Honor of Kings World: un nuovo kolossal open world dalla Cina

Dal colosso cinese Tencent arriva un action RPG a mondo aperto caratterizzato da una grafica decisamente accattivante.

Honor of Kings World
Anteprima: PC
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS5
  • Reduce dallo straordinario successo riscosso da Honor of Kings (meglio noto in Occidente come Arena of Valor), ad oggi il primo MOBA in assoluto a vantare l'esorbitante media rappresentata dai 100 milioni di utenti giornalieri attivi, nonché uno dei titoli mobile più fruttuosi della storia del gaming, il connubio formato dallo sviluppatore TiMi Studio Group (Pokémon Unite, Call of Duty: Mobile) e dal publisher Tencent Games (sussidiaria dell'omonimo colosso cinese) pare intenzionato a portare la propria IP anche su console e PC.

    Negli ultimi giorni di ottobre, infatti, il fortunato sodalizio cinese ha annunciato Honor of Kings World, un action RPG di stampo open-world che verrà lanciato in tutto il globo e su "numerose piattaforme" non meglio specificate. In attesa che Tencent Games e TiMi Studio Group svelino anche la data di uscita del prodotto, abbiamo cercato di acquisire quante più informazioni possibili dal primissimo trailer di Honor of Kings: World, affinché potessimo capire cosa aspettarci dall'affascinante titolo appena annunciato.

    Un eroe in erba

    Creato in collaborazione con Liu Cixin, acclamato scrittore di fantascienza noto per la trilogia de "Il ricordo del passato della Terra", nonché primo romanziere cinese a vincere uno Hugo Award per il miglior romanzo, Honor of Kings: World dovrebbe avere per protagonista un giovane uomo diretto a Jixia, la città dove sorge la prestigiosa Jixia Academy, presso la quale si sono formati milioni di eroi. Edificata sulla costa settentrionale dai "Tre Saggi", Zhuang Zhou, Laofuzi e Mozi, la suddetta accademia ha sempre seguito con estremo rigore il principio secondo cui "esistenza e non esistenza si sovrappongono" e chiunque voglia entrarvi è costretto a sostenere un impegnativo esame d'ammissione, che nel nostro caso consisterà nello sconfiggere un feroce quadrupede dotato di corna e artigli.

    Dal momento che publisher e sviluppatore non hanno voluto fornirci alcun dettaglio aggiuntivo su storia e ambientazione, ancora non abbiamo idea del motivo che possa spingere il giovane protagonista a voler entrare a tutti i costi nell'accademia, né se questi sarà un personaggio predefinito, con un sostanzioso background alle spalle, o se invece si rivelerà un avatar personalizzabile. Quel che invece sappiamo con certezza è che l'aspirante eroe non si lascerà minimamente intimorire dal Behemoth che sarà chiamato ad affrontare, tant'è che si lancerà a tutta carica in uno scontro tanto adrenalinico quanto spettacolare.

    Strizzando l'occhio a produzioni del calibro di Monster Hunter, dove il giocatore è chiamato a fronteggiare mostri immensi e a schivarne gli attacchi all'ultimo istante, Honor of Kings: World vedrà gli utenti alle prese con delle bestie talvolta colossali, come il Drago delle Tempeste comparso nella parte centrale del trailer. Andiamo però per gradi, specificando innanzitutto che alle battaglie non parteciperemo mai da soli, ma vi prenderà parte almeno un compagno guidato dall'intelligenza artificiale e rappresentato nella build mostrataci da una fanciulla alquanto abile nell'uso dell'arco. Non è chiaro se il giocatore avrà modo di impartire degli ordini alla propria partner, ma in compenso si direbbe che durante gli scontri quest'ultima lancerà dei suggerimenti, invitando magari il leader ad attirare il nemico in un determinato punto della mappa.

