Phantasy Star Online 2 New Genesis: l'MMORPG di SEGA si prepara a rinascere

In occasione del ventesimo anniversario del brand, nel corso del 2021 Phantasy Star Online 2 verrà completamente rimodernizzato.

anteprima Phantasy Star Online 2 New Genesis: l'MMORPG di SEGA si prepara a rinascere
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • PS4 Pro
  • Xbox Series X
  • Vi è stato un lungo periodo in cui i prodotti SEGA non legati ai noti e travolgenti franchise di Sonic, Yakuza o Virtua Fighter rimanevano purtroppo confinati nel paese del Sol Levante o comunque nel solo continente asiatico. La triste situazione è progressivamente migliorata nel corso dell'ultimo decennio, tant'è che il publisher nipponico ha persino portato sulle nostre coste dei prodotti estremamente di nicchia come Shining Resonance Refrain e il nuovo Sakura Wars (per tutti i dettagli consultate la nostra recensione di Sakura Wars). Seguendo questa "scia" positiva - e anche grazie al supporto di una Microsoft intenzionata ad accaparrarsi quante più esclusive possibili - il 2020 ha infine portato alla pubblicazione di Phantasy Star Online 2 sulle Xbox One nordamericane, un MMORPG free-to-play che ha intrattenuto i giocatori giapponesi già a partire dal 2012 e che fino a poco tempo fa noi occidentali potevamo provare soltanto su PC, avvalendoci della traduzione effettuata dai fan.

    Dal momento che il titolo ha ormai otto anni sulle spalle, il comparto tecnico e le meccaniche di gioco potrebbero però apparire un tantino datate agli occhi del giocatore moderno, soprattutto nel caso in cui vi si avvicini soltanto adesso. È fondamentalmente questa la ragione per cui SEGA ha annunciato che il prossimo anno, in occasione del ventesimo anniversario del franchise, il prodotto riceverà una revisione totale atta a modernizzare ogni suo aspetto. Le informazioni finora in nostro possesso su Phantasy Star Online 2: New Genesis (il titolo assegnato alla nuova versione del gioco) non saranno molte, ma proviamo comunque a capire cosa possiamo aspettarci dalla nuova creatura di SEGA.

    Il prezzo della coesistenza

    Partiamo con una serie di premesse essenziali e riguardanti alcune delicate tematiche che il publisher ha voluto affrontare immediatamente: non solo Phantasy Star Online 2: New Genesis sarà free-to-play come il suo predecessore, ma SEGA ha svelato che il prodotto coesisterà con la versione originale di Phantasy Star Online 2 e sarà narrativamente ambientato circa mille anni dopo la Battaglia dell'Oracolo. Questo significa che i giocatori potranno continuare a esplorare il vastissimo universo di PSO2 anche dopo l'uscita di New Genesis e senza la necessità di creare un nuovo account, anche perché alcune categorie di oggetti ottenuti nel primo saranno condivise e utilizzabili anche nel secondo. Questo significa che gli utenti conserveranno e potranno riutilizzare le materie prime, gli arredamenti per l'HUB, tutti gli strumenti consumabili legati alla battaglia, alla crescita e al potenziamento del proprio personaggio e persino le armi accumulate durante la precedente avventura.

    Ciononostante, aspetto, abilità e funzione di queste ultime cambieranno in accordo con le nuove meccaniche di New Genesis, che per ovvie ragioni non sarà compatibile coi personaggi creati in PSO2 e richiederà l'utilizzo di avatar appositamente realizzati. A proposito delle armi, è stato specificato che quelle molto rare e potenti potranno essere equipaggiate solo dopo aver raggiunto un determinato livello, mentre le armi legate a classi non ancora implementate in Phantasy Star Online 2: New Genesis diverranno utilizzabili solo dopo l'avvenuta integrazione delle suddette.

    Lo stesso discorso, poi, varrà per le Unità (particolari strumenti inseribili nei vari pezzi di armatura per accrescere ulteriormente i bonus conferiti alle statistiche dei personaggi), che in New Genesis saranno comunque invisibili. Infine, poiché Meseta, FUN e le altre valute dell'originale potrebbero sconvolgere negativamente l'economia della nuova edizione, SEGA ha già comunicato che il denaro rientrerà tra gli elementi non condivisi da PSO2 e New Genesis, anche per garantire un'esperienza equa a tutti i potenziali neofiti che approfitteranno della nuova veste del titolo per avvicinarsi finalmente al longevo brand nipponico.

