Harvestella: Harvest Moon incontra Atelier nel nuovo gioco di Square Enix

Harvestella è un verdeggiante mix di generi, un gioco che prova a fondere i GDR tradizionali con i life simulator.

Harvestella: Harvest Moon incontra Atelier nel nuovo gioco di Square Enix
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Switch
  • Da Valkyrie Elysium a The DioField Chronicle, passando per il sesto episodio della serie Star Ocean e Dragon Quest Treasures, sono parecchie le produzioni targate Square Enix che nella seconda metà del 2022 invaderanno gli scaffali dei negozi. Dopo avervi proposto una ricca anteprima di Star Ocean: The Divine Force, abbiamo posto sotto la nostra lente di ingrandimento tutte le informazioni finora disponibili su HARVESTELLA, un nuovo gioco di ruolo che sin dal primo istante ci è sembrato l'ipotetico punto di incontro tra i rinomati franchise nipponici Harvest Moon/Story of Seasons e Atelier.

    Tenendo presente che il prodotto esordirà il prossimo 4 novembre su PC e Nintendo Switch, abbiamo quindi provato a capire cosa dovremmo aspettarci da quello che il colosso giapponese ha descritto come un "life simulator RPG".

    La stagione della morte

    Dato lo straordinario successo riscosso nel 2020 da Sakuna: Of Rice and Ruin, non ci sorprende affatto che altre aziende vogliano provare a seguirne le orme, magari con progetti un tantino più ambiziosi dell'indie confezionato dallo studio Edelweiss (per tutti i dettagli correte a rileggere la nostra recensione di Sakura: Of Rice and Ruin).

    Nonostante le informazioni su HARVESTELLA siano piuttosto contenute, sembrerebbe infatti che Square Enix abbia posto parecchia carne al fuoco, a cominciare dalla curiosa componente narrativa. Il GDR è ambiato in una realtà colorata e vivace, le cui quattro stagioni sono regolate da altrettanti cristalli giganti cui è stato dato il nome di Seaslight. La vita tranquilla dei laboriosi abitanti di questo pianeta - di cui non conosciamo ancora il nome - è ben presto sconvolta dalle suddette, che a causa di inspiegabile comportamento anomalo generano una stagione nuova e mortale. Chiamato "Quietus", questo periodo sempre più lungo si manifesta al passaggio da una stagione all'altra, provocando la dispersione di una polvere misteriosa e capace di annientare qualsiasi forma di vita: prodotta direttamente dalle Seaslight, che nella stagione del Quietus brillano di una luce strana e minacciosa, questa sostanza fa puntualmente appassire i raccolti e costringe la gente a rintanarsi in casa propria.

    Durante un particolare Quietus, una viaggiatrice senza nome raggiunge un villaggio isolato e vi perde improvvisamente i sensi, per poi conoscere al suo risveglio la ricercatrice di nome Aria: essendo giunta dal futuro, la seconda collaborerà con la protagonista della vicenda per svelare i segreti legati al Quietus e soprattutto trovare un modo per tornare nel proprio tempo.

    Se per il momento Square Enix ha preferito non divulgare ulteriori dettagli sulla trama, abbiamo appreso che il villaggio dell'incontro tra Aria e la nostra alter-ego non sarà l'unico insediamento umano visitabile nel corso dell'avventura. Tra una stagione e l'altra, i giocatori saranno liberi di visitare la città di Nemea, i cui fiori di ciliegio fioriscono tutto l'anno, e il Villaggio di Lethe, dove si mischiano i colori di tutte e quattro le stagioni, senza dimenticare l'innevata capitale Argene e la vivace Shatolla. Al fine di raggiungere i vari Seaslight che governano le stagioni, è stato inoltre anticipato che sarà necessario seguire un percorso splendido quanto pericoloso, durante il quale faremo la conoscenza di almeno quattro alleati.

    Missionaria di un culto che venera i Seaslight, Shrika è alla ricerca di una nuova fede, ragion per cui si sposta continuamente da un luogo all'altro, risolvendo gli incidenti in cui si imbatte lungo il cammino.

    Cresciuto nell'orfanotrofio di Nemea (la città edificata nei pressi del Seaslight della Primavera), Asyl è invece un valoroso membro della Brigata Argus e, grazie alla propria personalità onesta, si è conquistato la fiducia di tutti i suoi concittadini. Sempre in quel di Nemea, che al tempo della nostra prima visita sarà alle prese con frequenti attacchi da parte dei mostri, conosceremo poi l'insegnante Istina e i numerosi orfanelli dell'orfanotrofio da lei gestito. Tranquilla e intellettuale, la donna è descritta come una persona che mostra soltanto di rado le proprie emozioni, anche perché trascorre le sue giornate in compagnia dei bambini, ai quali ama leggere dei libri ad alta voce. Nonostante sia piuttosto benvoluta tra gli abitanti di Nemea, pare che si sia trasferita in città soltanto da qualche anno.

