E3 2019

LEGO Star Wars The Skywalker Saga: che la Forza sia con i mattoncini

All'E3 di Los Angeles è stato annunciato LEGO Star Wars The Skywalker Saga, nuovo gioco di Guerre Stellari a base di mattoncini.

LEGO Star Wars The Skywalker Saga: che la Forza sia con i mattoncini
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Potrebbe un videogioco su licenza della Lego divenire una delle migliori trasposizioni videoludiche di Star Wars? Dopo aver assistito alla breve presentazione di The Skywalker Saga la risposta è sorprendentemente positiva. Questa volta TT Games sembra aver fatto le cose in grande, costruendo letteralmente una nuova generazione di giochi a marchio Lego: si tratta senza mezzi termini del progetto più gigantesco mai partorito dallo studio, una festa di fan service, ironia e divertimento che come da tradizione costituisce ogni titolo del team di sviluppo. L'ambizione è quella di proporre un riassunto dell'intera saga cinematografica nata dalla mente di George Lucas, eccezion fatta per gli spin-off. Ecco perché nel menù di gioco potremo scegliere da quale episodio partire tra i nove disponibili, cominciando magari (in ordine di uscita) da Una Nuova Speranza ed arrivando fino a L'ascesa di Skywalker. Per attendere la release del nono film, Lego Star Wars giungerà sui nostri scaffali in un generico 2020: un tempo necessario per allestire e rifinire nel dettaglio quello che si preannuncia come la più grande incarnazione dei mattoncini nel mondo dei videogames.

    Piccoli open world di mattoni

    Più che un singolo prodotto, The Skywalker Saga assomiglia ad una serie di giochi inseriti in un unico pacchetto. Ogni episodio infatti conterrà a sua volta tutte le locations, tutti i personaggi e gli eventi raccontati dai rispettivi film, per un'offerta ludica dalle dimensioni "stellari". Nella breve demo hands-off a cui abbiamo assistito, il team ci ha mostrato uno stralcio di gameplay proveniente da Il Ritorno dello Jedi, e possiamo garantirvi che - se questo è solo un assaggio della versione finale - la forza scorre potente in TT Games.

    Per darvi un'idea della grandezza del prodotto, vi basti pensare che il filmato si apriva nello spazio, a bordo del Millennium Falcon, mentre si trovava nei pressi dell'orbita di Tatooine: la resa visiva, di primo impatto, ci è parsa davvero elevatissima, merito del nuovo engine capace di renderizzare panorami molto dettagliati e centinaia di mattoncini a schermo. E mentre lo studio ci ha confermato che potremo girovagare liberamente nello spazio, siamo stati testimoni di uno scontro spaziale vivacissimo e spettacolare, che si è concluso con l'atterraggio sul pianeta. Prima di giungere a terra, tuttavia, TT Games ha ribadito che Tatooine sarà solo uno dei numerosi ambienti esplorabili, dal momento che ciascun episodio ci permetterà di accedere, tramite un'apposita mappa interstellare, ai luoghi più iconici del film. Dovete immaginare ogni pianeta come un piccolo open world sulla scia degli altri giochi Lego, nel quale correre dritti verso l'obiettivo della missione oppure perdersi nelle innumerevoli attività secondarie. Moltiplicate tutte queste possibilità per nove ed avrete più o meno chiara la dimensione di The Skywalker Saga. Francamente, è una mole contenutistica che - se tutto andrà come previsto - potrebbe davvero lasciarci senza fiato. Senza contare che la "quantità" non è la sola arma tra le mani di TT Games: occorre considerare, d'altronde, che il team ha rielaborato le trame della saga, per adattarle al suo stile pieno di genuino umorismo. Una reinterpretazione che speriamo possa rendere onore alle ambizioni del progetto, senza correre il rischio - data la vastità del gioco - di annacquarsi e diventare troppo ripetitiva.

    L'ascesa dei mattoncini

    Oltre a settare nuovi traguardi grafici e strutturali per il team, The Skywalker Saga introduce anche alcune novità sul piano del gameplay. Anzitutto, com'era prevedibile, avremo modo di pescare da un manipolo stratosferico di personaggi selezionabili: ci riferiamo a più di 200 avatar da controllare, ognuno dei quali si porterà caratteristiche proprie sul versante delle abilità e della giocabilità. In base all'eroe da impersonare, cambierà il gameplay della produzione e le situazioni da affrontare, così come cambieranno anche i meccanismi di risoluzione dei puzzle ambientali.

    Ad esempio, una volta sbloccato C3PO, potremo decifrare una lingua che per Luke Skywalker è incomprensibile, mentre brandendo la spada laser dello Jedi avremo l'occasione di eliminare i nemici tramite l'utilizzo di un rinnovato sistema di combattimento corpo a corpo, basato su una dinamica di combo che offrirà maggiori ricompense in base al quantitativo di colpi andati a segno. Allo stesso modo, sempre nei panni di Skywalker, riusciremo a sfruttare i poteri della forza per muovere gli elementi dello scenario, oppure addirittura condizionare la mente degli animali, inducendoli a comportarsi in modo buffo oppure ad attaccare gli avversari ed usarli come strumento offensivo.

    Se compiremo alcune azioni specifiche e combineremo diversi poteri, dando sfogo alla nostra fantasia, potremo anche rinvenire qualche segreto sparso nell'universo di gioco, alla scoperta di gustosi easter egg. È in questa maniera che TT Games prova a valorizzare la sperimentazione, l'approccio creativo e la varietà ludica di The Skywalker Saga. A chiosa delle novità finora confermate dallo studio, troviamo anche un rifinito sistema di shooting, che consente di mirare con una precisione superiore, avvicinando il mirino alla spalla, come in un TPS. Ovviamente, dal momento che la build era ancora in una fase abbastanza arretrata, sia le sparatorie sia il combattimento melee apparivano piuttosto grossolani nella gestione degli impatti.

    L'impressione in ogni caso è che Lego Star Wars non intenda rivoluzionare la formula di gioco della saga, ma ampliarla e rifinirla a tal punto da settare nuovi standard per le opere dedicate ai mattoncini più famosi del mondo. Sotto questo punto di vista, soprattutto se valutiamo la portata delle promesse effettuate dallo studio, le aspettative sono decisamente elevate: del resto, The Skywalker Saga prova non solo a svecchiare in pare una struttura ludica ed alcune asperità di gameplay che da troppo tempo caratterizzano il franchise, ma anche a fornire uno dei più completi omaggi alla serie di George Lucas.

    Per partire alla volta di una galassia lontana lontana dovremo però attendere un periodo imprecisato del 2020, dopo la conclusione della terza trilogia cinematografica. Dal canto nostro, stiamo già sentendo "come una perturbazione nella Forza".

    Quanto attendi: LEGO Star Wars The Skywalker Saga

    Hype
    Hype totali: 30
    84%
    nd