Oggi alle ore 16:00
Heroes of the Storm
Oggi alle ore 16:00
Alla scoperta dei nuovi eroi di HOTS!

Anteprima Final Fantasy XIV: A Realm Reborn

Un primo sguardo alla versione Playstation 3 di A Realm Reborn

anteprima Final Fantasy XIV: A Realm Reborn
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Ps3
  • Pc
  • PS4
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

La disfatta di Final Fantasy XIV aveva congelato nel 2010 una versione Playstation 3 a un punto molto avanzato dello sviluppo. Nessuno avrebbe scommesso un centesimo sulla futura pubblicazione su console Sony e invece la caparbietà di Naoki Yoshida ha compiuto l'insperabile: A Realm Reborn apparirà su PC e Playstation 3 simultaneamente. Tra qualche settimana i giocatori console potranno unirsi a quelli computer nella Beta pubblica, sperimentando le gioie di un'interfaccia ridisegnata per adattarsi al Dualshock.
Durante la Gamescom Yoshida aveva assicurato che la promessa di un debutto su console sarebbe stata onorata e durante il recente incontro a cui Everyeye ha partecipato in esclusiva italiana abbiamo potuto dare un primo sguardo alla tanto attesa versione Playstation 3. Al contrario di quella PC non siamo stati in grado di provarla diffusamente, ma vale la pena dare un primo sguardo alla luce dei filmati in-game mostratici.

Promesse elettorali

I punti chiave di A Realm Reborn su Playstation 3 sono gli stessi vaticitanti da Sony all'annuncio del gioco, avvenuto durante l'E3 del 2009. Allora si parlava di crossplatform console-PC in assoluta scioltezza, nonchè di server condivisi tra le due versioni: oggi possiamo assicurarvi che sarà così. Ciascun giocatore potrà loggarsi indiscriminatamente su console o su PC, condividendo personaggi, salvataggi e per fortuna il canone mensile indispensabile per giocare a Final Fantasy XIV. Yoshida la butta sul ridere e ipotizza la situazione in cui un ragazzino sta giocando stravaccato sul divano, quando irrompe la madre indiavolata che lo obbliga a salire in camera per fare i compiti; il ragazzino non ci pensa due volte, corre in camera, accende il PC e lì continua a giocare...
Lo stato di sviluppo della versione Playstation 3 non è così avanzato come quello su PC e si attesta grossomodo al 65 %. Il team di sviluppo sta lavorando alacremente, anche in sinergia con Sony, per realizzare una versione giocabile dalla community durante la terza fase della Beta che debutterà ufficialmente il prossimo 25 Febbraio. Tuttavia la maggiore novità del gioco su console, l'interfaccia via controller, sarà sperimentabile già dalla seconda fase della Beta per i giocatori PC.
L'obiettivo finale di Square Enix è quello di condurre in porto lo stesso giorno entrambi i processi di sviluppo, rilasciando in simultanea le due versioni sia come client digitali che su disco sugli scaffali dei negozi.

