Halo 2: Anteprima del nuovo sparatutto Bungie

Abbiami provato in anteprima Halo 2, secondo episodio della serie Bungie in arrivo a novembre 2004 su Xbox.

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox
  • Pc
  • Introduzione

    Per tutti i
    videogiocatori è il simbolo dell'Xbox, ed è sicuramente l'esclusiva più
    invidiata di questa generazione. Stiamo ovviamente parlando del magnifico Halo,
    gioco tutt'ora nella top 20 americana, capace di arrivare all'incredibile
    cifra, se si pensa al rapporto con le console sparse per il globo, di 4 milioni
    di copie, nonché campione di numerosi riconoscimenti, tra i quali best fps e
    best game. Il suo apporto all'industria dei videogiochi è stato decisivo: ha
    rinverdito un genere, quello degli sparatutto in soggettiva, che, su console,
    dopo Goldeneye e Perfect Dark, appariva stantio e privo della benché minima
    innovazione. L'arrivo di un sequel era dunque tutt'altro che imprevisto, e la
    Bungie, da quello che abbiamo potuto vedere, sembra voler fare le cose in
    grande, puntando ad un miglioramento mirato più sull'evoluzione che sulla
    rivoluzione, consapevole del fatto che un rinnovamento totale potrebbe
    scontentare, sia i nuovi acquirenti, sia lo zoccolo duro degli Hardcore Gamers.
    Il progetto dei programmatori è molto ambizioso: creare il miglior sparatutto
    per console e affiancargli una strepitosa modalità multiplayer, rigorosamente
    online. Il primo, e per ora unico, approccio "ufficiale"tra il capolavoro by
    Microsoft e il pubblico è avvenuto nel corso dell'ultimo E3 "Losangelesiano".
    Da quel magnifico filmato sono trapelate alcune importanti caratteristiche di un
    titolo che è pronto a monopolizzare il mercato...il "popolo dei crociati verdi" è
    già in delirio.

    Novità

    La prima novità è l'ambientazione. Il nostro eroe, il
    coraggioso Master Chief, sarà chiamato a difendere la Terra, localizzata e
    minacciata dalla pressione dei Covenant, che hanno distrutto tutte le colonie
    umane ed ora puntano alla distruzione del nostro bel pianeta. Sono comunque
    previste emozionanti missioni sparse per tutto l'Universo, astronavi nemiche
    comprese. Caratteristica sulla quale il team di sviluppo ha incentrato gran
    parte dei propri sforzi è la gestione dell'intelligenza artificiale. Ora i
    nostri alleati non saranno semplici fantocci pronti ad essere impallinati dal
    fuoco nemico, ma saranno indispensabili grazie al fuoco di copertura, il loro
    aiuto nelle fasi più concitate e la capacità di guidare i mezzi; ma la cosa più
    importante è che ora i soldati avranno una strategia offensiva ben coordinata:
    ci saranno i cecchini, che occuperanno le zone più elevate del campo di
    battaglia, e i "pronipoti" di Rambo, pronti a gettarsi nella mischia con il
    coltello fra i denti. Ciò, però, riguarderà anche i vostri nemici. Se per
    esempio saranno in inferiorità, difficilmente vi affronteranno a viso aperto,
    besnsì sarà più probabile che aspettino, in un posto sicuro, l'arrivo di
    rinforzi. Inoltre, ci ritroveremo spesso ad affrontare dei nemici "in
    formazione", organizzati, e dunque maggiormente pericolosi dei Covenant solitari
    che comunque troveremo nel corso della nostra emozionante avventura. Tutto
    questo renderà gli scontri, oltre che più ostici, molto più soddisfacenti e
    realistici. Incrementata ulteriormente anche l'interazione, sia con gli
    ambienti, che con i personaggi. A differenza del primo capitolo, infatti, sarà
    possibile distruggere l'ambiente circostante a suon di proiettili. Ciò potrebbe
    anche aprirvi varchi "segreti", utili per prendere il nemico di sorpresa. Ben
    altro peso ha, però, l'interazione con i vostri alleati: ora sarà possibile
    cedere ai marines munizioni, o addirittura scambiare le armi. Ovviamente,
    difficilmente si priveranno della loro arma migliore, ma è una feature comunque
    interessante, visto che avremo la possibilità di equipaggiare i nostri compagni
    nella maniera più devastante possibile, in modo tale da ottenere un sostanziale
    supporto anche dall'I.A. Per quanto riguarda il nostro arsenale, la Bungie è
    stata piuttosto avara di notizie. Pare ormai certo che Master Chief disporrà
    come arma principale di un mitragliatore telescopico con zoom a 2x, un
    devastante mix tra fucile da cecchino e mitragliatrice d'assalto. Per il resto
    non si registra un grosso incremento rispetto al passato: a parte il
    sopraccitato fucile, saranno ora disponibili una coppia di Uzi e, udite udite,
    il mitico lanciafiamme, arma imprescindibile per qualsiasi sparatutto che si
    rispetti. O almeno, questo è quello che si è denotato dalle misere informazioni
    svelate dalla Bungie, quindi è lecito attendersi delle novità nella versione
    definitiva di Halo 2. Master Chief potrà nuovamente portare con sé soltanto 2
    armi, il che innalza il livello strategico del titolo. Novità importante, però,
    riguarda la possibilità di equipaggiare contemporaneamente 2 armi, ma solamente
    quelle di piccola-media taglia; scordatevi, dunque, di poter affrontare gli
    odiosi Covenant con un lanciarazzi per braccio. Modifiche importanti riguardano
    il combattimento corpo a corpo, già rilevante in alcuni scontri del primo
    capitolo: ora, premendo con tempismo il tasto per la lotta ravvicinata, sarà
    possibile eseguire delle vere e proprie combo, che dovrebbero rendere il nostro
    eroe maggiormente efficace nelle azioni a corto raggio. Un'altra chiave di
    successo del primo Halo è stata la presenza di numerosi mezzi di trasporto, che
    ci vengono riproposti in questo attesissimo seguito con succose novità: la
    scattante jeep warthog è ora disponibile in 4 differenti modelli, ognuno con le
    proprie peculiarità. Interessante new entry è l'ATV( All Terrain Vehicle), una
    potente motocicletta a quattro ruote dotata di 2 mitragliatrici e una grande
    agilità. Ovviamente, anche gli "inventori" alieni non sono stati con le mani in
    mano, ed hanno creato una nuova versione dell'inquietante Phantom, bombardiere
    di medie dimensioni capace di radere al suolo gran parte del vostro esercito.
    Questa volta Master Chief per impossessarsi di un veicolo non dovrà
    necessariamente uccidere il guidatore; al contrario, grazie ad una nuova mossa
    altamente spettacolare e cinematografica, sarà possibile sbattere fuori a calci
    anche il più ostico dei nemici, a dimostrare una volta di più, qualora ce ne
    fosse bisogno, che GTA ha fatto scuola. Ma il vero fiore all'occhiello di
    questo capolavoro annunciato è il massiccio supporto del servizio Live.
    Immaginate la scena: 2 eserciti copiosi impegnati in una cruenta battaglia;
    decine di soldati, ognuno controllato da una persona in carne e d'ossa,
    impegnati ad ottenere la vittoria della propria squadra, prima ancora che la
    salvezza personale...in questo caso l'immaginazione è più convincente di mille
    parole.

