Monster Hunter Stories 2: allevare bestie su Nintendo Switch

Non solo Monster Hunter Rise: durante il Mini Direct di settembre Capcom ha annunciato anche Monster Hunter Stories 2, in arrivo nel 2021.

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Se l'annuncio di Monster Hunter: Rise era già nell'aria da qualche mese (per tutti i dettagli sul titolo vi suggeriamo di consultare la nostra anteprima di Monster Hunter: Rise), lo scorso Nintendo Direct Mini ha colto di sorpresa i fan della serie targata Capcom, in quanto il producer Ryozo Tsujimoto ha svelato al mondo anche l'esistenza di Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin, che a primo acchito parrebbe il sequel dello spin-off pubblicato nel 2017 su Nintendo 3DS. Qualora non abbiate alcuna familiarità col filone Monster Hunter Stories, vi basti sapere che il suddetto rappresenta una digressione fortemente incentrata sulla narrazione. Se la saga principale di Monster Hunter, rispetto agli altri hunting game più famosi e popolari, presenta infatti una trama quasi inesistente e dal ruolo assai marginale nell'economia del prodotto, gli episodi della serie Stories sono in tutto e per tutto dei JRPG, e come tali vantano personaggi ben caratterizzati, una storia dagli sviluppi alquanto interessanti ed un soddisfacente sistema di combattimento di turni. Senza ulteriore indugio, proviamo a riassumere le informazioni finora in nostro possesso sul secondo episodio, che ricordiamo esordirà su Nintendo Switch nel corso dell'estate 2021.

    Un fantino e il suo Rathalos

    Presentato con un trailer della durata di appena due minuti, Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin è un titolo di cui effettivamente non sappiamo quasi nulla, in quanto il filmato si è focalizzato solo sulla narrazione e non ci ha mostrato la benché minima di clip di gameplay.

    Di conseguenza, al momento non siamo ancora in grado di stabilire se il sequel utilizzerà il sistema di combattimento a turni dell'episodio originale o se invece introdurrà una formula nuovi, magari improntata sull'azione.Certo è che, data la profondità del sistema turn based che nel titolo per 3DS consentiva di sfruttare appieno il legame tra l'avatar del giocatore ed il suo mostruoso compagno di avventure, la prima opzione potrebbe rivelarsi la più saggia e interessante, anche per far sì che lo spin-off continui a differenziarsi dai ritmi forsennati che contraddistinguono la serie principale. In Monster Hunter Stories, del resto, lo scopo non è cacciare i terrificanti mostri che per anni e anni abbiamo considerato alla stregua di prede, bensì allevarli sin dalla schiusa delle uova e stringere con essi un solido e duraturo legame di amicizia. Per mezzo della portentosa Pietra del Legame, sono infatti parecchi gli individui che, anziché darsi allo sterminio delle bestie, hanno preferito entrarvi in simbiosi e ascendere al ruolo di "Rider", un privilegio che in ogni caso comporta grandi responsabilità verso la creatura addomesticata.

    A tal proposito, il trailer di esordio di Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin si è aperto proprio con la sacra cerimonia solitamente utilizzata per benedire la pietra e infondervi il potere del legame. Protagonista della vicenda dovrebbe essere a questo giro un giovane aspirante Rider di nome Red, che nelle battute iniziali della campagna riceverà un prezioso uovo di Rathalos e l'importante compito di allevarlo come si deve. Una volta cresciuta la bestia, i due saranno liberi di viaggiare per il mondo, ingaggiare battaglia contro creature terrificanti e aggressive come il Tigrex e provare a risolvere il mistero legato alla diminuzione dei Rathalos.

    Come spiegato dal filmato, l'iconico sovrano del cielo sta progressivamente abbandonando il suo habit naturale, probabilmente a causa dell'improvvisa comparsa di un mostro dotato di una potenza "catastrofica". In compagnia di una affascinante quanto misteriosa ragazza wyverniana e di altri Rider ancora senza nome, Red e il suo maestoso drago sputafuoco saranno quindi chiamati a investigare sull'accaduto in quella che, a primo acchito, promette di essere una campagna longeva, appassionante e ricca di colpi di scena, esattamente come lo era stata quella del primo Monster Hunter Stories per Nintendo 3DS.

    Un delizioso anime interattivo

    In attesa di conoscere ulteriori dettagli sulla narrazione e poter ammirare il gameplay di Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin, non abbiamo potuto fare a meno di notare la presenza all'interno del trailer di un Anjanath, ossia una delle numerose creature introdotte per la prima volta nel cosiddetto "Nuovo Mondo" in cui sono ambientati Monster Hunter: World e l'espansione Iceborne.

    Si tratta invero di un indizio assai interessante, poiché se da una parte implica la presenza di un bestiario vasto e ricco di creature assenti nel primo episodio di Stories, dall'altra potrebbe persino implicare la possibilità di allevare le bestie finora esclusive di MHW e farne dei Monstie (il termine utilizzato per distinguere i mostri comuni dalle creature addomesticate e fedeli ai fantini). Dal punto di vista prettamente artistico, Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin sfrutta una deliziosa grafica in cel shading, che questa volta ci restituirà dei modelli poligonali assai più graziosi e dettagliati di quelli presenti nell'originale. Dai chiaroscuri ai movimenti delle labbra, i personaggi paiono già molto più convincenti ed evoluti, anche perché non sono affetti dal fastidioso "effetto chibi" del primo episodio, che a suo tempo serviva a mascherare i gravosi limiti dell'hardware Nintendo. Strizzando l'occhio a produzioni come The Legend of Zelda Breath of the Wild e l'imminente Genshin Impact, Wings of Ruin ci catapulterà in un mondo straripante di colori, che siamo certi farà impazzire gli appassionati di animazione giapponese.

    Il trailer dello spin-off ci ha anche fornito un primo assaggio della colonna sonora, che a quanto pare includerà sia dei brani movimentati e adatti alle sequenze più concitante, come ad esempio le battaglie coi mostri, sia motivi ispirati alle tipiche cerimonie indigene, che andranno invece ad accompagnare le scene ambientate nel villaggio e gli affascinati rituali folkloristici.

    Se l'episodio precedente era doppiato esclusivamente in lingua originale giapponese, con gli immancabili sottotitoli in italiano, Capcom ha già confermato che il sequel avrà anche una traccia in inglese, le cui prime voci parrebbero quantomeno azzeccate all'età e alla personalità dei personaggi finora introdotti.

    Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin Annunciato con un trailer molto breve e povero di contenuti, Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin rappresenta al momento nulla più che una dichiarazione di intenti. Mettendo da parte il gameplay, che ci auguriamo ci venga mostrato quanto prima, il prodotto sembra infatti propenso a perfezionare tutti gli elementi caratteristici del titolo precedente, incluso il comparto narrativo e soprattutto la deliziosa grafica in cel shading tanto cara ai fan di anime e JRPG. L’inclusione dell’Anjanath, inoltre, potrebbe implicare la presenza di un bestiario più vasto, nonché la concreta possibilità di addomesticare delle creature assenti nell’originale e potenzialmente in grado di arricchire la già mastodontica offerta contenutistica.

    Quanto attendi: Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin

    Hype
    Hype totali: 13
    84%
    nd