Così simili, così diversi

L'autentica peculiarità di A Realm Reborn su Playstation 3 risiede nell'interfaccia completamente ridisegnata. Yoshida ce la mostra fin nel dettaglio grazie ad un diario di sviluppo alquanto lisergico.
Il movimento è gestito attraverso l'analogico sinistro, mentre la telecamera da quello destro. Da notare come spostando verso il basso lo stick sinistro il personaggio non cammina all'indietro ma si gira e prosegue in direzione dello schermo; su PC, invece, nella maggior parte dei casi avviene il contrario ed è un po' difficile gestire il cambio di direzione di 180°. Ad una pressione dello stick destro si passa alla visuale in prima persona, mentre premendo quello sinistro l'avatar del giocatore estrae la spada.
A questo punto se Final Fantasy XIV: A Realm Reborn fosse un un canonico JRPG su console scriveremmo che i pulsanti frontali servono per compiere attacchi deboli, medi e forti. Ma visto che il gameplay della versione PC basa il suo sistema di combattimento sulla targetizzazione del nemico seguito dall'attacco attraverso una pletora di abilità, magie ed incantesimi, il team di sviluppo si è dovuto ingegnare per trovare una soluzione alternativa.
Pertanto la croce direzionale sopra i due analogici gestisce il target del personaggio secondo una logica basata sulla distanza dell'NPC o del nemico rispetto alla posizione del giocatore; per rendere più agevole il passaggio da un membro del party ad un altro (ad esempio per magie curative o boost all'attacco) le direzioni su e giù della croce direzionale saranno proprio dedicate esclusivamente ai target alleati.
Durante le normali fasi esplorative al tasto ■ è assegnato il salto, al ▲ la comparsa della mappa, L2 attiva l'abilità Sprint, la X è annulla, mentre ● serve per confermare e avviare un dialogo. Molto probabilmente nella versione occidentale questi ultimi due tasti saranno invertiti di default, ma non è un problema rilevante poichè nel menù di opzioni sarà possibile modificare interamente la mappatura dei tasti.
Il combattimento, invece, è gestito attraverso una combinazione dei due dorsali con gli otto tasti frontali. In questo modo su schermo saranno sempre presenti almeno due Action Bar per un totale di 16 abilità (8 con L2, 8 con R2). Ovviamente sarà possibile scorrere le altre action bar impostate ed accedere alle restanti opzioni: ad esempio è possibile settare un'Action Bar con 16 emoticons da impiegare durante i momenti di dialogo con i membri del party o all'interno della Linkshell (la Gilda di Final Fantasy XIV).

L'immagine mostra l'interfaccia Playstation 3. L'Action Bar è composta in totale da 16 slot: si può accedere agli 8 di sinistra premendo L2, e quelli a destra premendo R2. Gli 8 slot corrispondenti sono mappati sulla croce direzionale oppure sui tasti frontali

La soddisfazione nel team di sviluppo è palpabile. Sono riusciti, infatti, a trasportare sulla console Sony gran parte degli asset grafici della versione PC e implementarli al meglio. "Abbiamo spinto la Playstation 3 al suo limite" ammette Yoshida entusiasta. In effetti il colpo d'occhio è degno di nota: aldilà di un frame rate dovuto alla minor percentuale di sviluppo, la qualità delle texture, gli elementi sul fondale e gli effetti di illuminazione sono praticamente identici. Il numero di NPC e mostri su schermo coincide, mentre non sappiamo se l'hardware della console saprà gestire in contemporanea lo stesso ammontare di giocatori loggati.
Speriamo quindi che gran parte degli sforzi di elaborazione possano essere eseguiti dai server così da avere specifiche molto simili tra i due sistemi, che condividono in toto i server.

Final Fantasy XIV: a Realm Reborn Sarebbe dovuta essere la generazione dello sdoganamento dei MMORPG anche su console e invece molti sviluppatori si sono ritrovati con in mano un pugno di mosche: pochi giocatori, interfacce complesse, modelli di pagamento scomodi e pochi server dedicati. Ciò nonostante Square Enix crede fortemente nei mondi online a giudicare dalla pubblicazione nell'ultimo anno di Dragon Quest X su Wii e Wii U, ma sopratutto di Final Fantasy XIV: A Realm Reborn anche su Playstation 3. Il MMORPG ambientato nel continente di Eorzea uscirà in simultanea su PC e console Sony con tanto di server condivisi e funzionalità cross-platform. La somiglianza grafica è impressionante, anche alla luce degli ottimi risultati ottenuti su computer: a parte il frame rate ancora ballerino su Playstation 3, il colpo d'occhio, la qualità delle texture e la profondità degli scenari sono praticamente identiche e sempre a standard qualitativi molto elevati per il genere dei MMO. L'interfaccia su Playstation 3 è stata completamente ridisegnata per apparire comoda e funzionale: tuttavia aspettiamo di testare la Beta con il controller Dualshock per esprimere il nostro parere sul sistema di targeting e sul settaggio della Action Bar.

Che voto dai a: Final Fantasy XIV: a Realm Reborn

Media Voto Utenti
Voti totali: 71
7.7
nd