Anteprima Mario Kart Super Circuit

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Mario Kart Super Circuit - 1805

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Gba
  • L'incontro

    "Oh oh oh! Sono Babbo Natale! Eccoti Mario Kart a 10 euro!!". Un omone grasso e rosso campeggiava dentro la vetrina, porgendomi la cartuccia a mani tese. Questa è la visione che ho avuto quando, in un negozietto della mia città, ho beccato il suddetto gioco a seconda mano. Comprato.

    La (ri)scoperta

    Qui non si scherza mica, questo gioco è il connubio perfetto fra il “Mario Kart” del Super Nes e quello del Nintendo64!
    Per chi non lo sapesse “Mario Kart” vede vari personaggi dei videogiochi Nintendo sfidarsi a bordo di semplici kart; ogni mezzo per vincere è lecito, bucce di banana, gusci, funghi, fulmini e altre amenità.
    I tracciati sono immersi in quel di Regno dei Funghi, fra circuiti asfaltati, deserti, spiagge e zone ghiacciate. Eh sì, un bel casino.
    Ormai tutti saranno stanchi di sentirlo, ma quest'ennesimo titolo del Mariuolo è giocabile fin da subito, divertente, la curva di apprendimento e il livello di difficoltà offrono una sfida pressoché eterna, sia per i provetti piloti che per i neopatentati: non ve la prendete con me, la colpa è dei soliti noti (Miyamoto, padre del concept e gli Intelligent Systems, simpatici sviluppatori).
    Possiamo giocare in modalità Gran Premio con tre livelli di difficoltà (50cc, 100cc e 150 cc) o in modalità Time Trial in cui avremo come unico avversario il tempo, o magari qualche fantasma...quando, invece, il tempo stringe possiamo lanciarci in un Quick Run, modalità che senza troppi fronzoli ci proietta nel pieno della gara.
    La moltitudine di piste e i graditi bonus per i più veloci (Super Nintendari tenetevi un fazzoletto in tasca ogni volta che ci giocate) aggiungono tanto a un gioco già di per se molto bello; bellissimo il Ghost Mode, in cui sfiderete un fantasma che rappresenta il vostro tempo migliore. Niente oggetti, solo velocità: un'angoscia!
    Discorso a parte merita il multiplayer in cui, armati di un lungo e grosso cavo link, possiamo porre fine definitivamente a un sacco di amicizie; ammirevole il fatto di potersi sfidare anche se si possiede una sola cartuccia (non con le stesse funzioni del multiplayer a più cartucce certo, ma che volete, che il GBA vi spazzi anche in terra?).
    L'interfaccia pare che non esista e i controlli sembrano naturali estensioni delle nostre dita, ma non tentate di bloccare i gusci che vi arriveranno con le mani.
    Graficamente parlando ci troviamo di fronte a un gioiellino fluido, pulito, ricco e funzionale, con grande utilizzo del Mode7. Stupefacente la varietà delle ambientazioni e la moltitudine di sprite, tutte inquadrate in una rassicurante coerenza nintendiana. Essenziali e simpatiche le animazioni; rallentamenti non se ne presentano nemmeno nelle fasi più concitate del gioco: insomma, un bel bravo agli Intelligent Systems.
    Il sonoro oltre a presentare vecchi motivetti riarrangiati, propone una serie di nuovi jingle che ben si sposano con l'antico; bellissime, a volte esaltanti e spesso causa di intenso nervosismo, sono le frasi digitalizzate (voglio vedervi quando Wario, sorpassandosi per l'ennesima volta, vi schernirà ridendo di gusto). Azzeccati gli effetti sonori, che danno l'idea di quello che succede (secondo me, un guscio che sbuca fuori da un kart fa proprio quel rumore).

    Il giudizio

    Tirando le somme non si può che promuovere un gioco del genere e lodare gli Intelligent Systems, per aver accettato un lavoro non facile, ma per averlo svolto egregiamente. Per gli amanti di Mario, delle corse automobilistiche, per chi vuole dimenticare un amore estivo durato troppo poco, per gli stitici e per gli inguaribili nostalgici.

    Che voto dai a: Mario Kart Super Circuit

    Media Voto Utenti
    Voti: 0
    ND.
    nd

    Altri contenuti per Mario Kart Super Circuit