Gran Turismo 7: alla ricerca del realismo nel racing game per PS4 e PS5

Riassumiamo tutto quello che sappiamo fino ad ora su Gran Turismo 7, il nuovo gioco di corse di Kazunori Yamauchi in arrivo sulle console PlayStation.

Gran Turismo 7: verso il realismo
Anteprima: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Come da tradizione, Gran Turismo 7 è certamente uno dei titoli più attesi tra quelli in via di pubblicazione su piattaforme PlayStation. La prossima simulazione automobilistica marchiata Polyphony Digital sarà disponibile a partire dal 4 marzo 2022 su PS4 e PS5, confermando la natura pienamente cross generazionale di un progetto in sviluppo da tempo. Kazunori Yamauchi, amministratore delegato dello studio giapponese e da sempre inequivocabile volto della serie, nelle ultime settimane ha a più riprese illustrato alcuni dei punti di forza del prossimo capitolo del cosiddetto "The Real Driving Simulator" (date uno sguardo al nostro speciale Gran Turismo, la storia della leggendaria serie). Un episodio che, dopo la parentesi prettamente multiplayer di Gran Turismo Sport, torna a un formato per così dire più canonico, concedendosi comunque un numero importante di novità e di spunti degni di attenzione.

    Il top del Tuning

    Tra gli elementi rivendicati da Polyphony Digital c'è la cruciale importanza del fattore personalizzazione: il team ha affermato che Gran Turismo 7 conterrà il maggior numero di componenti per il tuning nella storia dell'intera serie, in maniera tale da enfatizzare le opportunità di customizzazione, e voci non confermate parlano di 600 oggetti aerodinamici e 130 tipologie di ruote. I piloti avranno così modo di ottenere il massimo dai propri bolidi, apprendendo tramite l'esperienza diretta quali siano le loro configurazioni preferite sulla base delle diverse vetture e dei vari circuiti, per rendere ciascun modello effettivamente unico e "su misura".

    A proposito di auto: voci dal Sol Levante derivanti da un opuscolo promozionale distribuito dalla catena Yodobashi Camera parlano di un garage in grado di contenere addirittura 1000 vetture. Il concessionario Brands Central dovrebbe vendere 300 automobili prodotte dal 2011 in poi da 60 diversi marchi, con numerosi altri mezzi datati anni '80 e '90 disponibili presso un rivenditore di macchine usate. Il volantino menziona anche più di 90 configurazioni di circuiti, includendo ad esempio quel Deep Forest protagonista di un recente video di gameplay, e da uno degli ultimi video diffusi ufficialmente si ipotizza la possibilità di scegliere fra ben 428 vetture.

    I tracciati

    Nel confessare di avere una predilezione speciale per il Nürburgring, Yamauchi ha rivelato quale sia l'approccio dello studio nella ricreazione digitale dei vari tracciati. È fondamentale recarsi di persona in pista, servendosi di un'avanzata tecnica di fotogrammetria digitale tramite uno scanner laser ad altissima precisione in grado di trasporre a schermo ogni minimo dettaglio.

    Le asperità dell'asfalto, i dislivelli e tutto ciò che fa parte del circuito viene riproposto con una fedeltà maniacale, riuscendo a veicolare un livello di realismo che il game designer definisce "tangibile", a maggior ragione considerando quanto cambino le piste grazie al sistema di meteo dinamico. Una minuzia per i particolari che trova una sua naturale espressione nel Photo Mode, altra grande componente fondamentale di ciò che può rappresentare l'esperienza Gran Turismo. Scapes, apprezzata feature introdotta in GT Sport per scattare istantanee in diverse località del mondo permettendo di intervenire a fondo sulla composizione dell'immagine, farà ovviamente il suo ritorno anche nel prossimo episodio della saga. Un modo per immortalare gli innumerevoli veicoli presenti in game in 2500 luoghi provenienti da 40 paesi diversi, scegliendo magari un modello come la Porsche Vision GT, concept car 100% virtuale progettata dall'azienda tedesca esclusivamente per fare la sua comparsa in Gran Turismo 7. Da una recente classificazione dell'ESRB, l'ente americano che si occupa di valutare i contenuti dei videogiochi sul modello del nostro PEGI, si è inoltre appreso che Gran Turismo 7 includerà microtransazioni di qualche tipo. Sony non è ancora intervenuta in merito per spiegare nel dettaglio la faccenda, ma è assai probabile che si tratti di un modo del tutto opzionale per consentire agli utenti di sbloccare più rapidamente il parco macchine, investendo valuta reale.

    La versione PS5

    Il publisher si è invece abbondantemente espresso in merito a ciò che renderà la versione PlayStation 5 di Gran Turismo 7 un'esperienza davvero unica. Sull'ammiraglia di casa Sony il feedback aptico e i Grilletti Adattivi del controller DualSense permetteranno di sentire i mezzi come mai prima d'ora, ricreando ad esempio le sensazioni derivanti da certi tipi di frenate al limite.

    Impossibile poi non menzionare le performance: 4K, HDR e 60fps serviranno a dare un aspetto senza precedenti alla prestigiosa serie nata nel lontano 1997, mentre il ray tracing - attivo solamente nei replay e nella già citata modalità fotografica Scapes - permetterà di dare un taglio più realistico alle immagini, allontanandole dal look artificiale della computer grafica. Secondo Yamauchi il risultato finale è letteralmente quasi commovente, e finalmente si è riusciti ad arrivare a un livello di fedeltà e naturalezza da sempre sognato da Polyphony Digital. Siete fiduciosi del lavoro svolto dal team nipponico? Pronti per la nuova era di The Real Driving Simulator? Fateci sapere la vostra nello spazio riservato ai commenti: nell'attesa di ulteriori notizie e sperando di poter toccare presto con mano il gioco, vi ricordiamo che Gran Turismo 7 verrà pubblicato il 4 marzo 2022.

    Quanto attendi: Gran Turismo 7

    Hype
    Hype totali: 144
    79%
    nd