Final Fantasy Crystal Chronicles: le novità della Remastered Edition

Abbiamo intervistato il game director dell'edizione remaster di Final Fantasy Crystal Chronicles: ecco le novità della nuova versione.

anteprima Final Fantasy Crystal Chronicles: le novità della Remastered Edition
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • PS4
  • Switch
  • PS4 Pro
  • Era il 2004 quando Square-Enix dava vita a Final Fantasy Crystal Chronicles, action RPG che sin dagli esordi prese una strada molto diversa dai capitoli principali. Un titolo dalle ambizioni più contenute rispetto alla serie madre, ma che ebbe il pregio di estendere i confini del franchise dando inizio ad una saga piuttosto longeva e apprezzata dalla fanbase. Ora l'edizione remastered del primissimo capitolo di Crystal Chronicles sta per tornare sotto i riflettori su PS4, Nintendo Switch e dispositivi mobile, rivelandosi un'occasione ottimale per riscoprire un prezioso esponente del brand di Final Fantasy.

    Non solo singleplayer

    Quando Crystal Chronicles giunse sugli scaffali fu concepito come vero e proprio spin-off di Final Fantasy, e peraltro fu il primo capitolo della serie ad uscire su una piattaforma Nintendo (Gamecube) dai tempi di Final Fantasy VI nel 1994. Diretto da Kazuhiko Aoki, con il design di Toshiyuki Itahana e le musiche di Kumi Tanioka, il gioco si discostava dai crismi ludici classici del brand e abbracciava, oltre che un combat system in tempo reale, anche una natura cooperativa: scopo del giocatore, una volta creato e plasmato un proprio avatar all'inizio dell'avventura, è prendere il controllo di un gruppo di avventurieri e viaggiare attraverso il mondo di gioco alla ricerca di un prezioso materiale in grado di forgiare i Cristalli, essenziali per la sopravvivenza della vita sulla terra. Per questo motivo, oltre alla possibilità di condurre la campagna in solitaria, il titolo offriva anche un'esperienza multigiocatore in locale.

    Final Fantasy Crystal Chronicles Remastered giungerà sul mercato con alcune interessanti novità, che ci sono state spiegate nel dettaglio da Ryoma Araki, il director della versione rimasterizzata. Come dicevamo, l'opera rappresenta un piccolo ma prezioso segmento di storia nella vita editoriale di Square-Enix, che ha voluto riproporre al pubblico odierno un'edizione capace di mantenersi al passo coi tempi senza rinunciare al valore della tradizione: per questo motivo, allo scopo di replicare e ampliare l'esperienza multiplayer locale che proponeva la versione originale, gli sviluppatori hanno scelto di sostituire il multigiocatore offline con una modalità online, che permetterà agli utenti di gettarsi all'avventura con un numero maggiore di partecipanti.

    "Square-Enix è molto attiva nello sviluppo di nuovi giochi, ma al tempo stesso cerchiamo anche di impegnarci nella produzione di remaster e remake che permettano al pubblico di conoscere le nostre vecchie glorie."- ci ha detto Araki - "Personalmente, ho scelto di imbarcarmi nell'ammodernamento di questo titolo proprio per tener fede a questa filosofia produttiva.

    Peraltro, l'originale Crystal Chronicles uscì nello stesso anno in cui fui assunto presso Square-Enix: all'epoca stavo lavorando su un altro progetto per Gamecube, ma rimasi incredibilmente affascinato dal lavoro realizzato dall'allora team di sviluppo. Inoltre ho lavorato nel campo dei giochi online per un decennio, quindi il progetto Crystal Chronicles Remastered si sposava perfettamente con la mia idea di sviluppo".

