Magic: Tutto Diverrà Uno, la guerra per il Multiverso è a Phyrexia

La nuova espansione di Magic, Phyrexia: Tutto Diverrà Uno, sarà lanciata a febbraio e Wizards of The Coast ci ha svelato tutte le novità del set.

Magic: Tutto Diverrà Uno, la guerra per il Multiverso è a Phyrexia
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Stadia
  • Xbox Series X
  • Magic: The Gathering ha compiuto trent'anni a metà 2022: le celebrazioni iniziate con il set Dominaria Unita hanno portato a un colossale reboot per il TCG di Wizards of The Coast, con l'inaugurazione di una storyline multi-set che, partendo proprio da Dominaria Unita, si è sviluppata nell'espansione La Guerra dei Fratelli e, ora, anche in Phyrexia: Tutto Diverrà Uno (Phyrexia: All Will Be One in inglese). Quest'ultimo set sarà il penultimo dell'arco narrativo inaugurato lo scorso anno, che dovrebbe arrivare a conclusione entro metà 2023 con la prossima espansione mainline di Magic, di cui ancora non sappiamo nulla.

    Wizards of The Coast ci ha dato la possibilità di partecipare a una tavola rotonda con Mike Turian, Game Architect di Magic, Ovidio Cartagena, Art Director di Phyrexia: Tutto Divverà Uno, e Mary Katherine Amiotte, linguista specializzata nel Phyrexiano, che ci hanno svelato tantissime novità sul set molto gradite ai collezionisti, ai giocatori competitivi e agli appassionati della lore di Magic.

    Nuova Phyrexia come l'Inferno dantesco

    Come promesso al termine di La Guerra dei Fratelli, i Planeswalker porteranno la guerra su Nuova Phyrexia nel corso di Tutto Diverrà Uno.

    Perliamo del mondo di origine dei phyrexiani, di un piano artificiale costruito sulla base di Mirrodin, un altro universo creato dal Planeswalker Karn. I phyrexiani hanno conquistato Mirrodin, ma ciò non significa che essi dominino incontrastati sul piano: al contrario, gli antichi abitanti di Mirrodin si sono organizzati in una resistenza contro le macchine, che proprio in Phyrexia: Tutto Diverrà Uno si alleerà con i Planeswalker di Dominaria. Ovidio Cartagena racconta che "nuova Phyrexia è basata sulla Divina Commedia: essa rappresenta una sorta di discesa all'inferno, composta da nove cerchi concentrici, ciascuno basato su un'area diversa del piano". Per questo motivo, i designer di Magic hanno pensato a nuovi artwork per le Terre Base, che per Cartagena rappresentano dei "monumenti alla grandezza di Phyrexia". Accanto a questi ultimi, poi, troviamo le Dual Lands, ovvero delle Terre "miste", descritti come "il risultato delle conquiste di Phyrexia nel Multiverso e la compenetrazione tra le diverse aree del piano di Mirrodin". Se Mirrodin rappresenta la superficie del piano delle macchine, ogni sua regione è retta da uno dei pretori phyrexiani.

    Tra i luogotenenti della Madre delle Macchine Elesh Norn troviamo Urabrask, signore della Forgia, rifugio della resistenza Mirrodin. C'è poi il mastodontico Vorinclex, che domina il Labirinto del Cacciatore e infine Jin-Gitaxias, Pretore del Motore di Nuova Phyrexia, che nella Surgical Bay studia i Planeswalker. Proprio gli esperimenti di Jin-Gitaxias sono fondamentali per la sopravvivenza dei phyrexiani. Siccome questi ultimi non sono altro che delle macchine prive di anima, il loro progetto di conquista del Multiverso deve passare per il controllo di alcuni Planeswalker umani. Come già successo nel passato di Magic: The Gathering, alcuni Planeswalker si uniranno a Phyrexia cedendo alla lusinga della "perfezione" promessa dalle macchine. Uno di questi, per esempio, è il Mago Jace Beleren, che proprio in Phyrexia: Tutto Diverrà Uno, verrà trasformato nella carta Planeswalker Leggendario "Jace, la Mente Perfezionata". Wizards of The Coast ha già confermato che nel nuovo set compariranno in totale dieci Planeswalker: resta ancora da capire quali tenteranno di salvare il Multiverso e quali, invece, decideranno di cedere alle lusinghe phyrexiane.

