Magic Theros Oltre la Morte: Comunione con le Stelle, la nuova carta

Vi sveliamo in anteprima mondiale una carta di Theros Beyond Death, nuovo set di Magic The Gathering in uscita a gennaio: analizziamola insieme.

anteprima Magic Theros Oltre la Morte: Comunione con le Stelle, la nuova carta
Articolo a cura di

Il 2019 di Magic The Gathering è stato un'annata pazzesca: primo anno di eSport con la pubblicazione di Magic Arena, creazione della Magic Pro League e di un'intera stagione di streaming dedicati, senza contare la release di ben 18 produzioni diverse (tra set di nuove carte, ristampe, prodotti per il formato Commander, e via discorrendo). Il gioco è sempre più in salute, gli appassionati aumentano in un modo (digitale) o nell'altro (cartaceo) e sono ottimamente smistati tra chi gradisce il titolo per i suoi aspetti competitivi ed è alla ricerca di gloria o denaro, e chi invece preferisce giocare con gli amici: ad oggi i giocatori del Trading Card Game di Wizards of The Coast dovrebbero essere 35 milioni.

Tantissimi tra questi provengono dall'Italia, nazione dove il gioco spopola senza freni: l'ultimo Magic Fest tenutosi a Bologna (un torneo open con 50.300$ di montepremi) ha fatto registrare il record di più alto numero di utenti negli eventi di questo tipo con simile formato, ossia ben 1596. Dopo avervi parlato del formato Pioneer di Magic, e prima di svelarvi una nuova carta in esclusiva, facciamo però una breve panoramica del fenomeno che nel nostro Paese conosce un quantitativo smodato di appassionati.

I giocatori di Magic e le carte vincenti

I giocatori di Magic sono di tutti i tipi, dai medici agli ingegneri, dagli studenti ai pro player, e chi più ne ha più ne metta. I vincitori del Magic Fest di Bologna dimostrano chiaramente come Magic the Gathering sia una livella: l'opera attira infatti un pubblico quanto più variegato possibile.

i migliori 8 giocatori di Bologna

Del resto, sedendosi al tavolo di un qualunque torneo, si respira sempre un'aria di condivisione e community, anche se ovviamente non manca chi prende la competizione come una questione di vita o di morte. Per quanto mi riguarda, il piacere più grande consiste nello stare insieme agli amici, rivedersi ad ogni torneo, e organizzare le trasferte importanti con il proprio gruppo di gioco, alle volte anche all'estero. Chiaramente, in ogni caso, vincere non dispiace a nessuno.

Parliamo ora di carte vincenti: il 2019 resterà impresso nella memoria come un anno in cui la "potenza" delle card, il cosiddetto "power level", è andato praticamente fuori controllo. Era un decennio ormai che non si vedevano delle espansioni capaci di cambiare in modo così drastico l'intero Magic, anche i formati eterni, quali War of The Sparks, Modern Horizons, Magic 2020 e Throne of Eldraine.

Il numero di prodotti pubblicati ogni anno dal 1993, in Magic The gathering. Al momento esistono più di 18000 carte diverse

Carte come "Teferi, Time Raveler", "Once Upon a Time", "Field of The Dead", "Oko, Thief of Crowns" e "Hogaak, Arisen Necropolis" verranno ricordate al pari di minacce quasi inarrestabili, che hanno polarizzato il metagame in due schieramenti: da una parte troviamo coloro che hanno provato in tutti i modi a costruire un deck per batterle e quelli che invece "si sono uniti a loro". I giocatori del popolare trading card game targato Wizards of The Coast attendono quindi con grande ansia le notizie sulla prima espansione del 2020 cioè Theros Beyond Death.

Troveranno altre carte pronte a rompere gli equilibri del gioco? Ancora non possiamo rispondere a questa domanda. Sappiamo però che gli sviluppatori torneranno nell'ambientazione di Theros (un piano dimensionale da cui mancavano dal 2013), nell'antica Grecia dove indovini e veggenti erano all'ordine del giorno, così come minotauri, eroi e soprattutto divinità. A tal proposito, la community è già elettrizzata per l'avvento dell'espansione, merito anche dei disegni delle terre base illustrate da Sam Burley, ed è pertanto pronta a scoprire i nuovi poteri del Pantheon di Theros.

Come vi anticipavamo, oggi Everyeye.it ha una bella sorpresa per voi: siamo stati scelti per rivelare al mondo, in anteprima assoluta, una carta di Theros Oltre la Morte (questo il nome in italiano della prossima espansione in uscita il 24 Gennaio 2020, i cui eventi di Pre Release cominceranno il week end precedente, 18 e 19 Gennaio). A voler essere precisi, ci sono state fornite ben due carte appartenenti al nuovo set. Una di queste, tuttavia, non è inedita, bensì una ristampa molto importante che andiamo subito a descrivere.