    Le novità di gameplay

    Come dicevamo, l'aggiunta delle funzionalità online rappresenta per il director di Crystal Chronicles Remastered il vero fiore all'occhiello della produzione, ma i miglioramenti rispetto al gioco originale non si fermano certo al multiplayer:
    "Abbiamo riposto grande cura alle atmosfere originali, e oltre alla rifinitura grafica abbiamo lavorato anche sull'ammodernamento dell'UI per facilitare l'esperienza alle attuali generazioni di giocatori. Tanto per citare un esempio, abbiamo ampliato e migliorato alcuni segmenti di gameplay come il numero di oggetti disponibili nell'inventario e inserito una mini-mappa, che si rivelerà molto utile per orientarsi all'interno dei dungeon".

    Altra innovazione preziosa, secondo il director, è il sistema "Mimic", che permetterà di controllare anche altri personaggi del proprio party al di fuori del proprio avatar: "Nel corso del vostro viaggio incontrerte tantissimi personaggi diversi, e abbiamo fatto sì che possiate controllarli in determinate circostanze di gioco. A tal proposito abbiamo inserito tante nuove linee di dialogo e altri elementi narrativi, un lavoro che spero possa soddisfare sia i vecchi fan sia quelli nuovi".

    La versione Remastered di Final Fantasy Crystal Chronicles sarà anche disponibile gratuitamente in una versione Lite, che avrà ovviamente un numero di contenuti ridotti. In ogni caso, oltre a confermarci che il multiplayer online sarà cross-platform, il director ci ha spiegato che la modalità cooperativa sarà possibile anche tra possessori Lite e utenti "completi":

    "La versione Lite potrebbe suonarvi più una demo che altro, ma le cose sono ben diverse! Si tratta di una versione ridotta del gioco - ma comunque abbastanza ricca, visto che sono comprese gran parte delle funzionalità principali - e avrete ovviamente la possibilità di implementarla acquistando il gioco in caso l'esperienza vi sia piaciuta. Nello specifico, i possessori del pacchetto completo potranno iniziare una sessione multigiocatore, alla quale potranno partecipare anche gli utenti Lite. In questo modo tutti potranno accedere ai contenuti della storia e agli elementi aggiuntivi, inclusi i dungeon di difficoltà più elevata!".

    Tra gli elementi del gameplay, un aspetto che vale la pena approfondire è proprio la complessità dei dungeon legata al funzionamento del multiplayer co-op. I livelli più difficili, caratterizzati da nemici e boss particolarmente ostici, sono stati realizzati appositamente per permetterci di unire le forze con altri giocatori: alcuni dungeon, infatti, si manifesteranno attraverso delle porte dotate di un'aura particolarmente sinistra, al cui interno si troveranno avversari molto più forti di altri.

    A tal proposito, il sistema di combattimento di Crystal Chronicles si svolge in tempo reale nei canoni di un comune action-RPG, ma al tempo stesso conserva tutte le caratteristiche che lo rendono un vero e proprio Final Fantasy: attacchi in mischia possono alternarsi all'utilizzo di magie, tra evocazioni e incantesimi in grado di richiamare le forze elementali per procurare danni ai bersagli.

    Proprio in merito alla magia, come ha spiegato Ryoma Araki, il team di sviluppo ha introdotto lo "spell fusion system", che consente di scatenare una serie di attacchi di livello superiore unendo i propri incantesimi a quelli degli amici: "Grazie al fusion system, peraltro, non solo potrete potenziare a dismisura i vostri attacchi magici, ma anche di crearne di nuovi per volgere le battaglie a vostro favore. Lo spell fusion system si rivelerà una costante sorpresa!".

    Final Fantasy Crystal Chronicles Remastered Edition Un grande classico della scuderia Square-Enix si prepara insomma a tornare in una veste migliorata e densa di nuovi contenuti. A tal proposito, non vediamo l'ora di mettere le mani su Final Fantasy Crystal Chronicles Remastered, le cui novità legate al gameplay e all'innesto della modalità cooperativa online potrebbero far vivere al capostipite della serie spin-off una seconda giovinezza.

    Che voto dai a: Final Fantasy Crystal Chronicles Remastered Edition

    Media Voto Utenti
    Voti: 16
    6.6
    nd