Monster Hunter Stories 2: una nuova avventura tra i mostri

Capcom ha svelato tante novità di Monster Hunter Stories 2 Wings of Ruin, in arrivo questa estate su Nintendo Switch e PC.

Monster Hunter Stories 2: una nuova avventura tra i mostri
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Switch
  • In occasione del lancio del primo Title Update di Monster Hunter Rise, Capcom ha tenuto un evento in streaming per mostrare le tante novità e i mostri approdati negli ultimi giorni nel suo più recente capolavoro (per tutti i dettagli sul prodotto vi suggeriamo di consultare la nostra recensione di Monster Hunter Rise). Nei primissimi minuti della live organizzata dal publisher nipponico ha trovato posto persino Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin, di cui finalmente abbiamo potuto ammirarne in azione il gameplay. Poiché abbiamo già esaminato la componente narrativa del prodotto nella nostra precedente anteprima di Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin, in questa sede ci focalizzeremo perlopiù sul sistema di combattimento, che come avevamo ipotizzato la volta scorsa sarà rigorosamente a turni come quello del capostipite per Nintendo 3DS. Siete pronti a tornare assieme a noi nel Monster Hunter più colorato di sempre?

    Un mix di turni e strategia

    Considerata la natura action della serie principale di MH, le probabilità che Monster Hunter Stories 2 abbandonasse i turni dell'originale erano davvero minime.

    La tardiva conferma di Capcom ci ha comunque rincuorati, anche perché la turnazione contribuirà a offrirci un'esperienza del tutto diversa da quella proposta da un vero e proprio hunting game. Come nel precedente episodio (a proposito, qui trovate la nostra recensione di Monster Hunter Stories per Nintendo 3DS), in Wings of Ruin gli scontri avranno inizio quando il protagonista ed i suoi Monstie entreranno in contatto con le selvagge creature presenti sulla mappa di gioco. Al pari di un qualsiasi JRPG a turni, una breve transizione dalla fase esplorativa a quella di battaglia catapulterà tutti i partecipanti all'interno di una mappa speciale che fungerà da arena per tutta la durata della disputa e dal quale si potrà anche fuggire ricorrendo all'apposito comando.

    Sul lato sinistro dello schermo, difatti, sarà sempre presente un menu con diversi comandi fra i quali scegliere e indispensabili per ricorrere agli attacchi standard, al cambio di equipaggiamento, all'utilizzo di oggetti, e così via. Rispetto al primo episodio, Monster Hunter Stories 2 presenterà una componente strategica più profonda e preponderante, che di conseguenza costringerà gli utenti a pianificare con maggior attenzione gli ordini da impartire al Fantino e ai suoi feroci compagni di avventure.

    Come prevedibile, conoscere le resistenze e le debolezze elementali degli avversari garantirà sempre un vantaggio notevole, specie al momento di dover scegliere l'equipaggiamento del protagonista e i Monstie da schierare in prima linea. In Wings of Ruin, però, sarà necessario prestare attenzione anche alla tipologia degli attacchi, poiché questi saranno suddivisi in tre diverse categorie e la loro efficacia verrà stabilita dal classico sistema della morra cinese. Nello specifico, i mostri e le mosse Velocità risulteranno particolarmente efficaci contro le bestie della tipologia Potenza, che invece tenderanno ad avere la meglio sulle creature di tipo Tecnico, a loro volta avvantaggiate contro quelle del primo tipo.

    Dal momento che la maggior parte dei mostri saranno associati a una singola tipologia - che comunque dovrebbe essere visibile sullo schermo, al fine di aiutare il giocatore a scegliere bene le proprie mosse - diverrà imperativo adattare la strategia e lo stile di lotta alle caratteristiche del nemico, specie nel caso ci si ritrovi ad affrontare belve particolarmente coriacee e pericolose.

