KH3

Kingdom Hearts 3: analisi del nuovo trailer del DLC Re:Mind

Il terzo trailer di Re:Mind suggerisce che non dovremo attendere il prossimo episodio della saga per scoprire il destino riservarto al protagonista Sora.

anteprima Kingdom Hearts 3: analisi del nuovo trailer del DLC Re:Mind
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Diciamoci la verità: dopo aver visionato i primi due trailer di Re:Mind, pubblicati rispettivamente in occasione dell'E3 e del Tokyo Game Show 2019, pensavamo che il primo e forse unico DLC di Kingdom Hearts III sarebbe stato soltanto una mera retcon atta a riscrivere il frettoloso scontro finale fra i Guardiani della Luce e i Cercatori dell'Oscurità. Scovato nei giorni scorsi sul canale ufficiale YouTube di Square Enix, il terzo trailer del prodotto suggerisce invece che il contenuto a pagamento potrebbe essere molto più che una seconda stesura - in questo caso corretta e riveduta - degli eventi cui abbiamo assistito lo scorso gennaio. Piccoli indizi sollevano infatti il sospetto che il DLC, un po' come avvenuto in Chain of Memories e (seppur a grandi linee) in Dream Drop Distance, possa includere due storie parallele e ugualmente importanti per la totale comprensione del criptico finale di KH3 (per maggiori dettagli vi invitiamo a consultare lo speciale dedicato al comparto narrativo di Kingdom Hearts III). Dal momento che l'analisi del video potrebbe contenere degli spoiler sulla trama della saga, consigliamo a chiunque non abbia ancora completato il terzo episodio del brand a interrompere immediatamente la lettura dell'articolo.

    L'ultimo viaggio di Sora, di nuovo

    Come saprà chiunque abbia completato l'ultima fatica di Tetsuya Nomura e del suo team, la campagna principale di Kingdom Hearts III si è conclusa con un finale piuttosto enigmatico: sconfitto il malvagio Xehanort, Sora ha utilizzato il pericoloso Potere del Risveglio per salvare Kairi, salvo dissolversi nell'aria dopo avere riportato l'amica di infanzia sulle Isole del Destino. Proprio al DLC intitolato Re:Mind è stato quindi affidato il vitale incarico di raccontare l'ultimo viaggio di Sora e spiegare nel dettaglio il significato della sua drammatica scomparsa.

    Come confermato dai precedenti trailer, il ragazzo viaggerà nel tempo per tornare nel bel mezzo dell'appena conclusa guerra tra luce e oscurità, permettendo ai giocatori di scoprire quello che la stessa Square Enix descrive come "l'altro racconto che si è svolto durante il climax di Kingdom Hearts III". Il tuffo nel passato consentirà infatti di esplorare a dovere i personaggi e soprattutto i momenti che non hanno trovato il giusto spazio tra i precipitosi capitoli 12 e 15 dell'avventura, con la speranza che questa volta tutti i nodi vengano infine al pettine.

    Per cominciare, il buon Sora dovrà fare i conti con le paure di Aqua, che a quanto pare vedeva la propria immagine riflessa nell'infinita oscurità evocata da Xehanort nei pressi del Cimitero dei Keyblade. Molti saranno i nemici che l'eroe riaffronterà o fronteggerà per la prima volta, come ad esempio una versione ricolorata e forse più potente dell'Inferno Oscuro (il boss segreto di cui vi abbiamo parlato nello speciale dedicato alle sfide post game di KH3), la sempre affascinante e minacciosa Replica di Riku, e tutte le altre "incarnazioni" del diabolico Maestro del Keyablade.

    Pur essendo una rilettura approfondita degli eventi già visti, si direbbe che stavolta i numerosi combattimenti sostenuti dal ragazzo saranno molto più impegnativi, sofferti e cinematici di quanto non fossero in origine: non soltanto Sora dovrà lottare all'interno di arene tetre e spettacolari, ma non potrà nemmeno contare su Pippo, Roxas, Riku e tutti gli altri guerrieri che la volta scorsa si sono battuti al suo fianco, affinché la luce potesse prevalere sull'oscurità. In compenso, Re:Mind introdurrà due nuove fusioni e soprattutto inserirà un'altra volta gli amatissimi e iconici Keyblade chiamati Oblivion e Oathkeeper, ampliando le risorse del coraggioso eroe dai capelli a punta.

