prestante hardware di PlayStation 5 presenterà ad esempio texture, fondali e modelli poligonali con risoluzione in 4k, tempi di caricamento praticamente azzerati e soprattutto una modalità performance che assicurerà i 60 fotogrammi al secondo, contro i trenta dell'edizione originale. Avendo già parlato nella nostra precedente anteprima di Final Fantasy VII Remake Intergrade della nuova illuminazione, dell'efficace effetto nebbia che valorizzerà maggiormente la resa delle scene notturne, della modalità Fotografica e di tutte le altre diavolerie escogitate dal team di Kitase e Nomura, in questa sede ci focalizzeremo invece sull'avventura inedita avente per protagonisti Yuffie e Sonon.

    Partiamo proprio da Sonon, un personaggio inedito che all'annuncio di Intergrade pensavamo fosse una figura chiave della divisione di AVALANCHE contattata dalla fanciulla, ma che nei mesi passati si è scoperto essere invece un ninja di Wutai. Addestrato dal padre di Yuffie, il valoroso guerriero ha partecipato alla guerra tra il suo paese e la Shinra Electric Power Company, durante la quale è stato testimone della devastazione provocata dalla soverchiante potenza bellica del nemico.

    Mosso da un odio sviscerato nei confronti della Shinra, che nel mezzo del conflitto l'ha privato di sua sorella (una ragazzina chiamata Melphie e che somigliava tantissimo alla nostra Yuffie), Sonon è stato scelto per accompagnare e assistere la giovane Kisaragi nella delicata missione assegnatale: infiltrarsi a Midgar e rubare una preziosa Materia custodita all'interno della sede centrale della Shinra, a quanto pare ritenuta essenziale per poter ripristinare la gloria passata di Wutai.

    Sebbene Yuffie sia a conti fatti il suo diretto superiore, è plausibile che sia Sonon il cervello dell'operazione, in quanto dotato di una personalità seria e perfettamente in grado di controbilanciare la natura esuberante ed eccentrica della propria partner.

    Per qualche ragione che ancora ignoriamo, all'inizio del DLC i due personaggi non dovrebbero ancora conoscersi (un dettaglio che all'annuncio del gioco ci aveva tratti in inganno), ma si incontreranno per la prima volta nel nascondiglio sotterraneo della divisione di AVALANCHE di cui fanno parte le new-entry Zhijie, Nayo, Billy Bob e Polk.

    Stando a quanto rivelato, Zhijie è un abitante di Wutai che funge da tramite tra il nuovo governo della propria nazione e il quartier generale dell'organizzazione eco-terroristica, ragion per cui metterà a disposizione di Yuffie e Sonon la sua parlantina e la radicata conoscenza della vita nella città sotterranea. Nata e cresciuta nei bassifondi di Midgar, Nayo è un prezioso elemento della sede centrale di AVALANCHE e come tale d'occhio i movimenti di una sua cellula. Dopo aver ricevuto l'ordine di assistere e collaborare coi due ninja di Wutai, sarà lei a fornire loro i documenti di identità necessari per aggirarsi in città e mettere in atto il proprio piano. A dispetto dell'atteggiamento eccessivamente rilassato e liberista, il componente più esperto (e anziano) del gruppo è invece Billy Bob: un forte bevitore che trascorre molto tempo nei bar, dove però raccoglie furtivamente quante più informazioni possibili. L'elemento più giovane e recente del team è infine Polk, che proprio per questo motivo viene spesso preso in giro dai compagni più anziani. Sebbene sia dedito alla causa di AVALANCHE, la sua vera passione è Fort Condor, ossia un gioco da tavolo molto popolare nei bassifondi di Midgar.

    ...e storici avversari

    Per quanto concerne invece gli antagonisti, il nuovo trailer di Final Fantasy VII Remake Intergrade ha svelato che nel corso della missione i due ninja dovranno fare i conti con l'affascinante e altrettanto crudele Direttrice del Dipartimento Armamenti della Shinra. Unica donna nel consiglio d'amministrazione della potente compagnia elettrica, a giudicare dalle immagini si direbbe che proprio l'ambiziosa Scarlet noterà la presenza dei due intrusi nella struttura e deciderà di intervenire personalmente per eliminarli, pilotando in battaglia uno dei più avanzati, imponenti e recenti Mech da combattimento sviluppati dalla Shinra: un apparente prototipo del Proud Clod comparso nell'originale FFVII del 1997.

    Non solo l'incontro con Yuffie e Sonon rivelerà che Scarlet ha avuto un ruolo chiave nella guerra con Wutai, avendo costruito tra le altre cose la macchina che ha provocato la tragica scomparsa della piccola Melphie, ma la sua presenza nel DLC potrebbe giustificare il suo scarso coinvolgimento nella storia principale di Final Fantasy VII Remake, rafforzando di conseguenza la continuità e il seppur marginale legame tra le due vicende parallele.

    Scarlet, in ogni caso, non sarà l'unica spina nel fianco dei nostri due ribelli. L'inclusione di "Weiss l'Immacolato" come boss opzionale affrontabile all'interno del simulatore VR aveva già accesso un campanello di allarme circa le intenzioni di Nomura, portandoci immediatamente a sospettare che il director ambisse a innestare ed esplorare attraverso il rifacimento di Final Fantasy VII anche i personaggi e le organizzazioni comparse soltanto nei suoi vari sequel e prequel. Come confessato la volta scorsa, era un dubbio che ci affascinava e spaventava in egual misura, che adesso si è però tramutato in una certezza.

