Monster Hunter Riders: Capcom presenta l'erede spirituale di MH Stories?

Capcom ha annunciato Monster Hunter Riders, nuovo RPG destinato a sistemi Android e iOS che sembra raccogliere l'eredità di Monster Hunter Stories.

anteprima Monster Hunter Riders: Capcom presenta l'erede spirituale di MH Stories?
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Mentre Cacciatori e Cacciatrici di tutto il mondo proseguono le proprie avventure nell'universo di Monster Hunter World e nelle lande ghiacciate dell'apprezzata espansione Monster Hunter World Iceborne, spunta all'orizzonte una nuova produzione legata alla celebre saga. Decisamente a sorpresa, Capcom ha infatti inaugurato il 2020 con l'annuncio di Monster Hunter Riders, presentato al pubblico grazie ad un primo trailer introduttivo.

    Non stiamo parlando di un capitolo principale della serie, ma di uno spin-off dalla struttura free-to-play, comprendente un sistema di microtransazioni e dedicato, almeno per ora, esclusivamente a piattaforme mobile Android ed iOS. Un RPG dalla natura ancora piuttosto misteriosa, ma che nei toni e nelle tematiche sembra potersi qualificare come un possibile erede spirituale di Monster Hunter Stories, titolo pubblicato originariamente su Nintendo 3DS ed in seguito approdato anche su dispositivi mobile. Esattamente come in quest'ultimo, infatti, il giocatore è chiamato ad interagire con le colossali creature che popolano l'universo di Monster Hunter. Queste non sono più solo temibili avversari, ma veri e propri compagni di viaggio, oltre che preziosi alleati in una battaglia contro un'oscura minaccia. Senza indugio, indossiamo dunque la nostra variopinta armatura e cerchiamo di fare luce su quelli che potrebbero essere gli elementi caratterizzanti di Monster Hunter Riders.

    Un continente in pericolo e Rider Oscuri

    La nostra avventura ci vedrà esplorare le lande del continente di Felgia, un luogo in cui comunità umane e mostri conducono un'esistenza pacifica, in armonia gli uni con gli altri. Un equilibrio stabilitosi nell'area secoli addietro, grazie alle azioni eroiche compiute da un gruppo di Rider leggendari, ora noti come "I Dieci Grandi Cavalieri del Drago". Questi eroici avventurieri, unendo le proprie forze, riuscirono in un passato ormai remoto a far fronte con successo ad una misteriosa calamità, le cui ombre incombevano minacciose sulle terre di Felgia.

    Ora, le battaglie combattute da quei valorosi guerrieri rischiano di rivelarsi vane. Sul continente hanno infatti fatto la propria comparsa dei misteriosi Dark Rider, pronti a sconvolgere la vita delle comunità e a minare definitivamente la pace di questi luoghi. Ad indagare sulle ignote origini di questa nuova minaccia sarà, ovviamente, il nostro alter-ego digitale, che sembra occupare un ruolo di grande prestigio all'interno della comunità di Felgia. Vestiremo infatti i panni del leader di un'agenzia speciale legata alla Gilda dei Rider ed equivalente ad una sorta di squadra di ricognizione. In virtù delle responsabilità derivanti da questa posizione, sarà nostro dovere radunare i Rider e le relative creature alleate allo scopo di ristabilire la pace sul continente.

    Al fine di consentire al giocatore di sperimentare e creare liberamente un proprio party, Monster Hunter Riders offrirà una corposa selezione di avventurieri e creature, che potranno essere associati per dare vita alle più disparate combinazioni. Tra i mostri di cui è già stata confermata la presenza, possiamo citare Rathalos, Zinogre, Nargacuga e Glavenus. Capcom punta inoltre ad offrire al titolo un supporto post-lancio, costituito da aggiornamenti ed update tramite i quali sarà progressivamente ampliato il bestiario a nostra disposizione.

    Un erede spirituale di Monster Hunter Stories?

    Monster Hunter Riders si presenta al momento come una produzione autonoma, non direttamente collegata a Monster Hunter Stories. Tuttavia, lo spin-off di recente annuncio sembra rievocare con forza il concept elaborato da Capcom per il gioco Nintendo 3DS e mobile. L'analogia più evidente, oltre al mantenimento di uno stile grafico cartoonesco, è la natura del legame pacifico e collaborativo che unisce umani e mostri selvatici.