    Proseguiamo nel nostro viaggio a Nuova Phyrexia: nel "cerchio" al di sotto del dominio di Jin-Gitaxias troviamo il Pozzo di Scorie, l'arena di Sheoldred, già apparsa tra le carte di Dominaria Unita. Non tutti i pretori sono egualmente fedeli a Elesh Norn: per esempio, Sheoldred e Urabrask stanno cercando di sottrarsi dal gioco della Madre delle Macchine, mentre Jin-Gitaxias e Vorinclex sono suoi alleati. Ancora più in profondità vi è la Basilica di Mondrak, Dominus Glorioso. Sempre Ovidio Cartagena ci spiega che Mondrak è "basato su un angelo biblicamente accurato.

    L'interazione tra i phyrexiani e l'ambiente circostante genera creature nuove e diverse da tutte le altre". Infine, i due livelli inferiori sono i Mycosinth Gardens e il Seed Core: si tratta del "cuore" di Nuova Phyrexia (o meglio, di Mirrodin), a cui i phyrexiani non sono ancora arrivati e verso cui stanno cercando di estendere i loro arti meccanici. A controllare gli sforzi di tutti i phyrexiani, infine, non è più Yawgmoth, sconfitto e ucciso dall'Eredità all'apice della prima invasione phyrexiana di Dominaria. Al suo posto si è fatta strada Elesh Norn, la Madre delle Macchine. I designer di Magic ci spiegano che la nuova leader dei phyrexiani è però in estrema continuità con Yawgmoth: "così come egli si definiva padre delle macchine, anche Elesh Norn si fa chiamare madre delle macchine. Si tratta di due figure diverse, ma il loro obiettivo è lo stesso".

    Un mondo tossico, una resistenza in ascesa

    In aggiunta alle novità di trama e di lore, il nuovo set di Magic introdurrà diverse meccaniche inedite, mentre altre faranno il loro ritorno in pompa magna con l'espansione in arrivo a febbraio. Tra queste ultime troviamo "Avvelenare" con i suoi segnalini e "Proliferare", che è strettamente legata ai phyrexiani.

    Avvelenare è stata rivista nella keyword "Toxic", che non assegna segnalini veleno sulla base di effetti statici ma come conseguenza di specifiche azioni effettuate dalle creature nel corso del combattimento. Proliferare va di pari passo con Toxic, poiché permette di moltiplicare i segnalini su ciascun giocatore, raddoppiandoli. Viene da sé che il playstyle basato sui segnalini andrà per la maggiore nei mazzi fondati sui phyrexiani, il cui scopo sarà quello di far raggiungere all'avversario il totale di dieci segnalini veleno, causandone la sconfitta immediata. Per rendere ancora più semplice conseguire tale obiettivo, poi, il nuovo set integrerà la meccanica Corrupted, che permetterà ad alcune carte di attivare degli effetti particolarmente potenti una volta che l'avversario avrà raggiunto un dato numero di segnalini (solitamente tre).

    Ma non solo i segnalini veleno saranno al centro di Phyrexia: Tutto Diverrà Uno. Al contrario, Wizards introdurrà anche gli "Oil Counters", un tipo di segnalino del tutto nuovo e basato sull'Olio Scintillante - anche noto come Olio di Phyrexia, o Glistening Oil in inglese - la sostanza venefica utilizzata dalle macchine per diffondere la loro corruzione sui piani da conquistare.