    Non solo Sora

    Ad ogni modo, Sora non sarà l'unico personaggio giocabile del pacchetto, in quanto i giocatori potranno assumere il controllo anche degli altri Guardiani della Luce. Oltre alla già confermata battaglia condotta da Axel, Roxas e Xion che li vedrà alle prese con un Saix più feroce che mai, Re:Mind conterrà infatti una cinematica sequenza di lotta in cui Topolino, Ventus e gli Eroi del Keyblade faranno i conti con le incarnazioni di Xehanort affrontate in precedenza fra le strade della maestosa e malinconica città di Scala ad Caelum (che questa volta potrà essere esplorata liberamente, al pari di un mini-mondo). Per la gioia dei fan, una Kairi addirittura controllabile si unirà per la prima volta alla mischia e, al fianco dell'amato Sora, darà del filo da torcere al diabolico e anziano maestro, mostrando i frutti del rigoroso addestramento cui Merlin ha sottoposto la fanciulla e l'amico Lea.

    Il recente trailer conferma poi che il DLC, tra una sfida e l'altra, andrà a svelare alcuni dei più chiacchierati misteri di tutto Kingdom Hearts III, come ad esempio quello legato alla carta che Luxord, in punto di morte, ha donato al giovane Sora. Nel filmato è infatti possibile assistere a una chiacchiera tutt'altro che piacevole fra Xigbar e lo stesso Luxord, che addirittura menzionerà l'oggetto che tutti i fan della serie vorrebbero finalmente aprire: la misteriosa Scatola Nera più volte accennata da Malefica e dall'enigmatico Maestro dei Maestri, il cui ruolo risulta tutt'oggi incerto.

    Nel contenuto a pagamento troverà inoltre spazio Demyx, che nel gioco principale era invece caduto in un abissale dimenticatoio. Tutto lascerebbe difatti pensare che proprio il buffo chitarrista dell'originale Organizzazione XIII abbia avuto un ruolo marginale nella Guerra dei Keyblade e nel recupero del prezioso corpo che potesse contenere il cuore di Naminé, il cui effettivo ritorno è avvenuto solo durante il lungo filmato finale di Kingdom Hearts III.

    Oltre lo scontro finale

    Se inizialmente pensavamo che la trama di Re:Mind sarebbe stata incentrata solo sul mai raccontato salvataggio di Kairi, il nuovo trailer lascia invece intendere che il DLC potrebbe includere una storia extra. Non solo il video conferma che il complesso compito di riportare a casa il compagno d'arme toccherà nuovamente a Riku, come avevamo ipotizzato mesi orsono, ma la presenza di alcune scene ambientate dopo la scomparsa di Sora suggerisce che non dovremo affatto attendere un ipotetico Kingdom Hearts 4 (o magari l'ennesimo spin-off della saga) per assistere al viaggio intrapreso dal Maestro del Keyblade. Nel tentativo di capire cosa sia accaduto al ragazzo, Riku farà visita a tutti i suoi amici, i quali affermeranno di ricordare della sua esistenza - un probabile riferimento a quanto avvenuto nel già menzionato Chain of Memories.

    A dispetto di quanto affermato in precedenza dallo stesso Nomura, che aveva ritenuto non più necessari i personaggi tratti dalla saga di Final Fantasy, il viaggio di Riku sarà il giusto pretesto per incontrare di nuovo Aerith, Yuffie e Leon (Squall), i quali potrebbero avere un qualche legame col misterioso personaggio comparso a fine trailer e già ammirato nel cosiddetto "Verum Rex": Yozora. Caratterizzato da eterocromia e da un look a metà fra il Noctis di Final Fantasy Versus XIII e lo stesso Riku, il ragazzo incontrerà per la prima volta il nostro Sora, ma sarà un alleato o un nemico? Un dubbio, questo , che ci ha attanagliati per diversi mesi, ma che potremo fugare una volta per tutte il prossimo 23 gennaio.

    Che voto dai a: Kingdom Hearts 3

    Media Voto Utenti
    Voti: 146
    8
    nd