Anteprima Guilty Gear Dust Strikers

Il titolo Sammy-Sega arriva anche su DS

Articolo a cura di
Disponibile per
  • DS
  • Guilty Gear Dust Strikers

    La serie di picchiaduro 2D della Sammy raggiunge anche Nintendo DS, dopo avere in pochi anni toccato un po' tutte le piattaforme, portando con sé una buona dose di novità, senza stravolgere però i canoni che la contraddistinguono. La meccanica basilare del gioco si rifà principalmente a Guilty Gear Isuka, apparso su PS2, che introduceva la principale novità della presenza di 4 personaggi contemporaneamente sullo schermo. Tutti coloro che non hanno mai giocato ad un Guilty Gear saranno certamente felici di sapere che le meccaniche non sono mutuate direttamente da Capcom o Snk, ma sono presenti una serie di nuove caratteristiche. Fra le tante ricordiamo, l'istant kill technique (il giocatore entra in uno status di tensione che permette di realizzare mosse che uccidono sul colpo), o il guard gause (che indica l'atteggiamento in combattimento e la conseguente efficacia delle difese), che fanno sì che il titolo abbia una giocabilità non accomunabile con i "mostri sacri del genere", e risulti alquanto originale.
    La trama è un altro punto a favore dell'originalità della serie: un misto di tecnologia e magia ha permesso, in un futuro non troppo remoto, la creazione dei gear, potenti combattenti umanoidi, che si sono ribellati all'umanità e ne minacciano la sopravvivenza. Questo background fa in modo che nel gioco siano presenti un miscuglio di stili differenti, ma che nel complesso si amalgamano in un concept armonioso e decisamente gradevole, che prende molti spunti dall'immaginario musicale Heavy Metal. Tutto, dai nomi dei personaggi a quelli delle mosse speciali, degli stage, fino alle musiche stesse, è un continuo riferimento a canzoni, musicisti, album e testi Metal. Ovviamente questo aspetto dona al gioco una connotazione molto particolare, ed è uno dei motivi principali di venerazione da parte dei fan.I personaggi, 21 in Dust Strikers -ovvero l'intera gamma di personaggi di Guilty Gear X2 #Reload- sono ben caratterizzati e originali nella realizzazione grafica, oltre che fluidi nelle animazioni, e sono capaci di dar luogo a mosse speciali davvero spettacolari, con effetti impressionanti, che spremono a dovere le potenzialità 2d del DS. Più genericamente il comparto grafico sembra convincente, seppur con qualche lieve bisogno di rifinitura, specialmente per quel che riguarda i fondali: questi ultimi presentano una gamma cromatica realizzata con l'accetta, troppo spartana e lontana dai canoni della serie. Queste considerazioni valgono anche per il comparto audio: gli effetti sonori sono di buona fattura, ma le musiche non reggono il paragone con quelle degli episodi precedenti, considerate le prime prove dirette di versioni ancora incomplete. Restiamo fiduciosi del fatto che l'aspetto tecnico della realizzazione finale appaia più in forma.

    Un altro punto che distingue nettamente il titolo dai precedenti è lo sviluppo prettamente in verticale degli stage in cui avvengono le battaglie, divisi sui due schermi del DS. Questo aspetto varia molto l'approccio alle battaglie: ci saranno nuove mosse pensate appositamente per colpire in verticale, e si dovrà essere ben più cauti nel realizzare mosse che inficiano la capacità difensiva del nostro personaggio, per ovviare ad attacchi dall'altro. Inoltre, dovremo studiare con riguardo la tempistica nella pressione della croce direzionale durante l'esecuzione delle mosse, per evitare di scendere involontariamente di piano proprio mentre si sta eseguendo la special. Avremo inoltre la possibilità di raccogliere dei particolari switch che permettono, alla pressione del touch screen, di cambiare schermo sul quale si combatte.
    Fa ritorno, dopo l'assenza in Guilty Gear Isuka, uno Story Mode articolato, nel quale dovremo portare a termine determinate missioni all'interno degli scontri a 4. Le altre modalità che saranno presenti nel titolo definitivo saranno l'Arcade Mode, ovvero il classico crescendo di scontri con avversari via via più difficili da battere; il Multiplayer, che permetterà di affrontarsi in 4 contemporaneamente grazie alla connessione wireless del DS (divertimento assicurato), ed un'inedita modalità Mini Game, che prevederà una divertente divagazione per ogni personaggio del gioco, il quale, grazie a questo speciale allenamento, potrà avvantaggiarsi di miglioramenti nelle capacità di combattimento.

    Guilty Gear Dust Strikers Il picchiaduro Sega-Sammy si presenta come la naturale trasposizione della serie su Nintendo DS, con quel tocco di novità che rende il titolo appetibile sia a nuovi giocatori sia agli appassionati della serie. Il comparto tecnico, in particolare il sonoro, richiedono ancora qualche leggero affinamento, ma il tempo prima dell’uscita, prevista per la fine di Dicembre, permette questi miglioramenti.

    Quanto attendi: Guilty Gear Dust Strikers

    Hype
    Hype totali: 0
    ND.
    nd