La luce dell'esilio

Banishing light è la più classica delle ristampe.

Un effetto "à la Oblivion Ring" che ha sempre richiesto il bianco come colore, ovviamente negli slot dedicati alle "non comuni": è troppo forte per essere semplicemente common, soprattutto in draft e sealed. Negli ambienti limited la carta avrà sicuramente un grande impatto: rimuove qualunque cosa non sia terra al costo di tre mana. Certo, è un'aura e quindi si lega alla carta rimossa, inoltre un effetto di spacca incantesimi può rimuoverla a sua volta e di conseguenza far rientrare la minaccia. Si tratta comunque di un'eventualità piuttosto rara. Banishing Light inoltre serviva molto anche allo Standard che dalla rotazione non possiede un effetto simile. In questo momento, esiliare qualcosa può far la differenza tra vincere e perdere, e deck come White Weenie beneficeranno della possibilità di giocare tale effetto contro Planeswalker avversari o artefatti, che solitamente fanno fatica a rimuovere.

La nuova carta

Passiamo ora alla carta completamente nuova che abbiamo ricevuto da Wizards. Parliamo di una card blu dal costo di quattro mana totali, un solo specifico.

Il nome è "comunione con le stelle" (One with the Stars); solitamente dalla denominazione delle magie è possibile anche capirne gli effetti, o quantomeno il tipo di carta. Chiaramente intuiamo che Comunione con le Stelle non potrà essere una creatura. Sarà quindi una stregoneria o un istantaneo, tipi di magie in cui il blu riesce solitamente a dare il suo massimo? Giunge quindi il momento di svelare la tipologia di carta e la sua rarità.

Si tratta di un incantesimo; anzi, per l'esattezza, di un'aura. Questo significa che, come Banishing Light, la carta non potrà avere effetto senza un bersaglio su cui lanciarla. Risulta alquanto strano vedere aure blu: d'altronde, sono perlopiù il verde o il bianco a ricevere di solito questo tipo di card. Comunione con le stelle è una "non comune" del set: in Magic esistono 4 livelli di rarità delle carte, ossia comuni, non comuni, rare o mitiche. Non sempre comunque la rarità corrisponde alla potenza, anche se, ovviamente, le carte più ricercate sono quelle più difficili da trovare.

Ed ecco svelata completamente la card. Come possiamo notare, è una rimozione alquanto "strana". Difficile valutare l'impatto che avrà, tra l'altro, nei vari formati. Prima di sbilanciarci nelle ipotesi, analizziamo il testo della carta: "Incanta creatura o Incantesimo. Il permanente incantato è un incantesimo e perde tutti gli altri tipi di carta".

Una creatura incantata con "Comunione con le Stelle", quindi, non sarà più una creatura, ma il resto del testo della carta ci fa pensare che i suoi utilizzi saranno molteplici e potrà servire per togliere di torno alcuni permanenti davvero fastidiosi: gli dei! Theros, infatti, nella sua prima apparizione (26 Settembre 2013) regalò ai giocatori di Magic una nuova forma di minaccia: mezzi creature e mezzi incantesimi, gli dei erano tutti indistruttibili e avevano abilità davvero uniche. Eliminarli dal campo di battaglia risultava davvero difficile, e spesso Thassa, Purhoros e soci portavano i loro controllori verso facili vittorie. Comunione con le Stelle rappresenta anche per loro una forma di rimozione: come esplicitato dalla descrizione, infatti, può incantare sia creature che incantesimi, facendo perdere tutti gli altri tipi di carta. Quest'ultima frase è fondamentale e fa pensare quindi che vedremo Comunione con le Stelle in sideboard, se gli dei prenderanno piede. Ora come ora, non credo ci siano speranze di vederla nei formati eterni come Pioneer, Modern o Legacy: ciononostante, nell'ambiente limited, se il costo di mana quattro non risulterà proibitivo, sarà sicuramente un solido pick per i vostri mazzi, dal momento che vi libererà di qualunque minaccia.

La prima occasione per giocare con le nuove carte di Theros Beyond Death sarà il week end del 18 Gennaio 2020 dove i vari locali proporranno al pubblico gli eventi di Pre Release, frangenti davvero ottimali per avvicinarsi al gioco: non hanno una connotazione competitiva e sono organizzati appositamente per scoprire insieme le nuove interazioni e le creature inedite. Theros Oltre la Morte potrà invece essere usato nei vari deck che possedete dalla settimana successiva, ossia dalla data di uscita ufficiale in cui partiranno gli eventi di Release dell'espansione.