Anteprima Ninja Gaiden: Sigma

Ryu Hayabusa su Ps3

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps3
  • Ogni volta è sempre la stessa storia che si ripete: l'avvento di una “Next Generation” videoludica è accompagnato da una disastrosa guerra in cui i prodi “fanboy” delle distinte fazioni si affrontano, tra le roboanti dichiarazioni e la pioggia di specifiche tecniche, per decidere quale console dovrà dominare le ore liete del relax serale di tutti i videogiocatori del mondo.
    A guidare l'avanzata di questi prodi fanti della cultura videoludica ci sono i grandi generali: “Le esclusive”, solinghi cavalieri incorruttibili che vivono la loro esistenza per l'onore e la gloria della propria console.
    A volte però capita che qualcuno di questi genrali d'un tratto abbandoni le sue truppe lasciandole nel caos più totale: tra i ranghi allora si insinuano le congetture più fantasiose ed improbabili, miste alle quasi certe verità che, a causa delle prime, perdono di qualsiasi valore. C'è chi accusa il generale di vile tradimento, chi si fida di lui e spera che un giorno si ravvederà; c'è poi chi pensa che il suo condottiero si sia “infiltrato” nelle truppe nemiche per organizzare una rappresaglia e chi vede in questo gesto la sconfitta del proprio esercito.
    Durante la precedente guerra abbiamo assistito alla sofferta diserzione degli alleati più fidati di Nintendo, ovvero i generali “Resident Evil 4”, “Viewtiful Joe” e “Killer 7”, che avevano giurato fedeltà all'esercito di Mario ma sono stati sedotti dall'immenso potere di Sony.
    Questo nuovo conflitto non si è ancora ufficialmente aperto e già si conta la prima defezione: un anziano guerriero, provato da cinque anni di combattimenti all'arma bianca, si posiziona in prima linea tra le agguerrite truppe del primo assalto di Playstation 3 al mondo del videogame.
    E' Ninja Gaiden, vero e proprio cardine della softeca dell'ormai abbandonato Microsoft Xbox, un colosso tecnicamente ineccepibile dotato di una giocabilità più che adeguata, un vero cult della passata console generation che ha contribuito a rendere i suoi genitori, il “Team Ninja” uno dei più blasonati gruppi di sviluppo videogame del mondo Microsoft, al pari di Bungie e Blizzard.
    Che cosa significa questa mossa del “Paladino di Redmond”? Perchè dare supporto al “Nemico numero uno”? Quale nuova tagliente Katana il team Ninja sta ponendo nelle mani di Playstation 3?

    The evil Dark Dragon Blade...

    A legendary sword, said to have been carved out of the bones of a Black Dragon,
    it brought plague and death to the world during the age of ancient myth...

    The Dragon Sword...

    Another weapon protected by the Dragon Lineage since ancient times. This
    sword, which is said to have been used by ancient warriors to slay the Black
    Dragons, is now handed down from generation to generation in the Hayabusa Ninja
    Clan, the modern descendants of the Dragon Lineage.

    And now, the Dragon Sword is gripped firmly in the hands of young ninja Ryu
    Hayabusa.



    Ha così inizio la lunga avventura che vede Ryu Hayabusa in viaggio attraverso il regno di Vigoor alla ricerca della “Spada del Drago Nero”, che è stata sottratta con la forza alla custodia della “Stirpe del Drago”, i cui membri sono stati assassinati dal demone Doku.
    Ryu stesso, che fa parte della dinastia che custodisce la spada maledetta e la sua gemella, la “Spada del Drago”, cade sotto i poderosi fendenti dell'invincibile nemico ma a differenza dei suoi compagni sopravvive miracolosamente e, una volta riprese le forze, parte alla ricerca della spada e del suo portatore.
    Ninja Gaiden è un viaggio epico attraverso un mondo multiforme: il nostro eroe viaggerà attraverso un lussureggiante giappone medievale fino a raggiungere la gotica (ma allo stesso tempo futuristica) capitale dell'impero nemico, nelle cui malvage profondità si nascondono i pericolosi avversari, un esercito di umani e creature comandate da alcuni “demoni superiori”.
    Questo lunghissimo action game (con una spruzzata di elementi adventure che non guasta mai...) raggiunge il nuovo colosso di casa Sony in un'edizione che i programmatori del Team Ninja definiscono come “Completa”.
    Ninja Gaiden Sigma è un edizione potenziata ed aggioranta di quel Ninja Gaiden Black che a sua volta altro non era che l'originale Ninja Gaiden affiancato dagli “Hurricane Pack” 1 e 2, gli aggiornamenti disponibili via Internet su Xbox Live. Tutto chiaro? Per farla breve il gioco destinato a Playstation 3 non è che un aggiornamento del capitolo originale, quindi non il tanto atteso seguito delle avventure di Ryu Hayabusa.
    C'è da rimanere delusi? A giudicare dal trailer presentato durante lo scorso Tokyo Game Show e dalle immagini diffuse recentemente da Tecmo non si può proprio dire che questo gioco dimostri i quattro anni di età che si porta sulle nerborute spalle!
    Questi elementi multimediali, oltre a testimoniare il grande sforzo compiuto dal team di sviluppo nel rendere il comparto audio/video consono alla next generation console, lasciano intravedere la notevole mole di migliorie introdotte nel gameplay di questo già ottimo gioco.
    Alcune di queste novità erano piuttosto prevedibili, come quelle riguardanti l'ampliamento della rosa degli attacchi: tra colpi letali e coreografiche tecniche di combattimento conosciute dal Ninja del Drago Ryu Hayabusa ora è annoverata anche lo spettacolare combinazione “a due spade”, con cui l'eroe fende l'aria ad una velocità impressionante e con risultati presumibilmente letali.
    Sempre sul fronte del “prevedibile” fa il suo ingresso in pompa magna tra i personaggi giocabili Rachel, la più gommosa e provocante cacciatrice di demoni mai partorita da un videogioco giapponese. Il giocatore avrà la possibilità di controllare questa conturbante eroina durante specifici momenti dello story mode, in cui verranno presi in esame elementi della trama che prima non erano sviluppati, ovvero tutti gli accadimenti che ruotano attorno alla presenza di Rachel e al motivo del suo viaggio. Quanto però questi elementi pesino sull'effettiva lunghezza dello story mode, quali altre modalità di gioco inedite coinvolgano i due protagonisti e quanti altri personaggi siano governabili (sempre che ce ne siano altri. Anche se è quasi certa la presenza di un terzo alter ego) non è ancora quantificabile, anche a causa dello stato embrionale di sviluppo del gioco (attualmente completo solo al 25%).

