Anteprima Gladiator: Sword of Vengeance

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Gladiator: Sword of Vengeance - 267

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps2
  • Xbox
  • NGC
  • Pc
  • Ai tempi dell’antica Roma
    uno schiavo poteva ricevere gloria per un giorno... Beh le cose non stavano
    proprio così, e di certo la storia era molto diversa da come Ridley Scott ce
    l’ha raccontata nel suo film “il Gladiatore”, ma sicuramente la sua versione
    della storia romana è molto più spettacolare! La stessa cosa, in un certo senso,
    si può dire per questo gioco programmato da Acclaim, prima multiformato e adesso
    esclusiva Xbox. Gladiator non pretende certo di essere storicamente accurato, e
    sinceramente penso che a nessuno di noi importi particolarmente. Ad essere
    sinceri la realtà della Roma antica e la mitologia grecoromana sono solo uno
    “sfondo”, un pretesto, un ambientazione per quello che si preannuncia essere un
    ottimo action game molto incentrato verso gli aspetti “picchiadureschi” del
    genere. Al contrario di come l’ha classificato Acclaim, infatti, io mi sentirei
    più di definirlo un bel picchiaduro a scorrimento infarcito di molteplici
    aspetti action/esplorativi.

    History

    La storia del gioco narra le avventure del
    gladiatore Thrax, onorato e rispettato in tutto l’impero romano. Un giorno viene
    ucciso durante una sfida al colosseo dall’imperatore Arruntius, che ha
    organizzato una serie di eventi, durante quella sfida, per far si che tutta la
    capitale venisse rasa al suolo. Era infatti sua intenzione ricostruirla da capo.
    Una volta morto Thrax si risveglia nell’Elysium, dove incontra gli imperatori
    Romolo e Remo che lo mettono al corrente su quello che sta succedendo. Infatti
    Arruntius è salito al trono uccidendo il precedente imperatore, ed ha fatto
    patti con svariate divinità pur di ottenere il potere. Ormai avete già capito,
    no? Thrax ritornerà sulla terra, supportato dagli dei, e usera la sua “spada
    della vendetta” per fare giustizia fra i nemici che gli hanno tolto la vita, e
    riportare la pace e il benessere blah blah blah. Apparte tutto la trama non
    sembra poi così brutta, sicuramente è originale visto che non siamo abituati
    tutti i giorni a vedere giochi con questa ambientazione mito-storica.

    GrapHis

    La
    storia del gioco si incentra sulla narrazione delle avventure del gladiatore
    Thrax, onorato e rispettato in tutto l’impero romano. Un giorno viene ucciso
    durante una sfida al colosseo organizzata dall’imperatore Arruntius, il quale ha
    architettato una serie di eventi per far si che tutta la capitale venisse rasa
    al suolo. Era infatti sua intenzione ricostruirla da capo. Una volta morto Thrax
    si risveglia nell’Elysium, dove incontra gli imperatori Romolo e Remo che lo
    mettono al corrente su quello che sta succedendo. Infatti Arruntius è salito al
    trono uccidendo il precedente imperatore, ed ha fatto patti con svariate
    divinità malvagie pur di ottenere il "potere". Ormai avete già capito, no? Thrax
    ritornerà sulla terra, supportato dagli dei, e usera la sua “spada della
    vendetta” per fare giustizia fra i nemici che gli hanno tolto la vita, riportare
    la pace e il benessere blah blah blah. Apparte tutto la trama non sembra poi
    così brutta, sicuramente è originale visto che non siamo abituati tutti i giorni
    a vedere giochi con questa ambientazione mito-storica.

    Play tHis
    Game

    Il gameplay del gioco,
    come ho già avuto modo di dire, si incentra moltissimo sugli aspetti di lotta,
    diventando praticamente un picchiaduro a scorrimento. Tuttavia sarebbe davvero
    fin troppo limitante definire il gioco come un semplice scrolling BEU. Gli
    elementi action/adventure presenti sono davvero molti e, fino ad ora, sembrano
    davvero ben integrati nel complesso del gioco. I controlli sono buoni ma non
    perfetti a mio avviso, i 2 trigger sono utilizzati per il targeting dei
    personaggi (non sarebbe stato meglio utilizzare la seconda levetta analogica,
    come in Hunter The Reckoning?) il tasto A è riservato all'azione e gli altri
    tasti frontali sono per gli attacchi e lo switching di armi. L’uso del tasto A
    non convince molto, se da un lato vuole semplificare il tutto rendendo più
    semplice il gioco e unificando in un solo tasto tutta una serie di azioni,
    dall’altra parte può diventare limitante, visto che non permette al 100% di fare
    sempre quello che si vuole. Sono infatti svariate le sue funzioni, ad esempio è
    utilizzato sia per sidestep veloci, per rolling, per i salti e per interagire
    con gli oggetti e le persone. Questa cosa è fatta abbastanza bene, ma da quello
    che ho potuto provare di persona non mi ha convinto a pieno. Bello invece il
    sistema delle armi e delle combo. Sarà possibile utilizzare le mani nude,
    svariati guantoni, armi a distanza, daghe e ascie. Proprio non male! Per il
    personaggio ci sarà anche una sorta di “level up” in puro stile RPG, ed un menu
    utilizzato per cambiare le armi e armature equipaggiate, usare pozioni etc etc.
    Nel gioco sono presenti anche svariate magie e potenziamenti, concessi a Thrax
    (questo il nome del protagonista) dagli Dei.

    ConcluHision

    Il gioco non è assolutamente da
    confondere con Gladius, una sorta di RPG adventure sviluppato in multiformato da
    Lucasarts. Gladiator probabilmente non avrà il carisma dei personaggi e della
    trama di Gladius, né la sua varietà/complessità da RPG. Dalla sua parte però
    Gladiator si presenta con una grafica di tutto rispetto, un gameplay veloce,
    rapido divertente e non per questo troppo veloce o poco longevo. Proprio la
    longevità sembra essere ben strutturata per un gioco di questo tipo, ma per
    pronunciarsi definitivamente è meglio aspettare la versione completa, dopotutto
    nella versione presente all'E3 era già completo il "grosso" del gioco (ossia il
    motore del gameplay e il motore grafico) ma dovevano ancora realizzare la
    maggior parte dei livelli e delle locazioni. Consiglio a tutti di tenerlo
    sott’occhio, soprattutto agli appassionati del genere beu a scorrimento, che qui
    potrebbero trovare quel pizzico di avventura e azione in più che è sempre
    mancato nei BEU, rendendoli spesso piatti e poco
    longevi.

    Quanto attendi: Gladiator: Sword of Vengeance

    Hype
    Hype totali: 0
    ND.
    nd

    Altri contenuti per Gladiator: Sword of Vengeance