Anteprima Ninja Gaiden per Xbox

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Ninja Gaiden per Xbox - 240

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox
  • L'origine di Ninja Gaiden

    Chiunque abbia vissuto
    (videoludicamente parlando) la fine degli anni '80, potrà certamente confermare
    l'importanza di un titolo come Ninja Gaiden. Giunto in Europa con il nome
    "Shadow Warrior", si trattava di un beat-em-up a scorrimento che conobbe vasto
    successo grazie alla velocità e alla giocabilità che lo caratterizzava. Anche
    graficamente era degno di nota, introducendo intermezzi grafici che
    accompagnavano occasionalmente l?evolversi della storia. Possiamo
    tranquillamente affermare che fu un gioco che fece la storia dei beat-em-up,
    assieme ai vari Shinobi, Double Dragon e Final Fight. Grazie anche all'ottimo
    successo che Tecmo sta riscuotendo in questi anni (citiamo per esempio Dead or
    Alive, DoA Extreme Beach Volley, l'ottimo Project Zero, ma non dimentichiamoci
    di classici del passato come Rygar), l'attesa degli appassionati per la
    reincarnazione su Xbox sembra diventare a dir poco trepidante.

    Il suo miglior videogioco mai
    creato

    In realtà
    Ninja Gaiden ha visto, durante gli anni novanta, già due seguiti (per sistemi a
    8-bit) ma in questo caso si tratta di un capitolo a sé stante, per reintrodurre
    su Xbox un brand tirato a nuovo e luccicante come l’oro. Non a caso il capo
    progetto Tomonobu Itagaki di Tecmo definisce il nuovo Ninja Gaiden come il suo
    miglior videogioco mai creato! Come nei precedenti titoli, vestirete i panni di
    Ryu per eliminare schiere di nemici, utilizzando spade, Nunchako e Shuriken
    nonché poteri “magici” come quello del fuoco e del fiume. Naturalmente il tutto
    sarà condito con acrobazie spettacolari, potendo camminare su muri verticali,
    aggrapparsi a rami e destreggiarsi ad una velocità impressionante! Come se non
    bastasse, il nostro eroe imparerà, con il progredire del gioco, nuove tecniche
    ed abilità per riuscire a portare a termine la sua missione. La trama del gioco
    vede Ryu Hayabasa nel bel mezzo di una vendetta. La sua, per la precisione. I
    Vigor Empire hanno sterminato il clan cui apparteneva Ryu, rubando la Ryuken
    Sword: questo scatena la rivalsa, ed il nostro scopo sarà quello di recuperare
    la spada vendicandoci a suon di combattimenti, fino ad arrivare al boss finale.
    Per quanto concerne il sistema di controllo, tutto è volto alla semplicità anche
    se il joypad Xbox viene sfruttato quasi completamente: la levetta analogica di
    sinistra servirà per controllare Ryu, mentre dei tasti A,B,X e Y due saranno
    usati per gli attacchi con l’arma primaria, uno per l’arma secondaria e uno per
    il salto. Le armi primarie selezionabili saranno la katana e il nunchaku, mentre
    le armi secondarie saranno gli shuriken e l’arco con frecce. A detta dello
    stesso Itagaki, il tutto sarà facilmente gestibile nonostante la velocità e la
    freneticità dell’azione.

    Graficamente, artisticamente.

    La caratterizzazione del gioco sembra più che buona,
    a partire dagli ambienti profondi e ispirati fino ad arrivare al design del
    nostro eroe e dei nemici (che non necessariamente saranno uomini: avremo a che
    fare anche con mostri e demoni di ogni tipo). Il tutto, ovviamente, cerca di
    mantenere intatto il feeling del gioco originario, per non far sentire il peso
    di una eredità molto grossa.

    Tecnicamente.....

    Tecnicamente parlando, Tecmo ci ha ormai abituati
    ad opere con cui vantarci tranquillamente di fronte ad amici e conoscenti. Ninja
    Gaiden non poteva essere da meno, anzi sembra spingere sempre più in là le
    capacità di questo gruppo di programmatori. La pulizia dell’immagine è
    disarmante, guardando alcune foto sembra di osservare degli acquerelli e non la
    quantità industriale di poligoni di cui, in realtà, il gioco si compone. Texture
    e ambienti dettagliatissimi, modelli poligonali eccellenti, bump-mupping a
    volontà (l’acqua è realmente impressionante), effetti di luce bellissimi ed una
    fluidità costante rendono questo titolo un probabile esempio da seguire. Da
    sottolineare anche il funzionamento delle telecamere, che promette di essere
    quanto di meglio visto sino ad ora in un videogioco. Rassicurati per quanto
    riguarda la cosmesi di questo gioiello, ora dobbiamo sperare in una giocabilità
    e un coinvolgimento assolutamente all’altezza.

    In
    conclusione

    Allo stato attuale in cui si
    trova la lavorazione, circolano voci contrastanti riguardo l?utilizzo del Live.
    Dovrebbe essere certo il suo impiego ma Tecmo non si è ancora pronunciata in
    sede ufficiale. Quasi certa, invece, la data di rilascio, prevista per Natale.
    Dobbiamo aspettare ancora un po?, quindi, ma poco importa (o quasi) se poi il
    risultato finale sarà quello che tutti noi prevediamo.

    Quanto attendi: Ninja Gaiden

    Hype
    Hype totali: 2
    85%
    nd