No Straight Roads: un action adventure a ritmo di musica!

Abbiamo provato per circa due ore questo intrigante action game di stampo musicale: eccovi le nostre impressioni.

anteprima No Straight Roads: un action adventure a ritmo di musica!
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • PS4 Pro
  • La musica è una delle forme di comunicazione più elevate e complesse, ma al contempo è anche una delle più popolari e amate da tutti. Spesso a quest'arte vengono inoltre associati fenomeni di rivoluzione, resistenza e cambiamento culturale: in un trionfo di colori e suoni, con l'action-adventure No Straight Roads lo studio inglese Sold Out cerca proprio di raccontare, seppur metaforicamente, il ruolo della musica nei moti di ribellione, soprattutto quella generazionale. Dalla demo che abbiamo potuto testare per circa un'ora e mezza, gli sviluppatori sembrano in realtà aver utilizzato questo tema più come concept narrativo che come perno centrale delle meccaniche ludiche, finendo per mettere in scena un prodotto decisamente tradizionale.

    Stili di combattimento sonori

    Affidandosi all'esperienza di due veterani dell'industria, Wan Hazmer (lead game designer di Final Fantasy XV) e Daim Dziauddin (concept artist di Street Fighter V), Sold Out ha imbastito un racconto semplice ma funzionale a livello di gameplay. No Straight Roads racconta infatti di una banda indie rock, i Bunk Bed Junction, che cerca di sfondare nel mondo della musica vincendo una gara in una di quelle miriadi di trasmissioni sempre alla ricerca del nuovo gruppo di successo.

    Mayday e Zuke, i due membri della band, si presentano dunque alla NSR, l'impero commerciale che ha "salvato" Vinyl City grazie all'energia accumulata dalla musica da loro prodotta, e che di conseguenza ha acquisito il controllo della città. In quello che si trasforma a tutti gli effetti nel tutorial del gioco, impariamo dunque a conoscere i due protagonisti durante la loro performance di presentazione nel programma. Tramite un combattimento action ad arene, No Straight Roads ci offre due stili di gioco: "pesante", con Mayday e i suoi attacchi di chitarra che si abbattono sul nemico, e "veloce", con le bacchette della batteria di Zuke che percuotono gli avversari piuttosto che i tamburi. Passando agevolmente tra un personaggio e l'altro, possiamo quindi decidere di usare uno o l'altro stile di combattimento, a seconda della sfida che abbiamo di fronte. Ovviamente, contando la breve durata dell'anteprima, non abbiamo potuto testare con mano la complessità e la profondità di queste dinamiche di lotta, anche perché la demo è stata intelligentemente arricchita da una boss fight che sembra più "indicativa" del progetto completo. In ogni caso, alla fine della loro peculiare performance live, i nostri eroi stravincono la competizione, dimostrando un'abilità musicale eccezionale.

    Battaglia per la musica

    Eppure, qualcosa sembra non andare per il verso giusto: i sei giudici (che, ipotizziamo, rappresenteranno altrettanti boss) valutano comunque in modo estremamente negativo la nostra band rock. Il perché, dopo le divertenti, comiche e decise proteste della chitarrista del gruppo, viene presto spiegato: tramite il dominio assoluto ed esclusivo dell'EDM, Electronic Dance Music, la NSR sta impedendo lo sviluppo di qualsiasi altra forma musicale, accentrando dunque nelle sue mani la produzione energetica cittadina.

    Con sgomento dei nostri eroi, la pericolosità di questo squilibrio di poteri si manifesta durante un black-out: isolatisi dopo la sconfitta in trasmissione, Mayday e Zuke osservano dall'alto una Vinyl City dove gli unici appartamenti a essere illuminati dai generatori di riserva sono quelli della NSR, mentre il resto della città è abbandonato all'oscurità. Determinati da questa ingiustizia e dall'esser stati esclusi solo per il genere di musica utilizzata, i nostri eroi partono dunque per una vera e proprio "battaglia musicale", decisi a battere uno per uno i giudici che li hanno rifiutati, per restituire alla brava gente di Vinyl City le sue luci e i suoi suoni. Il primo nemico e la sua realtiva boss fight si dimostrano privi di particolari guizzi o intuizioni, ma comunque efficace nel descrizione del personaggio affrontato, segno di come il team abbia riservato una notevole dose di attenzione nella costruzione di un immaginario coerente e sfaccettato.

    Ciò che diverte più di tutto è chiaramente la mescolanza di momenti rock a quelli di generi diversi: a quanto detto dagli sviluppatori, non avremo a che fare solamente con l'EDM: fronteggeremo DJ, boy band pop-tastic e bambine prodigio con il pianoforte, tutto pur di riportare in auge il bistrattato rock & roll.

    Un'esperienza coinvolgente

    Per non affidarsi solamente a questo percorso di ribellione musicale, gli sviluppatori hanno implementato anche un sistema di potenziamento, che purtroppo però non abbiamo potuto testare a fondo, nella prima ora e mezza di gioco. In ogni caso, sarà sicuramente possibile aggiungere nuove mosse, poteri e abilità ai nostri due eroi, magari scegliendo principalmente l'uno o l'altro a seconda delle preferenze sugli stili di combattimento.

    A tutto ciò dobbiamo unire la possibilità di giocare l'intera esperienza in cooperativa locale, nonché un cast musicale stellare a supporto dell'ovviamente fondamentale colonna sonora (Falk Au Yeong, James Landino, Andy Tunstall & Funk Fiction, Masahiro "Godspeed" Aoki, Az Samad, Clyde Rabatel e la Video Game Orchestra), che rappresenta l'elemento portante dell'offerta di No Straight Roads.

    In sostanza, merito di una curiosa commistione tra musica e combattimenti, l'esperienza ludica sembra caratterizzata da una buona dose di divertimento. Infine, sul lato prettamente visivo, il gioco appaga la vista almeno quanto l'orecchio, se non di più: ogni boss (sembra fortemente tratteggiato, e sia la città che le arene luogo degli scontri offrono scorci intriganti su Vinyl City e i suoi abitanti. Con l'arrivo del gioco previsto per quest'estate, non ci resta dunque che attendere l'arrivo della versione completa dell'opera di Sold Out, per capire se la rivoluzione musicale dei Bunk Bed Junction riuscirà nell'impresa di distruggere la NSR, oppure se saremo costretti ad ascoltare per sempre le loro pessime performance.

    Quanto attendi: No Straight Roads

    Hype
    Hype totali: 12
    72%
    nd