    L'alba di un mondo inedito e rigoglioso

    Stando alle parole di SEGA, il principale obiettivo di New Genesis è quello di "creare il Phantasy Star Online definitivo, in cui gli storici elementi possano rimanere intatti, ma con un design, un gameplay e un motore grafico completamente riprogettati e rinati sotto ogni aspetto".

    Se la versione originale di PSO2 era nota per l'impareggiabile profondità dell'editor dei personaggi, il team impegnato nel progetto fa sapere di star lavorando duramente per offrire un livello di personalizzazione persino superiore. A tal proposito, il nuovo engine dovrebbe garantire un livello di dettaglio incredibile, se paragonato all'originale, così da poter creare degli avatar ancora più sgargianti e particolari. A giudicare dal trailer in 4K divulgato nei giorni scorsi, questi potranno ora muovere le dita ed equipaggiare un maggior numero di accessori, la cui posizione sarà addirittura modificabile. Questo significa che i giocatori più estrosi ed esigenti, sfruttando le numerose e inedite opzioni di personalizzazione, potranno finalmente dar libero sfogo alla propria fantasia e sfornare degli ARKS (diminutivo di "Artificial Relict to Keep Species") assolutamente unici e inimitabili.

    Come di certo saprà chiunque abbia un minimo di familiarità con Phantasy Star Online 2, attualmente le missioni dell'MMORPG targato SEGA si svolgono all'interno di spazi molto stretti e isolati, in quanto il gioco non è un open-world, ma utilizzata una serie infinita di istanze (qui chiamate "blocchi") per contenere il lag e limitare il numero di giocatori presenti su ciascun server.

    Un sistema sicuramente antiquato che, se da una parte assicura delle prestazioni ottimali, dall'altra complica non poco l'esistenza agli utenti intenzionati a giocare con gli amici, costringendoli non solo a doversi spostare continuamente da un server all'altro, ma soprattutto a dover fare i conti con un sistema di matchmaking a dir poco pessimo e per giunta incapace di aggiornare in tempo reale la schermata di selezione e la lista dei partecipanti alle missioni disponibili.

    Sfortunatamente non sappiamo ancora come New Genesis gestirà il matchmaking, ma in compenso lo sviluppatore ha già specificato che la revisione, che la stessa SEGA considera un "open-field online RPG", presenterà delle mappe molto grandi e spaziose, che per di più appariranno vive e saranno soggette agli effetti del ciclo giorno/notte. Straripante di dettagli e visivamente meraviglioso, il mondo del nuovo Phantasy Star Online 2 presenterà poi dei punti in cui il giocatore potrà letteralmente scivolare per spostarsi velocemente da un capo all'altro della zona visitata, eliminando la necessità di effettuare lunghi e tediosi percorsi a piedi.

    Di conseguenza, se il cosiddetto "Photon Dash" consentirà di attraversare rapidamente le rigogliose distese pianeggianti, il "Photon Glide" agevolerà invece la discesa dall'alto, permettendo ai giocatori di lanciarsi dal un punto molto elevato della mappa e di atterrare in tutta sicurezza. Due meccaniche che, durante le fasi esplorative, promettono quindi di azzerare i tempi morti e massimizzare l'azione.

    Per quanto concerne infine il gameplay, il publisher ha preferito non sbottonarsi troppo, limitandosi a rivelare che il rinnovato sistema di combattimento sarà essenziale per fronteggiare un nemico pericoloso e sconosciuto: chiamati semplicemente DOLLS (probabilmente un acronimo), i nuovi avversari degli ARKS saranno dei giganti antropomorfi che terrorizzeranno i campi di battaglia e, una volta ingaggiati, daranno vita a scontri memorabili. Anche perché i suddetti, parzialmente equipaggiati con armature high tech, potranno contare su spadoni, fruste e devastanti attacchi ad ampio raggio, al fine di garantire un tasso di sfida elevato ed entusiasmante.

    Confidando nel team di SEGA e nella riuscita del progetto, non resta quindi che attendere il momento in cui potremo calcare i terreni di New Genesis e valutare coi nostri occhi i benefici, sia tecnici che ludici, escogitati in occasione della promettente e ormai necessaria riedizione di Phantasy Star Online 2.

    Quanto attendi: Phantasy Star Online 2: New Genesis

    Hype
    Hype totali: 18
    71%
    nd