Anteprima Kingdom Hearts 3D: Dream Drop Distance

La saga di Kingdom Hearts continua su Nintendo 3DS

anteprima Kingdom Hearts 3D: Dream Drop Distance
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

In Giappone è appena arrivata la versione Final Mix di Kingdom Hearts: Birth By Sleep (e la promessa della realizzazione di un Volume 2). In Europa è giunto da poche settimane lo spin-off ReCoded. Ma per la serie prodotta da Square e Disney e creata da Testuya Nomura non è certo il momento di riposarsi. Sebbene siano ancora lunghi i tempi per l'arrivo di un terzo episodio, la trama principale, tassello dopo tassello, sta progressivamente avanzando verso l'epilogo. La serie, stando alle parole del suo creatore, sta entrando in una fase di transizione molto importante, e l'arrivo di una console innovativa come il Nintendo 3DS è l'occasione giusta per introdurre alcune novità interessanti all'interno di plot e gameplay. Nasce così Kingdom Hearts: Dream Drop Distance (3D): un capitolo che giungerà sul mercato prossimamente, e che promette davvero di rivoluzionare la struttura di Kingdom Hearts come l'abbiamo conosciuta fino ad oggi.

Falling in your Dreams

Dopo la distruzione di Ansem e Xemnas per mano di Sora, il malvagio Xehanort è ritornato in vita. Per risolvere questa intricato problema il maestro Yen Sid ordina a Re Topolino di richiamare Sora e Riku, per fargli intraprendere il lungo e difficile percorso: i due dovranno affrontare l'esame del Mark of Mastery per diventare Keyblade Master.
Il primo trailer ufficiale del gioco inizia con la scena finale di Black Point, l'epilogo di "Birth By Sleep": Riku chiede a Sora se ha preso una decisione riguardo alla lettera ricevuta alla fine di Kingdom Hearts II, e lui gli risponde di si. Gli appassionati si districheranno certamente meglio dei neofiti fra gli elementi di un plot che pare abbastanza articolato. Già gli spunti narrativi introdotti dal primo trailer sembrano dipingere un impasto abbastanza denso: ancora una volta l'episodio pare dedicato agli irriducibili fan della saga: senza aver metabolizzato al meglio la "continuity" di Kinghdom Hearts, il rischio è quello di non poter apprezzare al meglio le varie sfaccettature della trama. Ma al di là di questo aspetto, il trailer prosegue entrando nel vivo dell'azione: in una scena, Riku è circondato dalle ombre nella Città di Mezzo. Dal cielo cadono diversi Sora: uno tocca terra e si prepara al combattimento. Ed è qui che le novità vengono a galla: i nostri due eroi fanno sfoggio di attacchi acrobatici mai visti prima d'ora: si librano in aria, rimbalzano sui muri, scivolano lungo alcune rampe e attaccano i nemici roteando attorno ai lampioni della città. Una maggior interazione con gli elementi dello scenario, insomma, sembra poter ravvivare in qualche modo il Battle System. Non solo, anche l'esplorazione degli ambienti potrebbe giovarne: i "grind" lungo le rotaie, i salti da un muro all'altro negli stretti vicoli dell'ambientazione, potrebbero diventare un sistema per raggiungere nuove locazioni. In generale, al di là delle speculazoni, il ritmo di questo Kingdom Hearts appare abbastanza indiavolato, e già incuriosisce non poco gli appassionati, stuzzicati da tante introduzioni che potrebbero di fatto svecchiare non solo la saga, ma l'intero genere di riferimento.
Mentre attendiamo ulteriori dettagli sul sistema di combattimento, Nomura ha confermato che un'altra delle grandi innovazioni presenti nel titolo sarà il cambio improvviso del personaggio che comanderemo durante il gioco. In Kingdom Hearts 3D potremo impersonare sia Sora e Riku, ma dove e quando non spetterà a noi deciderlo. A differenza di giochi in cui il cambio di ruoli è facilmente prevedibile seguendo il dipanarsi della storia, in questo caso lo switch tra i due aspiranti Keyblade Master sarà totalmente slegato dal filo narrativo. I cambi saranno imprevedibili e potranno avvenire sia durante l'esplorazione che nel bel mezzo delle battaglie. La ragione principale che ha spinto Nomura e il suo team ad intraprendere questa scelta è la volontà di mantenere alta l'attenzione per tutto il corso dell'avventura. Sora e Riku offriranno poi una duplice versione della storia: il filo conduttore degli eventi sarà diviso in due time-line complementari, che correranno su piani differenti. I due visiteranno ad esempio gli stessi luoghi in contesti diversi, e sconfiggeranno boss distinti. Anche il sistema di controllo e gli attacchi saranno diversi per i due protagonisti, sebbene i dettagli riguardo questo aspetto non siano ancora stati mostrati. Per quello che possiamo carpire dalle parole del game designer, ci troveremo di fronte ad una differenziazione di gameplay simile a quella vista in Kingdom Hearts Chain of Memories.
Altre novità riguarderanno i mondi di Kingdom Hearts, finalmente ampliati con scenari inediti: dal trailer possiamo scorgerne uno, la cattedrale tratta dal Gobbo di Notre Dame, ma altri ne arriveranno (confermati anche i luoghi più caratteristici della saga, non preoccupatevi). Per quel che riguarda il profilo tecnico, KH 3D sfrutterà la visuale tridimensionale del Nintendo 3DS per dare al giocatore la sensazione di vivere in prima persona le avventure di Sora e Riku. L'effetto visivo sarà utilizzato soprattutto per incrementare la profondità di campo, in special maniera in quelle situazioni in cui i due protagonisti cadranno da grandi altezze, o sorvoleranno grandi distanze grazie ai loro nuovi poteri.

Kingdom Hearts 3D: Dream Drop Distance Kingdom Hearts 3D: Dream Drop Distance offre un nuovo punto di vista sull'affascinante mondo creato quasi dieci anni fa da Square e Disney. Ultimamente la saga ha perso un po' di smalto, soprattutto a causa dell'esitazione da parte del suo creatore di focalizzarsi sulla trama principale: gli episodi "al margine", interessanti per gli appassionati, non hanno fatto altro che allungare il brodo di una vicenda già abbastanza articolata di suo. Kingdom Hearts 3D non sarà del calibro dell'atteso terzo episodio su home console, ma almeno ha il coraggio di osare sul fronte del gameplay, e propone soluzioni ludiche innovative, che di certo riaccenderanno l'interesse di molti nei confronti di questa saga.

Che voto dai a: Kingdom Hearts 3D: Dream Drop Distance

Media Voto Utenti
Voti: 12
8.2
nd