    Un team di Monstie e Fantini

    Quasi a volerci ricordare che il prodotto sia un MH con tutti i crismi, durante la diretta gli sviluppatori hanno rivelato che nel corso dei combattimenti sarà possibile prendere di mira le parti del corpo frantumabili dei mostri avversari, come ad esempio le corna, gli artigli o la coda. Spaccarle, difatti, farà perdere i sensi alla bestia selvaggia e offrirà un momentaneo vantaggio da sfruttare immediatamente per portare a segno degli attacchi critici. Questa tecnica, tra l'altro, potrà essere utilizzata con astuzia per stordire i nemici un attimo prima che questi ricorrano ai loro pattern di attacco più pericolosi, minimizzando il rischio di venire gravemente danneggiati o di perdere qualche unità. Esattamente come accadeva nel titolo per Nintnedo 3DS, in Wings of Ruin ogniqualvolta un Fantino ed il suo Monstie ricorreranno ad un attacco dello stesso tipo, immediatamente innescheranno un Doppio Attacco, ossia un assalto che in caso di successo infliggerà parecchi danni al bersaglio selezionato e ne interromperà qualsiasi azione.

    Come suggerito dalla presenza di un apposito comando, in Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin sarà poi possibile cambiare in qualsiasi momento il proprio partner, ma questo non sarà l'unico compagno che prenderà parte agli scontri. Durante l'avventura saremo infatti liberi di reclutare dei "Battle Buddies", ossia Fantini che assieme ai loro Monstie andranno a occupare il terzo e quarto slot personaggio in prima linea, portando a quattro il numero totale di lottatori schierati in campo.

    Oltre a offrire man forte al protagonista della vicenda, a quanto pare la sola presenza di un Battle Buddy e del suo partner basterà a incrementare la probabilità di innescare un Doppio Attacco, aumentando di conseguenza anche le chance di prevalere e conservare la pellaccia.

    Ricorrere al Doppio Attacco, in ogni caso, riempirà gradualmente la Barra Kinship, che una volta piena consentirà a Monstie e Fantini di eseguire le loro tecniche più devastanti, arrecare ingenti danni a tutte le creature appartenenti allo schieramento nemico e capovolgere l'esito di un combattimento. Peccato solo che al momento non sia ancora chiaro quanti Doppi Attacchi saranno necessari per riempire la suddetta barra, né se gli assalti eseguibili subito dopo il suo completamento corrispondano o meno alle cosiddette mosse "Ride-On" del primo Monster Hunter Stories.

    A volte ritornano

    In attesa che le nostre domande trovino delle risposte, Capcom ha rivelato che in Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin faranno ritorno Lilia e Reverto, ovvero due personaggi apparsi nel gioco precedente. Inizialmente la coppia di Cacciatori darà appunto la caccia al protagonista e al suo misterioso Blazewing Ratha (o Ratha tagliente, se preferite il meno ispirato equivalente italiano), ma in seguito a una serie di eventi Reverto deciderà di unirsi ai nostri beniamini e parteciperà alle loro disavventure.

    Oltre a confermare in via definitiva l'esistenza di un legame tra i due giochi, l'introduzione di Lilia, che nel primo Monster Hunter Stories era soltanto una bambina, suggerisce che tra la nuova e la precedente incarnazione del brand siano passati almeno dieci anni. Non sappiamo ancora quanto sia cambiato il personaggio dopo aver lasciato il vivace Villaggio Hakum per inseguire il proprio sogno, ma nel sequel la graziosa Lilia, ormai maggiorenne, ricoprirà addirittura il ruolo di comandante in carica degli "Scrivani" e sarà di stanza nei pressi di Lulucion.

    È dunque probabile che proprio lei si riveli uno degli antagonisti ricorrenti del racconto. Chissà che il suo inaspettato ritorno non possa in realtà anticipare l'arrivo delle versioni adulte di Lute, Cheval e degli altri personaggi principali del primo e indimenticabile Monster Hunter Stories. Pochi mesi ancora e lo scopriremo.

    Quanto attendi: Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin

    Hype
    Hype totali: 37
    83%
    nd