    Dal punto di vista prettamente “soggettivo” sembra che questo Ninja Gaiden Sigma contenga un nuovo e finalmente adeguato metodo di gestione delle inquadrature di gioco. L'episodio originale, per quanto eccellente, conteneva alcune “magagne” non indifferenti, prima delle quali sicuramente era l'assenza di una gestione delle telecamere (affidata al giocatore e alla sua costanza nel premere il tasto dorsale destro). Molte delle scene di combattimento mostrate nella ormai celeberrima “cinematic” sono riprese da un obiettivo attento e scrupoloso nel muoversi lentamente per fornire la migliore panoramica senza indurre il giocatore in confusione.
    Nulla invece traspare di un eventuale miglioramento dell'intelligenza artificiale o di una rinnovata fisica atta a gestire le ambientazioni: tutto appare più o meno come nel precedente capitolo, con i classici spauriti elementi degli scenari che dimostrano una minima interazione e gli avversari che mai abbandonano le loro tattiche di assalto in funzione di nuove, spiazzanti ed efficaci strategie offensive. Da questo punto di vista Ninja Gaiden rimane saldamente ancorato alla precedente console generation, anche se probabilmente si tratta di una scelta, piuttosto che di una necessità dettata dai tempi di sviluppo (di cui, come ben noto, il Team Ninja ha sempre fatto abbondante uso).
    Ninja Gaiden Sigma si presenta agli utenti di Playstation 3 (almeno ai futuri utenti) come un prodotto visivamente più che migliorato rispetto al passato: nonostante non sia ancora ufficiale gli screen diffusi da Tecmo sono probabilmente appartenenti ad una versione “Full High Definition” e quindi caratterizzata da una pulizia dell'immagine di qualità indubbiamente superiore alla già impressionante versione per Microsoft Xbox. Tutti i modelli poligonali, sia quelli dei personaggi che quelli degli elementi del paesaggio, sono clamorosamente più precisi: i soldati centauro all'ingresso della capitale, per esempio, cavalcano delle motociclette incredibilmente dettagliate, in cui è possibile ammirare elementi e finiture di grande pregio. All'aumento della risoluzione video corrisponde una notevole crescita del dettaglio di texture ed effetti luminosi. E' comunque ancora presto per giudicare il comparto video che, in soli due appuntamenti con la stampa di tutto il mondo, ha dimostrato miglioramenti a passi da gigante, pur rimanendo ancora piuttosto legato alla passata console generation soprattutto per quanto riguarda gli effetti di illuminazione.

    Ninja Gaiden: Sigma Ninja Gaiden Sigma è un “laboratorio” con cui Tecmo tasta di giorno in giorno il polso all'utenza Playstation 3: già a questo stadio di completamento (che qualcuno ha definito embrionale, ma che si fatica ad immaginare come tale) l'interesse per l'osannato action game “Only Xbox” è schizzato alle stelle, quindi immaginiamo che i motivi per insistere nell'offrire un congruo prodotto ai giocatori “next generation” negli ultimi mesi sia più che lievitato. Ninja Gaiden Sigma si rivelerà sicuramente un “must” tra i titoli disponibili in una data poco successiva al lancio di Playstation 3 (attualmente è previsto per il primo quadrimestre 2007), un'ottima occasione per saggiare uno degli action game più lodati della passata generazione ma anche una probabile perla audiovisiva capace di dare la prima di tante sferzate al nuovo indomabile hardware Sony. Preparatevi ad una primavera all'arma bianca!

    Che voto dai a: Ninja Gaiden: Sigma

    Media Voto Utenti
    Voti: 75
    7.7
    nd