    Le sinergie tra Oil Counters, Proliferare e Corrupted saranno molteplici, aprendo agli appassionati una serie di stili di gioco diversi tra loro. Insomma, per chi desidera utilizzare i phyrexiani le novità sembrano veramente intriganti. A questo punto, però, i fan che parteggiano per la resistenza potrebbero sentirsi messi da parte. Fortunatamente, Magic introdurrà anche la meccanica For Mirrodin!, la principale legata ai ribelli anti-phyrexiani: si tratta di una keyword simile ad Arma Vivente e legata agli Artefatti Equipaggiamento, che permette di mettere in campo un token Ribelle 2/2 insieme a ogni Equipaggiamento. Inoltre, i Ribelli torneranno a essere un sottotipo di Creature a sé stante: l'ultima sua comparsa nel TCG risale al lontano 2006, nell'espansione Spirale Temporale.

    Tra Rare "oleose", stile manga e linguaggio Phyrexiano

    Il nostro viaggio alla scoperta della nuova espansione di Magic si conclude con gli annunci relativi a bundle, date di uscita e rarità delle carte di Phyrexia: Tutto Divverà Uno. L'espansione debutterà in tutto il mondo il prossimo 10 febbraio, con launch party previsti fino al 12 dello stesso mese.

    Gli eventi di pre-release, invece, saranno fissati tra il 3 e il 9 di febbraio. Infine, la galleria completa delle carte del set arriverà il 26 gennaio. Come sempre, sarà possibile acquistare i pacchetti in diverse modalità: da una parte avremo le Buste per Draft, che conterranno più carte ma avranno meno rare assicurate. Dall'altra, invece, ci saranno le Buste di Espansione vere e proprie, che avranno delle carte foil assicurate in ogni pacchetto. Infine, ci saranno anche i Collector's Booster pensati per chi è alla ricerca delle carte di rarità più alta, e le buste Jumpstart, che permetteranno ai neofiti di iniziare fin da subito a giocare con la nuova espansione. Accanto ai booster, poi, segnaliamo due Commander Deck, Ribelli in Ascesa e Influenza Corrotta, ciascuno con le sue specifiche meccaniche di gioco e la propria fazione, e due bundle, ossia quello standard e quello in "Compleat Edition".

    Quest'ultima arriverà nei negozi con circa un mese di ritardo rispetto agli altri prodotti di Phyrexia: Tutto Diverrà Uno, ma i contenuti dovrebbero certamente ripagare l'attesa. L'edizione infatti comprende varie carte foil rialzate "oleose", con una rarità basata sull'Olio Scintillante di enorme eleganza e impatto. Tra le carte che riceveranno questo tipo di trattamento troviamo anche Elesh Norn, Madre delle Macchine, che avrà anche un testo scritto in linguaggio Phyrexiano. La linguista Mary Katherine Amiotte, inoltre, ha spiegato che, con un po' di impegno e di dedizione, "sarà possibile tradurre in inglese i testi in Phyrexiano presenti sulle carte speciali del set".

    Accanto a queste carte, poi, troviamo le Terre Base disegnate dall'artista Mark Riddick, anch'esse con testo in Phyrexiano e con uno stile metal decisamente accattivante. Inoltre, Wizards of the Coast ha anche annunciato che il leggendario mangaka Junji Ito disegnerà alcune carte di Phyrexia: Tutto Diverrà Uno, tra cui troviamo delle variant in versione full art di Elesh Norn, del Planeswalker Koth e di Jor Kadeen. Il trattamento borderless non sarà però limitato alle carte in stile manga: al contrario, esso sarà esteso a diverse altre variant, come per esempio quelle dei Pretori Phyrexiani (Elesh Norn, Jin-Gitaxias, Sheoldred, Urabrask e Vorinclex), nonché alle nuove carte con trattamento Icore, il cui stile vuole mostrare l'effetto della corruzione delle macchine sulle vittime di Phyrexia.

    Quanto attendi: Magic The Gathering: Phyrexia: Tutto Diverrà Uno

    Hype
    Hype totali: 2
    45%
    nd