    Sul conto dell'ultimo alleato, il cui nome dovrebbe essere Heine, sappiamo soltanto che sarà un meccanico affascinante e sempre pronto a flirtare con le ragazze della squadra. Affrontando le cosiddette "Character Stories" di Shrika, Asyl, Istina e Heine, non solo potremo esplorarne la caratterizzazione e comprenderne meglio lo stile di vita, ma avremo la possibilità di aggiungerli al party attivo, così da avvicinarci sempre più alla soluzione del mistero del Quietus.

    Un verdeggiante mix di generi

    Attingendo alle formule dei già menzionati Harvest Moon e Atelier, il nuovo gioco di Square Enix proporrà un gameplay alquanto variegato, che non a caso mescolerà diversi generi. Trattandosi principalmente del punto di incontro tra un simulatore di agricoltura e un JRPG, la protagonista di HARVESTELLA dovrà decidere di volta in volta le attività cui dedicare le proprie giornate, che appunto spazieranno dalla coltivazione dei campi alla pesca, passando per la cucina, l'allevamento di bestiame e il recupero di materie prime necessarie nelle fasi di crafting.

    A seconda della stagione, nei nostri campi potremo infatti coltivare ortaggi, frutta e cereali, che una volta raccolti verranno venduti o utilizzati come ingredienti per la cucina. Similmente a quanto accade in Tales of e tanti altri congeneri (a questo proposito, siete a un click di distanza dalla recensione di Tales of Arise), i manicaretti preparati dalla protagonista offriranno numeri bonus all'intero party, ripristinando ad esempio gli HP, incrementando i parametri di base e le resistenze, ecc. È assai probabile che la cucina possa addirittura influenzare i punti esperienza ottenuti al termine delle battaglie, nonché la quantità di denaro e materiali lasciati cadere dai mostri abbattuti. Tra le mura di casa, poi, la nostra eroina avrà la facoltà di mescolare gli oggetti ottenuti durante i suoi vagabondaggi per realizzare item destinati al commercio e persino equipaggiamenti personali, così da rinnovare costantemente l'attrezzatura dei compagni e incrementare la chance di sopravvivere agli attacchi delle creature poste a difesa dei dungeon.

    Anticipando che il corso delle stagioni impatterà non poco sul mondo di HARVESTELLA, Square Enix ha spiegato inoltre che nel corso dell'avventura avremo modo di visitare parecchie città diverse e interagire coi cittadini per accettare le loro richieste. Completando i vari incarichi, non solo potremo allungare le mani su ricompense in denaro o strumenti di una certa rarità, ma soprattutto miglioreremo i rapporti con gli altri personaggi e avremo accesso a nuove classi in cui specializzare i componenti della squadra.

    Dotato di un combat system squisitamente action, HARVESTELLA vanterà infatti un sistema di classi che, oltre a promuovere la totale personalizzazione del party, consentirà di cambiare mestiere persino nel corso delle battaglie. Una soluzione, quella adottata dallo sviluppatore nipponico, che favorirà l'esecuzione di rovinosi attacchi congiunti e l'elaborazione di strategie volte a sfruttare i punti deboli dei nemici per massimizzare i danni.

    Sappiamo ancora poco sul job system, ma in compenso Square Enix già ha confermato che le classi fisiche e magiche disporranno di armi e caratteristiche uniche: abilissimo nell'uso nella spada, il Fighter potrà ad esempio gestire più avversari contemporaneamente, mentre lo Shadow Walker sarà dotato di abilità che potenzieranno gli attacchi e moltiplicheranno i danni inflitti dalle sue lame gemelle.

    Avendo accesso a più elementi, il Mage si servirà di attacchi magici a lungo raggio per tartassare i punti deboli dei suoi bersagli, mentre lo Sky Lancer sfrutterà l'ampia gittata della propria lancia per tenere a bada intere orde di avversari, conservando al tempo stesso la distanza minima di sicurezza. Considerando che le professioni non finiscono certo qui, sarà molto interessante scoprire se i talenti delle singole potranno essere persino trasferiti tra le suddette, abilitando la creazione di vere e proprie classi ibride.

    Harvestella Visto l’esorbitante numero di JRPG che Square Enix pubblicherà nei prossimi mesi, il publisher nipponico ha preferito centellinare le informazioni divulgate su HARVESTELLA, al fine di lasciare il campo libero alle produzioni che invaderanno il mercato a partire dalla seconda metà di settembre. Ciononostante, i materiali finora posti sotto i riflettori delineano un prodotto intrigante e a prima vista molto curato. Anche e soprattutto grazie al coinvolgimento di artisti eccezionali quali Isamu Kamikokuryo, Art Director di Final Fantasy XV, e Go Shiina, stimato compositore della serie Tales of, non vediamo insomma l’ora di assaporare in prima persona la nuova esperienza confezionata dallo studio Edelweiss e partire alla scoperta delle origini del Quietus.

    Quanto attendi: Harvestella

    Hype
    Hype totali: 6
    62%
    nd