TGS 2007

Anteprima Metal Gear Online

Il Serpente nella rete

anteprima Metal Gear Online
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps3
  • Metal Gear Solid goes online... again.

    Già ai tempi dell'annuncio di Metal Gear Solid 3: Subsistence, difficilmente qualcuno avrebbe potuto credere che Kojima Productions sarebbe stata in grado di riadattare con successo la giocabilità del suo titolo di punta alla modalità multi giocatore. Eppure la software house nipponica è riuscita nel suo intento, dimostrandosi capace di confezionare con successo la propria serie di stealth game anche in salsa online multiplayer, ed ottenendo un successo forse addirittura inaspettato.
    Furono infatti migliaia i fan di Metal Gear a partecipare ai tornei online indetti da Konami.
    Oggi, a distanza di poco tempo, Kojima e compagni hanno deciso di riprovarci su PS3, non limitandosi unicamente ad aggiungere una piccola modalità extra per l'atteso Guns of the Patriots, ma dedicando ad essa un intero titolo: Metal Gear Online.

    Svelato al TGS2007

    Durante il Tokyo Game Show 2007, Kojima Productions ha deciso di dare un taglio alle presentazioni e ad i convenevoli, offrendo ai fortunati presenti la possibilità di testare una sezione giocabile di Metal Gear Online. Questi ultimi hanno potuto affrontare un death-match a squadre sei contro sei, che - ovviamente - sarà uno dei tipi di sfide giocabili nella versione definitiva del prodotto.
    Come nel vecchio Persistence, all'inizio del match è possibile decidere l'equipaggiamento da portare sul campo di battaglia, scegliendo un'arma primaria (fucile d'assalto, shotgun, fucile da cecchino e via dicendo), un'arma secondaria (pistole e mitragliette portatili) ed un tipo di trappola o esplosivo (riviste per adulti, granate, mine Claymore). Nuova invece la possibilità di visualizzare le abilità del proprio soldato e dei compagni di team: ogni membro, infatti, similmente ai soldati di Metal Gear Solid: Portable Ops, avrà delle specifiche capacità con ogni tipo di arma. Ci ritroveremo così con un compagno abile nel combattimento CQC ed un altro infallibile nel cecchinaggio, con uno esperto nell'utilizzo delle pistole ed un altro in quello dei fucili d'assalto. Questa caratteristica apparentemente scontata favorirà una maggior varietà di gioco rispetto a quella offerta dalla modalità online di Subsistence, poiché difficilmente ci ritroveremo ad affrontare due volte dei giocatori con le stesse capacità specifiche. Sempre prima di addentrarci nell'azione, infine, potremo visualizzare una mappa dell'area in cui staremo per giocare, attraverso la quale potremo individuare punti strategici ed obiettivi da raggiungere.
    Una volta cominciata la partita, la meccanica è esattamente la stessa della vecchia modalità online, solo con ambientazioni molto più grandi e controlli differenti. Il pad, infatti, risponde ai controlli predefiniti di Metal Gear Solid 4: il triangolo permette di interagire con ambientazioni ed oggetti, la croce di effettuare capriole e di strisciare, il tasto R1 di sparare. Interessante invece la funzione assegnata al tasto L1: all'inizio del match, infatti, potremo scegliere se attivare o disattivare la mira automatica. Qualora questa fosse attiva, L1 permetterà di servirsene; in caso contrario, la pressione del tasto porterà la telecamera sulla spalla destra del personaggio "a la Resident Evil 4", permettendo di visualizzare sullo schermo un utile mirino. Tuttavia questa seconda modalità di mira può risultare molto scomoda nell'online per via della sua lentezza, e probabilmente proprio per questo motivo Kojima Productions ha deciso di permettere al giocatore di servirsi, a sua scelta, di quella automatica. A dire il vero, per ora nemmeno la mira automatica appare scevra di problemi: considerando che il giocatore può

    gestire totalmente la telecamera in terza persona attraverso lo stick analogico R3, accade spesso che il personaggio attivi la mira automatica nella direzione in cui lui è rivolto, anziché in quella verso la quale il giocatore ha voltato la visuale. Così ci si può ritrovare, ad esempio, con il proprio soldato che spara di fronte a sé mentre un nemico lo attacca da sinistra. Il sistema di mira, dunque, sebbene interessante, è ancora da migliorare e perfezionare.
    Supportando fino ad un massimo di 16 giocatori contemporaneamente, Metal Gear Online sembra per ora graficamente posto un passo indietro rispetto a Guns of the Patriots: animazioni, modelli dei personaggi ed ambientazioni soffrono di una lieve mancanza di dettaglio. Niente di preoccupante, comunque, dal momento che il team di sviluppo ha già fatto presente che nella versione definitiva del gioco la grafica risulterà essere senza dubbio migliore e ben curata.
    Il vero asso nella manica della nuova giocabilità di Metal Gear Online è costituito dalla possibilità di personalizzare le capacità dei propri soldati: esistono quindici diverse abilità speciali, equipaggiabili solamente quattro per volta, che saremo noi a selezionare a seconda della nostra condotta di gioco. Non è ancora stato reso noto di che abilità si tratti, ma è intuibile che siano le varie abilità da cecchino ,CQC e simili di cui abbiamo accennato in precedenza. Ad esse vanno inoltre aggiunte le abilità SOP di ciascun militare: questo sistema permette infatti al team di agire come un solo uomo, condividendo sensi e situazione dei compagni. Esistono quattro diverse abilità SOP, e non è chiaro quante ciascun soldato possa effettivamente conoscerne. Parlando chiaramente, grazie ad esse potremo conoscere costantemente la posizione dei nostri compagni, anche attraverso i muri, dal momento che la loro sagoma si tingerà di un evidentissimo azzurro. O, ancora, una stellina sullo schermo ci indicherà che un nostro compagno ha perso i sensi ed ha bisogno di noi, mentre un'icona a forma di cuore significherà che uno dei nostri alleati ha distolto le sue attenzioni dalla missione per dedicarsi ad un giornalino hot. Tra le abilità più interessanti vi è senza dubbio quella resa nota come hacking, che permetterà ad un soldato di infiltrarsi nel sistema SOP dei nemici per conoscere in ogni istante - grazie alle sagome di questi ultimi, che diverranno arancioni e visibili anche attraverso le pareti - la loro posizione, ed eliminarli con una facilità disarmante.

    Metal Gear Online Se Kojima Productions riuscirà a dare la definitiva assestata a grafica, animazioni e sistema di mira, Metal Gear Online potrebbe rivelarsi una delle migliori esperienze di gioco online di nuova generazione. Il sistema SOP e la possibilità di assegnare delle abilità specifiche al proprio personaggio sono idee interessanti e stimolanti, che promettono una profondità di gioco addirittura insolita per un titolo concentrato solo ed esclusivamente sull’online. Per delle impressioni più precise, aspettiamo nuove informazioni ufficiali direttamente dal maestro Hideo Kojima.

    Quanto attendi: Metal Gear Online

    Hype
    Hype totali: 23
    80%
    nd