    Xbox spremuto come un
    limone...

    Visionando i vari filmati e le immagini del gioco ci rendiamo
    immediatamente conto della mole di lavoro svolta dai programmatori. Il fatto che
    l'obiettivo dichiarato della Bungie sia quello di raggiungere un nuovo metro di
    paragone fa ben sperare. Uno dei grafici, Chris Butcher, dice: "il nostro codice
    strizza ogni singola goccia della potenza di Xbox. Ombre e luci sono dinamiche,
    abbiamo fatto tutto pixel per pixel e il risultato è visibile negli ambienti
    stupefacenti che siamo riusciti a ricreare. Le funzionalità grafiche che stiamo
    utilizzando sono talmente avanzate che non esistono ancora le parole per poterle
    descrivere". Ciò che è stato mostrato è la prova lampante che questi ragazzi
    hanno ottenuto ciò che speravano. I modelli poligonali sono migliorati
    sostanzialmente, così come le texture appaiono sempre più realistiche e
    definite. Anche le ambientazioni hanno trovato giovamento da questo "mostruoso"
    engine. Le distese spoglie del primo Halo lasciano spazio a campi di battaglia
    cittadini, in cui decine di soldati si scontrano tra esplosioni ed effetti
    grafici di ogni genere.

    Conclusioni

    Inutile dire che Halo 2 è il titolo più atteso dalla
    comunità Xbox, così come è verosimilmente indicato quale probabile gioco
    dell'anno; inoltre è l'occasione giusta per Bungie di entrare di diritto nel
    firmamento videoludico, e mai come in questo caso ci sentiamo di sbilanciarci,
    ammettendo che le possibilità di riuscita sono altissime. Le novità apportate
    dovrebbero raffinare una formula di gioco già vincente, mentre
    l'implementazione di modalità online spinge Halo 2 verso il trono di miglior
    fps per console. Half life 2 e Doom 3 permettendo, ovviamente...

    Quanto attendi: Halo 2

    Hype
    Hype totali: 12
    78%
    nd