    Tornado al protagonista, non solo potrà utilizzare diverse categorie di lame, ma durante la lotta avrà anche la facoltà di sostituire al volo l'arma principale con un qualsiasi altro strumento di morte presente nel proprio equipaggiamento. Nel filmato, ad esempio, l'abbiamo visto fronteggiare il Behemoth con una spada a due mani e tempestarlo di colpi fino a indebolirlo, per poi tirare fuori delle doppie lame e utilizzarle per mandare a segno una lunga serie di attacchi estremamente rapidi, salvo tornare di nuovo allo spadone per stordire il nemico con un micidiale colpo caricato e frantumare una parte della sua spessa corazza.

    Se da una parte la suddetta clip rivela che i mostri presenteranno delle parti sgretolabili, similmente a quanto accade in un qualsiasi hunting game che si rispetti (a proposito, qui trovate la nostra recensione di Monster Hunter Rise), dall'altra lascia intendere che il cambio d'arma sarà una meccanica estremamente importante nell'economia del gameplay. A ragion veduta, avere sempre a disposizione un armamentario variegato e intuire quale parte del colpo colpire con un determinato strumento di morte diverranno le chiavi per avere la meglio anche sugli avversari più coriacei, indipendentemente dalla loro stazza.

    Osservando le scorciatoie poste nell'angolo in basso a destra dello schermo, si intuisce inoltre che l'eroe di Honor of Kings: World non avrà accesso solo a spadoni e doppie lame, ma si direbbe che all'occorrenza potrà evocare persino uno scudo per parare gli assalti in entrata o ricorrere alla magia elementale per lanciare qualche incantesimo legato al fuoco. È proprio questo curioso dettagli a farci sospettare che il personaggio godrà di un autentico albero delle abilità, attraverso il quale apprendere skill legate tanto alla magia quanto alle varie armi più consone allo stile di combattimento del giocatore.

    Un irresistibile immaginario fantasy

    Descritto come "un ambizioso AAA", di Honor of Kings: World non ci ha colpiti soltanto l'elevata qualità delle animazioni, ma anche e soprattutto la bellezza dei paesaggi finora rivelati. Caratterizzato da colori sgargianti, il nuovo open world spalancherà infatti le porte verso uno splendido immaginario fantasy, che a giudicare da quanto visto nella seconda parte del trailer di annuncio potrebbe rivelarsi anche più vasto e sterminato di quello vantato da Genshin Impact (qui trovate la nostra recensione di Genshin Impact, il fenomenale free-to-play di miHoYo).

    Partendo dal lago dove l'eroe dovrà sostenere l'esame d'ammissione dell'accademia, abbiamo ad esempio potuto ammirare una suggestiva foresta brulicante di mostri, una quercia bianca situata nei pressi di antiche rovine, e non per ultima un'immensa città edificata sulle rive di un fiume e sulla quale troneggia un palazzo ispirato alla tipica architettura cinese, che supponiamo sia in realtà la stessa Jixia Academy.

    Popolato da Behemoth capaci di creare varchi dimensionali e viaggiare nello spazio, da draghi millenari la cui sola presenza è in grado di cambiare radicalmente le condizioni climatiche di un'intera area, senza dimenticare le meravigliose balene che fluttuano sinuose nel cielo e che fungono all'apparenza da mezzo di trasporto, quello di Honor of Kings: World ha tutta l'aria di essere un mondo fantasy di rara bellezza, nonché traboccante di pericoli insidiosi con cui non vediamo l'ora di misurarci.

    Augurandoci che il titolo affondi le proprie radici nella "current-gen" e che il gameplay del prodotto finale possa rivelarsi impressionante come nel filmato, attendiamo con ansia il giorno in cui Tencent tornerà a parlarne, magari per illuminarci sulla sua componente narrativa e sul contributo che lo scrittore Liu Cixin darà al racconto.

    Quanto attendi: Honor of Kings: World

    Hype
    Hype totali: 14
    83%
    nd