Granblue Fantasy Relink: tutti all'arrembaggio col favoloso RPG di Cygames

In occasione del Granblue Fantasy FES 2020, Cygames ha mostrato una nuova demo del suo sorprendente action RPG in uscita nel 2022.

Granblue Fantasy Relink
Anteprima: PlayStation 5
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Mobile Gaming
  • Con l'avvento di dicembre lo sviluppatore nipponico Cygames ha tenuto l'annuale evento dedicato all'irresistibile universo di Granblue Fantasy, divulgando anche stavolta nuove informazioni riguardanti l'omonimo gioco mobile e i prossimi combattenti che si uniranno al picchiaduro confezionato dai ragazzi di Arc System Works (nel caso non lo conosciate ancora consultate la nostra recensione di Granblue Fantasy: Versus). L'appunto più interessante è stato, come prevedibile, lo slot di tempo che la software house ha riservato al nuovo video di gameplay dell'attesissimo Granblue Fantasy: Relink, di cui è stata infine svelata la finestra di lancio.

    Non solo è emerso che il sorprendente action RPG raggiungerà gli scaffali soltanto nel corso del 2022, ma Cygames ne ha annunciato anche la tanto auspicata versione ottimizzata per PlayStation 5, mettendo definitivamente a tacere gli insistenti timori sorti l'anno scorso, ossia quando abbiamo ipotizzato che PS4 non fosse abbastanza performante per poter gestire il caos sullo schermo e garantire al tempo stesso un solido frame rate. Di conseguenza, sebbene il lancio del prodotto si sia allontanato ulteriormente, la promessa di una versione cross-gen mirata a sfruttare lo strabiliante hardware della nuova ammiraglia Sony e a regalarci un'esperienza senza compromessi ha in parte indotto l'amara pillola. In attesa di poter solcare i cieli di Phantagrande a bordo dell'aeronave Grandcypher, analizziamo dunque i progressi compiuti da Cygames nel corso degli ultimi dodici mesi.

    Djeeta e Rosetta si uniscono alla mischia

    Se in occasione dei Granblue Fantasy FES 2018 e 2019 abbiamo assistito rispettivamente a uno scorcio della campagna single-player e della squisita componente multigiocatore di Relink, nei giorni scorsi Cygames ha invece scelto di porre sotto i riflettori il moveset di Djeeta e uno spettacolare scontro navale tra l'equipaggio della Grandcypher e la flotta del temibile Impero Erste.

    Come forse i fan ricorderanno, lo scorso anno lo studio nipponico non si limitò a mostrare in azione i quattro Dragon Knight che rispondono al nome di Lancelot, Vane, Percival e Siegfried (qualora l'abbiate dimenticato rileggete la nostra precedente anteprima di Granblue Fantasy: Relink), ma confermò anche Eugen, Rosetta e persino Djeeta tra i personaggi giocabili. Mentre il primo continua a latitare, probabilmente perché i suoi pattern di attacco non saranno molto differenti da quelli di Rackam, poiché appunto sono entrambi equipaggiati con dei fucili, le due fanciulle fanfavorite ci hanno finalmente mostrato le rispettive doti belliche. Andiamo però con ordine, specificando innanzitutto che Relink non costringerà affatto i giocatori a scegliere se vivere l'avventura nei panni del protagonista maschile, o se invece impersonare l'eroina femminile: esattamente come avviene nel gioco mobile di Granblue Fantasy, una voce posta nel menu consentirà in qualsiasi momento di passare da Gran a Djeeta e viceversa, e godere dei loro diversi moveset.

    Difatti, i due protagonisti del franchise condivideranno il livello, i punti esperienza, l'equipaggiamento e persino le abilità speciali, ma per forza di cose saranno dotati di pattern di attacco completamente diversi. Non a caso, sembrerebbe che gli attacchi portati a segno dall'affascinante Djeeta siano molto più precisi e rapidi di quelli sfoggiati dal proprio alter-ego maschile, che con tutta probabilità punterà invece sui valori di forza e resistenza.