    Durante la missione i ninja di Wutai saranno infatti costretti ad affrontare i soldati appartenenti alla Deepground - l'organizzazione militare top-secret fondata e finanziata dalla Shinra - e soprattutto si imbatteranno nel letale "Nero lo Zibellino", un membro dei superumani chiamati Tsviet e in grado di creare dei buchi neri dai quali nessuno può fuggire, ad eccezione di chi l'ha evocato. Fratello biologico dello stesso Weiss, finora lo Tsviet era apparso soltanto nel dimenticabile Dirge of Cerberus, che in seguito a questa rivelazione sembra effettivamente rientrato tra le priorità di Nomura. In attesa di approfondire il ruolo che Nero giocherà nell'Episode INTERmission, non possiamo fare a meno di domandarci se l'estroso director abbia intenzione di rafforzare il legame tra FFVII e il suo disastroso spin-off, o se l'inclusione dello Zibellino non tradisca invece la volontà di scomunicare in via definitiva il meno riuscito episodio della Compilation of Final Fantasy VII.

    D'altronde, se il "viaggio ignoto" anticipato dal capitolo conclusivo di Final Fantasy VII Remake - Part I implica la possibilità che Square Enix modifichi anche solo in parte il corso degli eventi raccontati dalla settima fantasia finale, magari per rimuovere quelle sequenze che oggi non funzionerebbero tanto bene quanto negli anni '90, il nostro sincero augurio è che il suddetto espediente venga adoperato per precipitare Dirge of Cerberus nel più profondo dei dimenticatoi. Un'eventualità che consentirebbe a Tetsuya Nomura e Kazushige Nojima di sottoporre i micidiali Tsviet allo stesso processo che ha reso Jessie, Hojo e Rufus Shinra dei personaggi assai più interessanti di quanto non lo fossero inizialmente (per tutti i dettagli recuperate il nostro speciale sulle differenze narrative tra Final Fantasy VII Remake e l'originale).

    Ninjutsu, invocazioni e mini-giochi

    Passando infine al piano ludico, dai recenti comunicati ufficiali di Square Enix abbiamo appreso che Yuffie non conterà soltanto sul gigantesco shuriken che porta sempre con sé, e che dopo ogni lancio potrà essere richiamato attraverso la pressione dell'apposito tasto, ma in battaglia farà affidamento anche su una serie di ninjutsu.

    Innanzitutto la giovane ninja potrà utilizzare dei ninjutsu elementali per modificare l'affinità dei propri attacchi e infondervi le proprietà di fuoco, ghiaccio, elettricità e vento, sfruttando così i punti deboli dei nemici incontrati di volta in volta. L'abilità "Banishment", poi, farà sì che le barre ATB spese negli altri comandi incrementino i danni inflitti, mentre la skill "Windstorm" creerà una folata di vento che danneggerà tutti i nemici circostanti. Per la gioia dei fan nostalgici e che durante l'avventura di Cloud e compagni ne avevano sentito la mancanza, il trailer finale di Intergrade ha rivelato invece che nel DLC farà ritorno anche Ramuh, la potente invocazione che Yuffie potrà convocare in caso di necessità. Legata al tuono, la summon sbaraglierà i nemici con spettacolari fulmini e saette che promettono di seminare scompiglio sull'intero campo di battaglia, capovolgendo l'esito degli scontri più disperati e concitati.

    Nel pieno rispetto della tradizione, in Final Fantasy VII Remake Intergrade saranno presenti anche dei mini-giochi inediti, come il già menzionato Fort Condor. Ispirato a una fortezza situata nei pressi di Junon e che nell'originale FFVII dava accesso a un mini-gioco strategico in salsa Tower Defence, il gioco da tavolo presente nel covo segreto di AVALANCHE darà vita a sua volta a un mini-gioco in cui l'utente sarà chiamato a manovrare con saggezza le proprie unità per annientare le fila avversarie e conquistare la vittoria.

    Non solo le suddette sequenze avranno un tempo limite, indicato da un contatore sempre visibile e collocato nella parte superiore dello schermo, ma entrambe le fazioni disporranno di barre ATB, incantesimi di supporto e così via. La brevissima clip non basta per farci un'idea precisa del mini-gioco, ma va comunque detto che a primo acchito l'idea sembrerebbe sfiziosa e divertente.

    Final Fantasy 7 Remake Intergrade Mettendo da parte i numerosi accorgimenti tecnici, grazie ai quali il già superbo Final Fantasy VII Remake apparirà più in forma che mai, l’Episode INTERmission della versione Intergrade si preannuncia un DLC con tutti i crismi. Sapendo ancora poco sul ruolo e sullo spazio che verrà concesso a Nero lo Zibellino, abbiamo qualche riserva sulla scelta di riutilizzare i personaggi di Dirge of Ceberus, ma al tempo stesso confidiamo nella possibilità che Nomura e Nojima ripetano il miracolo compiuto sui tanti personaggi che nell’originale FFVII non erano nulla più che comparse dimenticabili e senza voce in capitolo, ma che nel rifacimento hanno invece trovato una propria dimensione. Appuntamento al prossimo mese con la recensione finale, quando finalmente porremo Intergrade sul banco di prova e daremo libero sfogo alla furia distruttiva di Ramuh.

    Che voto dai a: Final Fantasy 7 Remake Intergrade

    Media Voto Utenti
    Voti: 86
    7.8
    nd