LEGO Star Wars Battles: l'unione fa la Forza su Apple Arcade

Il Tower Defence che fonde l'immaginario di Guerre Stellari con i mattoncini LEGO arriva in esclusiva su Apple Arcade, senza acquisti in-app di alcun tipo.

LEGO Star Wars Battles: l'unione fa la Forza su Apple Arcade
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Dopo il ritorno nelle sale cinematografiche segnato dalla controversa nuove trilogia e dall'apprezzato Rogue One: A Star Wars Story, la Galassia Lontana Lontana ha progressivamente ripreso ad espandere i propri confini. Sotto l'egida Disney, la saga di Guerre Stellari ha conquistato i canali di Disney+ con un ricco programma di serie TV dedicate, tra il riuscitissimo The Mandalorian e il futuro esordio di The Book of Boba Fett e di serial dedicati ad Asoka Tano e Obi-Wan Kenobi. L'universo espanso ha poi potuto contare anche su nuove produzioni animate, come la recente produzione anime di Star Wars: Visions, oltre che sul debutto in librerie e fumetterie di un intero ciclo narrativo inedito, battezzato Star Wars: L'Alta Repubblica.

    Ormai pienamente multimediale, l'universo concepito da George Lucas non poteva esimersi da un ritorno in pompa magna anche sui canali videoludici. Dall'apprezzato Star Wars: Jedi Fallen Order all'ancora misterioso Star Wars open world di Ubisoft, passando per il free to play Star Wars: Hunters e l'attesissimo remake di Star Wars: Knights of the Old Republic, sono moltissimi i titoli ambientati nei più disparati angoli della Galassia Lontana Lontana. A questi ultimi si aggiunge ora anche LEGO Star Wars: Battles, disponibile da oggi in esclusiva su Apple Arcade. In vista dell'uscita, abbiamo avuto l'occasione di prender parte ad una presentazione dedicata organizzata da Warner Bros. e TT Games Brighton. Guidati da Jason Avent, (Vice President & Studio Head), Chris Bowles, (Creative Director) e Steve Wilding (Art Director), abbiamo imbracciato la spada laser per scoprire cosa attenderci da questo Tower Defense.

    L'unione fa la Forza

    In sviluppo da oltre due anni, LEGO Star Wars: Battles mira a riproporre le dinamiche tradizionali dei Tower Defence mobile, declinandole però nel coinvolgente universo di Guerre Stellari. Aggiungendo a questa semplice formula l'ironia e la leggerezza tipiche dei videogiochi LEGO, è possibile farsi un'idea complessiva piuttosto a fuoco di cosa ci si possa attendere dalla produzione TT Games.

    Attingendo a tutte le ere dell'epopea di Guerre Stellari, la software house ha dato vita ad una celebrazione goliardica e in miniatura dell'universo di personaggi, veicoli e creature che ha fatto la fortuna dell'immaginario di George Lucas. Da Luke Skywalker a Darth Vader, dagli Ewok ai Porg, passando per Boba Fett, la principessa Leia Organa, frotte di Stormtrooper e droidi di ogni genere, LEGO Star Wars: Battles propone scontri multiplayer 1v1, in cui il lato chiaro della Forza si contrappone alle schiere imperiali. Attingendo al proprio deck di eroi, navicelle e torri, il giocatore ha l'obiettivo di arrestare l'avanzata dell'avversario, sino ad ottenerne la distruzione completa delle truppe in campo.

    Senza alcun tipo di vincolo di canone, i campi di battaglia dell'esclusiva Apple Arcade possono tranquillamente ospitare scontri tra stormi di Porg e Lord Vader, mentre i camminatori dell'Impero possono cercare di abbattere il giovane Yoda. L'effetto complessivo può risultare straniante a primo acchito, ma la potenza della licenza LEGO sta proprio nel rendere credibile anche le combinazioni più surreali. Per dar vita ad ogni unità di combattimento, TT Games ha utilizzato come modello le mini-figure LEGO esistenti in commercio, mentre il sistema di animazioni è stato mutuato dai lungometraggi LEGO Movie. Per gli amanti di questo tipo di estetica, il connubio che ne risulta è sicuramente gradevole, con un piccolo tocco di classe che coinvolge le torri presenti nel gioco. Queste ultime sono infatti state create ex novo dagli sviluppatori, che si sono però assicurati di sfruttare combinazioni di mattoncini effettivamente riproducibili nella realtà.

    Anche sul fronte delle ambientazioni, LEGO Star Wars: Battles non si risparmia, con le arene degli scontri che spaziano da Jakku ad Endor, passando per le distese innevate di Hoth alle profondità oceaniche di Naboo.