    Similmente a quanto accade ad esempio negli episodi di Tales of e nella maggior parte degli action RPG, è stato poi rivelato che i personaggi disporranno di numerose skill di attacco, ma dal momento che l'interfaccia utente presenterà un massimo di quattro slot, gli utenti saranno chiamati a scegliere personalmente le abilità dei vari guerrieri, a seconda delle proprie preferenze e soprattutto prestando attenzione alla composizione del party. In presenza di un valido healer, come appunto Rosetta, potremo quindi rinunciare alle abilità di guarigione e supporto in favore delle skill più devastanti e letali.

    Durante la demo abbiamo infatti appreso che nel mezzo dei combattimenti la misteriosa passeggera della Grandcypher sarà in grado di evocare diverse piante, alcune delle quali creeranno un campo circolare che ripristinerà di continuo i punti vita di tutti gli alleati nei paraggi. In altre situazioni, invece, Rosetta farà comparire delle spaventose spire giganti sul terreno di gioco e le utilizzerà per danneggiare tutti i nemici che oseranno porsi dinanzi a lei.

    L'eredità di BlueRimanendo in tema di protagonisti, Cygames ha rivelato che in origine Granblue Fantasy: Relink avrebbe dovuto avere per protagonista una versione ricolorata di Djeeta, cui lo staff aveva dato il nome di "Blue". Poiché nel 2015 Gran e la stessa Djeeta hanno smesso di essere delle mere "sagome", divenendo dei personaggi veri e propri, con personalità uniche e interessanti, Cygames è tornata sui suoi passi, restituendo loro il ruolo di protagonisti. Di conseguenza, mentre Blue è apparsa come cameo in Granblue Fantasy: Versus (la paletta numero 11 di Djeeta è ispirata alla sua variante), il costume della fanciulla ha ispirato gli outfit che Gran e Djeeta indosseranno a partire da un non meglio precisato punto della campagna.

    A proposito della composizione del party, se a dicembre 2019, in seguito al reveal ufficiale di Lancelot e degli altri Dragon Knight, avevamo iniziato a sospettare che gli ospiti e i membri non permanenti dell'equipaggio sarebbero stati giocabili solo negli episodi secondari della trama o comunque durante le attività in multiplayer online, la nuova demo ha fugato tutti i nostri dubbi. Durante la ristrutturazione del party abbiamo infatti notato un menu a tendina che al momento ospita sia i personaggi principali di Granblue Fantasy che i potenti Dragon Knight, implicando che persino i guest character potranno prendere parte alle missioni della campagna singler-player. Un importante dettaglio che, oltre a rassicurare i fan intenzionati a vestire i panni dei propri beniamini, la dice lunga sul ruolo che la componente strategica giocherà sulla composizione di team opportunamente bilanciati e studiati a tavolino.

    All'arrembaggio!

    È però il secondo segmento della nuova demo di Granblue Fantasy: Relink ad averci entusiasmati maggiormente, poiché ha portato sui nostri schermi delle attività che ancora ignoravamo e che pertanto non vediamo l'ora di sperimentare in prima persona. Menzionato nel paragrafo precedente, lo scontro navale ci ha difatti colti alla sprovvista, poiché in tutti questi anni Cygames non aveva mai accennato alla possibilità di utilizzare la Grandcypher come campo di battaglia.

    Della durata di ben diciassette minuti, il suddetto segmento ha invece visto l'aeronave della banda di Katalina e compagni alle prese con una piccola flotta dell'Impero Erste. Dopo aver speronato e agganciato la piccola imbarcazione con ancore magiche, gli imperiali hanno quindi circondato e danneggiato gravemente la Grandcypher, costringendo l'equipaggio a rispondere al fuoco coi cannoni posizionati sul ponte: questo significa che i giocatori, nel mezzo delle battaglie navali, potranno anche mettere da parte spade e scettri magici e cimentarsi con brevi fasi di shooting mirate a danneggiare il più possibile i mezzi volanti del nemico. Ciascuna imbarcazione presenterà infatti dei punti deboli, indicati da oblò luminosi di colore rosso, ma la loro totale distruzione non sarà affatto necessaria per far sì che l'obiettivo coli a picco. Prestando la dovuta attenzione alle squadre di soldati che di tanto in tanto atterreranno sul ponte della Grandcypher, i nostri eroi saranno in realtà chiamati a distruggere le ancore lanciate dal nemico, in modo tale da riottenere il controllo della nave e posizionarla accanto a quelle dell'impero. Così facendo, il capitano Djeeta e i suoi potranno letteralmente lanciarsi all'arrembaggio delle aeronavi nemiche, sbaragliarne l'equipaggio e farsi strada fino ai dispositivi magici necessari per volare tra le nuvole.

