Ghostrunner: Dishonored incontra Mirror's Edge in stile Cyberpunk

Ghostrunner, uno dei protagonisti del PAX East, è un videogioco Cyberpunk lo stile di Dishonored e Shadow Warrior con le meccaniche di Mirror's Edge.

Ghostrunner
Anteprima: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Pur non essendo ancora arrivato sugli scaffali, Cyberpunk 2077 di CD Projekt RED ha risvegliato l'interesse dei videogiocatori nei confronti dell'intera corrente artistica nata nella prima metà degli anni ottanta. Giochi come Transistor, Observer, Ruiner e The Red Strings Club abbracciano tutti le medesime tematiche Cyberpunk, con storie ambientate in scenari futuristici dove i progressi tecnologici hanno mutato in maniera radicale la natura stessa delle persone e l'assetto della società, innescando moti di ribellione negli animi più coraggiosi, che non intendono arrendersi al nuovo ordine costituito. È in questo filone che hanno deciso di inserirsi anche i ragazzi di One More Level, piccola software house polacca che sta dando forma, con la collaborazione di 3D Realms e Slipgate Ironworks, al promettente action game in prima persona Ghostrunner, uno dei protagonisti indiscussi dell'ultima edizione del PAX East.

    Il mondo in cenere

    In un futuro indefinito, un cataclisma di proporzioni globali ha decimato la popolazione. Gli scampoli del genere umano vivono in una torre dalle dimensioni gargantuesche, ultimo baluardo dell'umanità costruito dall'Architetto, morto in circostanze misteriose. A governare con il pugno di ferro una civiltà lacerata dalla violenza e della povertà ci pensa il Keymaster, che risiede nel punto più alto della struttura. In questo mondo caotico, il valore delle persone dipende dalla tipologia di impianti cibernetici che portano sotto la propria pelle fin dall'infanzia. Ciò determina il loro gruppo sociale, e i meno fortunati non possono far nulla per cambiare lo stato della società.

    In un contesto del genere, basta la persona giusta per innescare la scintilla della rivoluzione. Qui entra in scena il protagonista, un cyber-spadaccino appena scampato alla morte che, guidato dalla voce di un prigioniero chiamato Whisper, comincia la scalata della torre con l'obiettivo di raggiungere il Keymaster e scoprire gli oscuri segreti che cela la sudicia struttura. A sbarrargli la strada troverà una miriade di nemici, ma non temete: si dà il caso che il nostro eroe, oltre ad essere incredibilmente abile ad affettare gente con la sua spada, è anche capace di correre sui muri, aggrapparsi con un rampino, rallentare il tempo e riposizionarsi agilmente con una schivata mentre si trova in aria. Una vera furia.

    A fil di spada

    È come se Mirror's Edge avesse incontrato Dishonored e Shadow Warrior per mettere in scena una galvanizzante danza della morte. Solamente combinando l'agilità e le abilità del protagonista con accuratezza riuscirete a saltellare con grazia da un punto all'altro della stanza e infilzare tutti i nemici presenti, un requisito indispensabile per aprire la porta che blocca l'accesso all'area successiva.

    C'è poi un pizzico di Hotline Miami in Ghostrunner: anche un sol colpo potrà rivelarsi fatale, e ad ogni morte (succederà spesso) verrete rispediti all'inizio della stanza con l'obbligo di ricominciare daccapo. Ogni volta imparerete qualcosa di nuovo: individuare con attenzione il percorso da seguire, calcolare alla perfezione i tempi di schivata e scegliere l'ordine con il quale fare a pezzi i nemici si riveleranno comportamenti essenziali per mettere a punto la giusta strategia durante la scalata della torre. Con una struttura del genere, siamo sicuri che Ghostrunner diventerà un vero e proprio paradiso per tutti quei giocatori alla ricerca dell'auto-miglioramento continuo, oltre che per gli speedrunner, che saranno invogliati a memorizzare ogni singolo aspetto dei livelli e la posizione dei nemici per elaborare le tattiche di attraversamento più efficaci possibili. Non è affatto un caso se i ragazzi di One More Level hanno deciso di collaborare con degli speedrunner, veri e propri maestri nel "rompere" i giochi e far emergere tutti i loro difetti di progettazione.

    E questo è solo l'inizio: le abilità di cui vi abbiamo parlato finora sono quelle basilari, che costituiscono il nucleo del gioco. Durante l'avanzamento sarà possibile sbloccarne tante altre, assieme a nuove modalità di utilizzo per la lama in dotazione. Ghostrunner offrirà un sistema di progressione che consentirà di potenziare il cyber-spadaccino a tutto vantaggio della varietà del gameplay.

    Gli sviluppatori hanno preferito non rivelare dettagli più approfonditi in merito, ma alla luce dell'impianto ludico è evidente che, durante la scalata verso la sommità del grattacielo, l'aumento della complessità delle stanze e delle opportunità di approccio si muoverà di pari passo con l'incremento della difficoltà. In un contesto del genere, il perfetto equilibrio tra i vari aspetti della produzione si rivelerà essenziale per dare vita ad un'esperienza appagante e allo stesso tempo mai troppo frustrante.

    Estetica futuristica

    Infine, sul piano artistico, dai filmati di gameplay diffusi in rete si nota come le scelte estetiche aderiscano perfettamente ai canoni del cyberpunk, senza che ci siano, in apparenza, peculiari guizzi di originalità. Nonostante il mondo sia sull'orlo del collasso e le strutture ormai decadenti, nel pieno rispetto del genere d'appartenenza i grafici hanno fatto largo uso di colori accesi e luci al neon, riuscendo al contempo a generare ambienti capaci di trasmettere un buon senso di oppressione.

    Ghostrunner ci è parso dunque un titolo davvero promettente, con tutte le carte in regola per ritagliarsi un proprio spazio nel segmento degli action in prima persona e appassionare tutti i fan del genere cyberpunk. Toccherà agli sviluppatori, nei mesi che ci separano dall'uscita, valorizzare al meglio queste interessanti premesse.

    Di vitale importanza si riveleranno, ad esempio, la calibrazione del livello di difficoltà e l'inquadramento del sistema di progressione. Sarà interessante scoprire, inoltre, il peso che avrà la storia nell'economia dell'intero gioco: sarà un mero pretesto per spingerci ad affettare nemici, o saprà regalarci anche delle genuine sorprese? Lo scopriremo quest'anno: anche se non ha ancora una data d'uscita, l'intenzione di One More Level è quella di pubblicare il suo Ghostrunner nel corso del 2020 su PlayStation 4, Xbox One e PC.

    Quanto attendi: Ghostrunner

    Hype
    Hype totali: 23
    78%
    nd