Gears Pop!: Le locuste invadono il mercato mobile e sfidano Clash Royale

Presentato allo scorso E3, lo spin off mobile della saga di Gears of War si mostra con un primo video di gameplay. Analizziamolo insieme.

Gears Pop!: Le locuste invadono il mercato mobile e sfidano Clash Royale
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Sul palco dell'E3 2018 Microsoft, oltre alla prevista carrellata di esclusive periodiche, ha mostrato non uno, ma ben tre titoli dedicati alla serie di Gears of War. In particolare un accordo con Funko ha portato alla creazione di Gears POP!, un mobile game in cui le rinomate statuine per collezionisti diventano le truppe principali per la conquista della vittoria. Da pochissimo è apparso in rete un primo video di gameplay, accompagnato da un dev diary che ha tolto l'alone di mistero attorno a questo progetto, e quello che abbiamo visto ci ha in parte incuriositi.

    Davide contro Golia

    In prima battuta Gears POP! si pone come un tower defense in cui i giocatori possono sfidarsi in match piuttosto rapidi (nell'ordine di tre minuti circa), e subito la nostra mente è viaggiata ad un papabile confronto con chi attualmente domina questa fetta di mercato: Clash Royale. Il titolo di Supercell è ormai un punto di riferimento per i giocatori mobile, ed il progetto annunciato da Microsoft sembra proprio voler lanciare il guanto di sfida all'azienda finlandese.

    Da un lato è sicuramente un obiettivo importante ed arduo da raggiungere, dall'altro l'unione di due brand conosciuti dalla community di fan potrebbe aiutare Microsoft nell'impresa. Ovviamente è stato sfruttato a pieno il fascino di locuste e gear per creare un prodotto che, nonostante la sua natura di mobile game, sia comunque rispettoso dell'universo da cui trae ispirazione. Senza dimenticare che i ragazzi di The Coalition, gli stessi che curano la serie principale dal quarto capitolo e pronti a tornare con Gears 5, si stanno occupando personalmente dello sviluppo. È certo quindi che verrà posta una certa cura nello sbarco delle locuste su mobile, e probabilmente una piattaforma così diffusa potrebbe contribuire ad alimentare la stessa fama del brand.

    Small Soldiers

    Gears POP! è un prodotto pensato soprattutto per i fan della serie di casa Microsoft, che potrebbero restare sorpresi da un primo fatto assai curioso: i gear e le locuste possono essere usati nello stesso team. Chiaramente ponendosi come sfidante di Clash Royale, la scelta è stata quella di fornire le stesse truppe per entrambi i giocatori, in modo da equilibrare l'esperienza. Ecco quindi che possiamo vedere sul campo di battaglia soldati e creature darsi manforte per la conquista della vittoria, in minute arene con torrette di protezione su entrambi i lati. Ma il brand di Gears of War è stato sfruttato in maniera apparentemente molto profonda.

    È praticamente impossibile pensare a Marcus Fenix senza ricordare quel sistema di coperture che ha rivoluzionato il mondo dei TPS, e questo particolare elemento è stato introdotto anche in questo spin-off per tablet e smartphone: appena metteremo un fuciliere nell'arena, lo vedremo raggiungere automaticamente la barriera più vicina, per poi avanzare solo in caso di campo libero. Conquistare e difendere tutte le zone intermedie sarà quindi la priorità per gli sfidanti, che saranno chiamati ad elaborare minuziose strategie per non farsi mettere alle corde.

    Intorno alle coperture poi sono stati inseriti altri elementi interessanti, ad esempio attaccanti che interagiscono in maniera diversa con il campo di battaglia. Come dimenticare quindi gli infidi abietti, mostri dalle movenze simili a scimmie impazzite, che in virtù della loro agilità scavalcheranno rapidamente ogni ostacolo sul terreno. Nel gameplay apparso in rete si può notare esattamente come attraversino l'intera arena, fermandosi solo per ingaggiare la lotta con il primo nemico disponibile. Seppur saggiata rapidamente, la varietà di truppe sembra già interessante da queste prime battute, vantando anche creature iconiche (e massicce) come il Boomer, oppure gli stessi eroi apparsi nella serie principale. Proprio i personaggi più celebri di Gears of War sono un elemento particolarmente sfruttato in questo inedito progetto, e non è raro veder lanciati nella mischia nomi noti come i fratelli Carmine, JD o Anya Stroud.

    War never change

    Sul fronte dei duelli, le impressioni che posizionano Gears POP! come un competitor di Clash Royale vengono senz'altro confermate: i match sono rapidi, ogni partecipante ha due torrette ed un punto chiave da difendere, e le varie unità presentano tutte un periodo di cooldown dopo l'utilizzo. Altro fattore che i ragazzi di Coalition hanno inserito sono le "esplosioni", che detta in questo modo ricorda vagamente una filosofia cara a Michael Bay, ma che in realtà si traduce in effetti che vivacizzano l'arena in continuazione, specialmente utilizzando determinati attacchi speciali.

    Nel gameplay mostrato è possibile notare la presenza dell'iconico Martello dell'Alba, una delle armi più celebri di Gears of War. Allo stesso modo dei capitoli principali, il giocatore può ribaltare le sorti della partita utilizzando il devastante raggio laser per eliminare fastidiose truppe nemiche dall'arena. Da quel che abbiamo potuto notare, pare soprattutto uno strumento che verrà favorito a chi è più in svantaggio durante lo scontro.

    Una battaglia che, come detto in precedenza, è incentrata sulla rapidità dell'azione, favorita da animazioni semplici ma fluide, in cui le statuitine Funko si scatenano tra attacchi corpo a corpo, piogge di proiettili ed esplosioni. Anche le premesse per il futuro sembrano buone, con The Coalition che promette un supporto continuo per un progetto che, insieme al quinto capitolo della serie originale (e lo spin-off incentrato sulla strategia in tempo reale), sembra voler aumentare l'influenza di Gears of War nei vari strati del settore videoludico. In ultima battuta ancora non è stato reso noto se verrà inserito un sistema di microtransazioni e, soprattutto, se il gioco verrà distribuito come free to play.

    Gears POP! Questo primo e rapido sguardo su Gears POP! ci ha lasciato delle buone impressioni: tutti gli spunti che offre la serie madre potrebbero realmente fare la differenza in una battaglia contro Clash Royale, anche se smuovere una community di fan affezionati è un’impresa da non sottovalutare. Tra soldati, locuste, eroi noti e armi celebri questo tower defense sembra del tutto intenzionato a conquistare una solida fetta di utenti. Per scoprire se riuscirà nel suo non semplice obiettivo dovremo aspettare il 2019, ma il guanto di sfida pare proprio esser stato lanciato.

    Che voto dai a: Gears POP!

    Media Voto Utenti
    Voti: 14
    5.6
    nd