E3 2021

Final Form: l'ambizioso sparatutto degli autori di Ruiner

Gli sviluppatori di Final Form vogliono attuare un obiettivo ambizioso: rivoluzionare gli FPS. Riusciranno nell'impresa?

Final Form: l'ambizioso sparatutto degli autori di Ruiner
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Nel futuro di Koch Media c'è soprattutto il talento, l'esaltazione delle doti creative di studi di sviluppo con potenziale inespresso, a cui non servono altro che fiducia e mezzi produttivi. Questi collettivi con un passato nel mercato indipendente ora godono del sostegno economico e comunicativo del publisher austriaco, che ha presentato con un evento a porte chiuse parte della sua line-up per gli anni a venire. Noi di Everyeye siamo stati ospiti di questa presentazione, la medesima che si è aperta con un'anteprima di Payday 3 forse poco sostanziosa, ma altresì importante per la carriera stessa di Overkill Software. Come abbiamo già chiarito, però, Koch Media ha posto l'accento maggiormente su proprietà intellettuali totalmente inedite. Una di queste nuove avventure è Final Form.

    Ladri di salvezza

    Nello spazio profondo una luce bianca fende le tenebre perenni, mentre una voce misteriosa sussurra in un idioma alieno una frase che suona come una minaccia: "ci hai tolto qualcosa e lo hai fatto tuo". Il breve teaser trailer di Final Form è criptico, lascia intravedere solo qualche sprazzo di gameplay per poi mostrare il volto di una donna che apre gli occhi a seguito di una "riconnessione".

    Quel che ci vien detto è che la Terra non esiste più, e alcune solitarie navi governate da intelligenze artificiali trasportano ora un prezioso carico di vite umane verso una destinazione ignota e lontana. Ad assicurarsi che la missione si concluda con successo troviamo le Valchirie, macchine umanoidi femminili col compito di trovare le Final Form, ossia creature dotate di particolari poteri in grado di controllare lo spazio-tempo. Doti straordinarie a cui sono interessate anche legioni di mostruosità ostili che brulicano i meandri più oscuri del cosmo.

    Da questo peculiare canovaccio Reikon Games, collettivo già noto per l'ottimo Ruiner pubblicato sotto l'etichetta di Devolver Digital (recuperate la nostra recensione di Ruiner), mira a un possibile salto di qualità non solo personale, ma anche nello stesso genere di riferimento.

    Mira e rotola

    Nel brevissimo scorcio di gameplay che abbiamo potuto intravedere, Final Form sembra presentarsi come uno shooter frenetico con stanze brulicanti di nemici. Sebbene sia difficile quantificare la complessità dell'azione o altre situazioni ludiche, abbiamo notato che la Valchiria presente nel trailer pare aver la capacità di raggomitolarsi in una sfera "metroidiana" per schivare i colpi dei nemici, all'apparenza decisamente aggressivi. Possiamo quindi ipotizzare che Reikon Games stia costruendo un FPS rapido, probabilmente congegnato per mettere costantemente alle strette il giocatore e i suoi compagni. Come è stato confermato nella presentazione, infatti, Final Form sarà fruibile sia in solitaria, sia in cooperativa con altri tre partner umani.

    L'obiettivo degli sviluppatori, dichiarato apertamente nel corso dell'evento, è quello di ridefinire il genere stesso degli FPS. Non sappiamo ancora in che modo Reikon porterà a termine il suo intento decisamente ambizioso, ma la promessa è quella di offrire una vasta gamma di opzioni per la personalizzazione delle Valchirie, da scatenare in una (citiamo testualmente) "danza" di movimenti e combattimenti al cardiopalma.

    Il tutto calato in un contesto post-cyberpunk che strizza abbondantemente l'occhio a produzioni come Returnal (a proposito, qui potrete leggere la nostra recensione di Returnal) e lo stesso Ruiner, laddove la tecnologia sembra prendere una piega oscura e lontana dal concetto stesso di umanità: in un breve passaggio del teaser, infatti, si legge un messaggio di sistema che recita "il corpo che ti è stato assegnato per la missioni è espandibile, l'unica parte recuperabile sarà la tua anima".

    Difficile dire se gli sviluppatori stiano prevedendo delle meccaniche di perdita dell'equipaggiamento o altri malus in caso di sconfitta, ma il sesto senso ci dice che Final Form potrebbe essere uno sparatutto non convenzionale e indirizzato verso un'utenza hardcore. Purtroppo i nostri dubbi resteranno tali ancora per un po', giacché Reikon Games e Koch Media non si sono sbottonati particolarmente su periodi di pubblicazione e piattaforme di riferimento. Final Form pertanto non ha ancora una data di uscita, arriverà su PC e console e sfrutterà l'Unreal Engine 4. Per saperne di più toccherà attendere l'arrivo delle Valchirie.

    Final Form Dopo l’eccellente Ruiner, il collettivo di Reikon Games sembra pronto al salto di qualità con Final Form, un FPS che pare promettere un’esperienza rapida, crudele e carica di adrenalina. Nonostante il brevissimo scorcio di gameplay mostrato all’evento, Koch Media sembra aver messo nelle mani dello studio polacco i mezzi per costruire un FPS peculiare già dalle presentazioni, tra un canovaccio non convenzionale e piccoli indizi che promettono una progressione profonda e ad alto tasso di rischio. Purtroppo dovremo attendere ancora per comprendere il pieno potenziale di Final Form, dalle possibilità di personalizzazione delle Valchirie al modo in cui la cooperativa si legherà alle meccaniche di progressione. Se l’intenzione del publisher era quella di esaltare il talento di studi sparsi per il mondo, ci vien da dire che la strada intrapresa potrebbe essere quella giusta.

    Quanto attendi: Final Form

    Hype
    Hype totali: 4
    72%
    nd