Anteprima Lumines 2

A tu per tu con Tetsuya Mizuguchi e il suo Lumines 2

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Psp
  • Sightseen in Milan...

    ...o, che dir si voglia, cronache di un giapponese a Milano.
    Inizia con una "cronocaca turistica", infatti, la serata dedicata alla presentazione della nuova opera di Mizuguchi: Lumines II.
    Se vi state chiedendo cosa fa un programmatore giapponese in trasferta all'estero, per passare la giornata in attesa della presentazione serale, sappiate che ha ingannato l'attesa godendosi il (pallido) sole milanese, passeggiando per il centro, mangiando un gelato e bevendosi una birra.

    Arrivati al crystal bar la scena che si palesa è quella di un Mizuguchi intento a giocare a Lumines II.
    La PSP collegata al proiettore trasmette le immagini dei vari livelli che si susseguono, agilmente scalati da "mizu" mentre musica e video nello sfondo allietano il tutto.
    Quando finalmente tutti gli invitati all'evento prendono posto, dopo che il contatore della PSP di Mizuguchi aveva raggiunto la cinquantina di livelli superati, ecco che viene presentato il game designer giapponese.
    Palesando un po' di timidezza e mostrando alcune titubanze nell'uso dell'inglese (di tutto rispetto comunque, soprattutto considerando le difficoltà nell'apprenderlo che hanno i popoli di madrelingua orientale) il papà di Lumines ci spiega che cosa ci offrirà il suo secondogenito...

    Interactive MTV


    Più che ad un seguito, ci troviamo di fronte ad un fratello. L'intento del team di sviluppo era quello di restaurare il capitolo originae ed aggiungere fregi con lo stucco, al fine di rendere l'esperienza ancora più eclettica e godibile.
    Da questo intento ecco che scaturisce la soluzione adottata: al posto delle skin statiche o con qualche elemento mobile del primo capitolo sono stati usati video musicali di artisti internazionali come Black Eyed Peas, Gwen Stefani o Hoobastaink: circa 100 quelli previsti, affiancati da una sessantina di skin statiche.

    La scelta del supporto video e l'internalizzazione della musica in questo seguito può far storcere il naso ai puristi, che hanno sempre appoggiato le scelte controcorrente del game designer giapponese e potrebbero rimanere con l'amaro in bocca di fronte all'evidenza di selezioni dettate in parte da strategie di marketing.
    D'altro canto questa operazione ha il pregevole merito di avvicinare i casual gamers al genere dei Puzzle Game - catalogato di solito come "atipico". In tal maniera potrebbe abituare il popolo ludico, di fronte a una produzione videoludica in molti casi stantia, ad ampliarne i propri orizzonti e prestare attenzione più alla qualità artistica dei prodotti che ai brand famosi.

    Musiche e video noti, ritmo di azione frenetico e sfavillio di colori sull'ottimo schermo di PSP sono pronti ad offrire un passatempo che unisce il piacere acustico all'intrattenimento videoludico: che sia la strada per il futuro dei lettori mp3 in stile "interactive MTV"?
    Oltre all'innovazione riguardante i video è infatti stata introdotta la possibilità di creare delle playlist da "suonare" nelle sessioni di gioco, la modalità di skin editor e un sistema di missioni in cui sarà necessario completare il livello con certe modalità ed entro un determinato tempo/numero di step.

    Invariate le altre caratteristiche di single e multiplayer, per le quali rimandiamo il lettore alla recensione del primo capitolo: Lumines

    Lumines 2 Poche aggiunte ma una significativa rinfrescata a un puzzle game che ha avuto un successo tale da richiedere un seguito (ed una versione anche per il live arcade). Ancora una volta l'estro e la follia di Mizuguchi sembra aver prodotto un'"opera" valida, divertente e estremamente longeva (soprattutto per chi è a caccia di record); attendiamo ora la risposta del pubblico.

    Quanto attendi: Lumines 2

    Hype
    Hype totali: 0
    ND.
    nd