    Presenti all'appello anche Takodana, Kashyyk, Kamino e altri ancora, per una produzione che punta a fare della varietà e della ricchezza di contenuti uno dei propri punti di forza assoluti. Non a caso, TT Games ci ha già potuto confermare l'esistenza di una nutrita roadmap dedicata al supporto post-lancio del titolo Apple Arcade. Nel prossimo futuro, ulteriori personaggi, veicoli e pianeti di Guerre Stellari si faranno strada in LEGO Star Wars: Battles, con gli autori che - pur senza scendere nei dettagli - hanno promesso grandi sorprese in arrivo, sia in termini di unità di combattimento sia di modalità di gioco. Un approccio virtuoso, soprattutto alla luce di una completa assenza di microtransazioni all'interno del Tower Defence. Ogni singolo contenuto può essere sbloccato tramite le valute in-game, mentre ogni aggiunta post-lancio sarà assolutamente gratuita. Nella Galassia Lontana Lontana, insomma, non c'è spazio per Season Pass, Battle Pass o transazioni che fanno ricorso a valuta reale: una piacevole scoperta per chi si accinge a dilettarsi con LEGO Star Wars: Battles.

    Una Galassia di mattoncini

    Come già accennato, in LEGO Star Wars: Battles gli scontri 1v1 vedono le fazioni del lato chiaro della Forza contrapporsi alle forze del lato Oscuro, all'interno di piccole arene ispirate ai luoghi più iconici della saga. Gli scontri in tempo reale proposti dalla produzione Warner Bros. non si distaccano nella struttura dai canoni tipici del genere, con meccaniche di cooldown a regolare l'ingresso in campo di nuove unità e la piena libertà per il giocatore di decidere il posizionamento delle proprie truppe sul campo di battaglia.

    Vincendo gli scontri e sbloccando una serie di obiettivi, è possibile guadagnare cristalli e mattoncini, le valute alla base dell'economia in-game del Tower Defence.

    Con queste ultime, è possibile sbloccare tutti gli elementi di LEGO Star Wars: Battles, realizzando ad esempio acquisti nel negozio in-game dedicato alle carte. Ma per divenire veri Maestri Jedi del titolo non è sufficiente ampliare le proprie forze, ma è invece essenziale incrementarne la potenza. Dopo aver accumulato un certo numero di carte - tramite vittorie, acquisti nello store, sblocco di ricompense speciali -, sarà infatti possibile investire un po' dei propri mattoncini per potenziare le unità da combattimento. Un passaggio sul quale TT Games ha posto un'enfasi particolare, evidenziando come il rafforzamento di campioni, veicoli e torri rappresenti un'operazione essenziale per poter avanzare nella scoperta di tutti i pianeti di LEGO Star Wars: Battles.

    Per garantire scontri il più possibile divertenti e dinamici, la software house ha attinto con generosità da tutte le ere di Guerre Stellari. Oltre che a soddisfare gli appassionati della saga, tale scelta è utile anche a conferisce una certa profondità strategica agli scontri. Per quanto brevi, questi ultimi possono infatti beneficiare di interessanti interazioni tra le diverse unità. L'ampio arsenale di Cavalieri Jedi, combattenti da mischia, veicoli terrestri e navicelle genera in effetti un costante movimento nell'arena, accompagnato dagli immancabili effetti sonori originali dei film di Star Wars. Illuminazione in tempo reale e piogge di mattoncini originate dalle unità distrutte completano l'impatto estetico proposto dal Tower Defence.

    Sul fronte della progressione, segnaliamo la previsione di stagionali Season Path. Questi ultimi rappresentano sostanzialmente dei percorsi di potenziamento che i giocatori possono scalare tramite diverse attività, quali conquista di vittorie, utilizzo di abilità speciali dei propri eroi, costruzione di torri e simili. Sbloccando i molteplici tasselli di un Season Path, gli aspiranti Jedi (o Sith) possono conquistare diverse ricompense: nuove carte, cristalli, mattoncini e altro ancora. Completando completamente il percorso di progressione, si avrà inoltre diritto a una Emote esclusiva. Un sistema che mira chiaramente a invogliare i giocatori a sperimentare e a scoprire quanti più aspetti possibili di LEGO Star Wars: Battles.

    A completare il quadro, non potevano infine mancare speciali eventi in-game, volti ad arricchire ogni Stagione. Questi ultimi avranno durata variabile e richiederanno ai combattenti di soddisfare particolari requisiti, come l'utilizzo in battaglia di uno specifico deck o l'impiego delle abilità speciali di un dato eroe. A ricompensare l'impegno della community, ci penseranno speciali ricompense, come medaglie o emote legate al tema della Stagione in corso.

    LEGO Star Wars Battles Privo di microtransazioni e ricco di contenuti estrapolati da ogni epoca dell'universo di Guerre Stellari, LEGO Star Wars: Battles mira a dar vita ad una celebrazione ironica e in miniatura dell'immortale saga multimediale. Da Luke Skywalker a BB-8, passando per Capitan Phasma e Chewbacca, l'esclusiva Apple Arcade non dimentica nessuno, confezionando un Tower Defence dalle dinamiche non certo innovative, ma permeato di passione per la Galassia Lontana Lontana.

    Quanto attendi: LEGO Star Wars Battles

    Hype
    Hype totali: 6
    52%
    nd