    Frenetiche e caotiche, le sequenze di abbordaggio si direbbero non solo molto divertenti, ma anche ben diversificate. A tal proposito è bene specificare che le navi del nemico presenteranno layout differenti, così da non trasmettere al giocatore delle fastidiose sensazioni di déjà vu, ma a quanto pare persino i nemici incontrati cambieranno di nave in nave, in quanto queste potranno ospitare sia i soldati semplici che i tecnologici carri da guerra sviluppati dall'impero.

    Che ci si dedichi o meno all'eliminazione degli ostacoli incontrati lungo il cammino, una volta distrutto il dispositivo per il volo sarà imperativo tornare a bordo della Grandcypher, cercando ove possibile di evitare le fiamme e di non precipitare nel vuoto.

    Così come il vento, nella build mostrata al Granblue Fantasy FES 2018, tendeva a distruggere il terreno sotto i piedi dei nostri eroi, durante gli arrembaggi saranno le fiamme a consumare determinate zone delle navi imperiali, precludendo alcuni passaggi e arrecando danno agli incauti che vi si avvicineranno troppo.

    Infine, la fase conclusiva della demo ci ha mostrato la sfida esplosa tra l'equipaggio della Grandcypher e un nerboruto ufficiale imperale intenzionato a catturare Lyria e ad affondare una volta per tutte l'imbarcazione dei nostri amati fuorilegge. Poiché i passati Festival ci avevano già permesso di ammirare da vicino il sistema di combattimento del prodotto, quest'ultima parte ci ha riservato poche sorprese, ma non per questo meno interessanti. Ad esempio, abbiamo scoperto che per rianimare i compagni mandati al tappeto non sarà necessario ricorrere agli oggetti curativi, ma basterà raggiungerli prima che l'apposito indicatore a tempo si esaurisca del tutto e infondere loro nuova vita attraverso la pressione di un tasto (un po' come accade in diversi titoli della serie di Sword Art Online).

    Degna di menzione è anche una simpatica meccanica che consentirà al party di prendere in prestito le armi di alcuni boss e utilizzarle per eseguire degli attacchi particolari. In questo caso, ad esempio, i tester hanno infatti atteso che il nerboruto ufficiale imperiale ricorresse alla sua tecnica speciale e lasciasse incustodita la gigantesca lancia brandita fino a un istante prima, così da raccoglierla tempestivamente e lanciargliela contro per disinnescare l'esecuzione di un colpo caricato e di potenza inaudita.

    Granblue Fantasy: Relink Dover attendere un intero anno per ricevere nuovi aggiornamenti su Granblue Fantasy: Relink sta mettendo a dura prova la pazienza degli appassionati, specie se consideriamo che il prodotto è stato annunciato nell’agosto del 2016. In compenso, la nuova build mostrata al recente Festival indetto da Cygames ha messo a tacere alcuni storici dubbi circa il gameplay, la composizione del party e, più in generale, la componente single-player. Se confrontato con la demo realizzata quando i PlatinumGames erano ancora al timone del progetto, oggi il prodotto appare piuttosto cambiato, in quanto presenta pattern di attacco completamente diversi, un sistema di combattimento complessivamente meno caotico (ma sempre frenetico), una nuova interfaccia utente meno ingombrante e più intuitiva, e delle texture ambientali che a questo giro ci sono parse assai meno fangose di quanto ricordassimo. A ragion veduta, l'attesissima creatura di Cygames potrà non essere il gioco promesso a suo tempo ai fan, ma il nostro sincero sospetto è che Granblue Fantasy: Relink possa rivelarsi anche più stupefacente, travolgente e adrenalinico di quanto avessimo inizialmente preventivato. Auguriamoci di non dover attendere un altro anno prima di ricevere succose notizie aggiuntive sulla Grandcypher e il suo scalmanato equipaggio.

    Quanto attendi: Granblue Fantasy: Relink

    Hype
    Hype totali: 64
    83%
    nd