    Nel gioco del 2017, Rider e creature riuscivano ad interagire grazie al potere di un magico manufatto, noto come "Pietra del Legame". Non è ancora chiaro se e come tale dinamica relazionale sarà motivata in occasione delle avventure di questi nuovi Rider, ma ci ha comunque colpito un dettaglio presente nel trailer di annuncio di Monster Hunter Riders. Nei frame conclusivi del filmato è infatti possibile avvistare proprio una misteriosa pietra azzurra, che sembra peraltro essere presente anche sui guanti indossati da alcuni personaggi: che si tratti del medesimo minerale in dotazione agli avventurieri di Monster Hunter Stories? Qualunque sia la risposta, sembra comunque legittimo attendersi che l'artefatto sia destinato a rivestire un ruolo di rilievo all'interno della narrazione.

    Fa inoltre ritorno nella serie un combat system improntato su di un sistema a turni. La conferma, nello specifico, ci giunge da alcune clip video pubblicate dagli account social di Monster Hunter Riders nelle ore successive al reveal. Queste ultime ci consentono di osservare alcune brevissime sequenze di combattimento, che vedono un tandem formato da un Rider ed una creatura alleata opporsi ad un mostro selvatico. Entrambi dispongono di attacchi in grado di nuocere all'avversario, con un sistema di danni probabilmente declinato secondo la tradizione JRPG e basato dunque su logiche fondate su di un sistema in forma di morra cinese.

    Nell'angolo superiore destro delle schermate di combattimento possiamo trovare indicato il numero del turno in corso di svolgimento, oltre alla sequenza con cui i vari lottatori potranno compiere la propria mossa. La dicitura "Auto" fa invece ipotizzare una possibile meccanica di automatizzazione degli scontri.

    Monster Hunter Riders invita i giocatori a dedicarsi alla ricerca e all'allevamento di creature, così da incrementare la varietà di opzioni a propria disposizione nella creazione del party. Il team di Capcom non ha per ora offerto informazioni dettagliate in merito alle logiche di gameplay che regoleranno queste feature, ma un'opzione realistica potrebbe essere quella di un recupero, almeno parziale, delle meccaniche viste nel già citato Monster Hunter Stories.

    All'interno del precedente spin-off, i giocatori avevano la possibilità di arricchire il proprio bestiario tramite la raccolta di uova nelle tane delle creature selvatiche: ogni furto riuscito si traduceva nella possibilità di far schiudere l'uovo ed ottenere così un nuovo compagno d'avventure. A suggerire che il team di sviluppo possa voler intraprendere la medesima strada troviamo un dettaglio che contraddistingue un'area del mondo di gioco, probabilmente l'hub centrale di Monster Hunter Riders. Al centro della piazza cittadina, troviamo infatti proprio un gigantesco uovo dipinto!

    Assieme al nostro party di compagni e creature potremo esplorare il continente di Felgia, che sembra offrire scorci paesaggistici piuttosto variegati. Si spazia infatti da spiagge a lande innevate, passando per palazzi dallo stile architettonico tipicamente orientale e misteriose foreste.

    Il mondo di gioco sembra inoltre includere un ciclo giorno-notte: un dettaglio che potrebbe risultare particolarmente interessante se associato a variazioni nelle tipologie di creature che popolano le diverse regioni di Felgia a seconda dell'orario in cui vengono visitate. Infine, pare legittimo ipotizzare che la mappa di gioco di Monster Hunter Riders possa offrire diverse tipologie di attività, che consentano di alternare missioni connesse all'avanzamento della trama a quest secondarie.

    Monster Hunter Riders Nonostante i rimandi più o meno evidenti a Monster Hunter Stories, questo nuovo spin-off della serie a firma Capcom sembra volersi proporre come una produzione a sé stante. Per capire quale sia l'effettiva vicinanza, o lontananza, tra i due titoli, sarà necessario attendere la diffusione di ulteriori dettagli. Ad ora, le informazioni ufficiali su Monster Hunter Riders sono infatti alquanto ridotte. Il titolo mobile resta inoltre attualmente atteso esclusivamente in territorio giapponese: il nodo di un'eventuale pubblicazione europea potrà dunque essere sciolto solamente più avanti. Incerto anche un futuro ampliamento delle piattaforme di riferimento: in passato, Monster Hunter Stories era approdato dapprima su Nintendo 3DS, per poi esordire su mobile in un secondo momento. Per Monster Hunter Riders, Capcom potrebbe aver scelto di intraprendere il percorso inverso, esordendo su mobile per poi passare su console, magari con una versione del gioco a pagamento, ma priva di microtransazioni. Qualora tale ipotesi si rivelasse corretta, il candidato favorito per accogliere il nuovo RPG sarebbe probabilmente Nintendo Switch, sulla quale non ha invece trovato spazio l'apprezzato Monster Hunter World.

    Quanto attendi: Monster Hunter Riders

    Hype
    Hype totali: 15
    62%
    nd