Gamescom 2015

Anteprima Plants vs Zombies: Garden Warfare 2

Alla fiera di Colonia Electronic Arts e PopCap Games presentano qualche novità per il loro irriverente sparatutto. Arance e Pannocchie armate di tutto punto si aggiungono alla rissa.

anteprima Plants vs Zombies: Garden Warfare 2
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Dario Bianchi Dario Bianchi Accanito videogiocatore dall'età di 6 anni, Dario adora le emozioni e le forti suggestioni trasmesse dal mezzo videoludico. Quando non impugna un pad si dedica alla lettura, alla birra e al rock, accompagnato dalla sua amata Fender Telecaster! Lo trovate su Facebook e Twitter.

Electronic Arts ha scelto il palco della Gamescom di Colonia per concedere al pubblico nuove informazioni riguardanti Plants VS Zombie: Garden Warfare 2, secondo episodio dello spin-off shooter/cooperativo della celebre serie Tower Defense di PopCap. L'infinito conflitto tra le coriacee piante e i famelici non morti non conosce tregua: dopo aver divertito e appassionato tantissimi giocatori con un primo capitolo discreto ma migliorabile, EA si prepara a soddisfare la fame dei fan con un seguito che porta con sé tantissime novità, mirando nel contempo a fidelizzare il proprio pubblico ascoltandone i feedback e arricchendo l'offerta ludica con tante modalità e personaggi inediti.

Una guerra senza quartiere

Gli sviluppatori ci accolgono nella piccola saletta allestita all'interno del boot EA; sin da subito ci spiegano che uno degli obiettivi principali di questo seguito è quello di espandere a dismisura i contenuti offerti agli utenti. Il team ha introdotto ben sei nuove classi di combattenti, tre per gli Zombie, già presentate in concomitanza dell'e3, e tre per le piante, annunciate proprio alla Gamescom. Abbiamo così potuto vedere in azione la potenza di Kernel Corn, enorme pannocchia di grano capace di assicurare un volume di fuoco incredibile grazie alle sue doppie bocche da fuoco, mentre si muove con grande agilità quasi fosse un vero e proprio Max Payne del pop-corn. Kernel potrà non solo lanciare continue raffiche di mais, ma anche compiere balzi acrobatici mentre continua a sparare, oppure far piombare sul nemico una vera e propria pioggia di pop-corn esplosivi. La letale Rambo-pannocchia sarà poi affiancata da Citron, gigantesca arancia dotata di ottime abilità difensive, quali uno scudo energetico e una trasformazione che ricorda tanto la morfosfera di Samus, e la sensuale Rose, classe molto tattica capace di teletrasportarsi rapidamente da un punto all'altro della mappa, evocando minions, lanciando missili e trasformando gli zombie in innocue caprette grazie ad un'abilità speciale.
Garden Warfare 2 metterà inoltre a disposizione dei giocatori tantissime nuove mappe, per una varietà degli scenari nettamente superiore a quanto offerto in passato: proprio sotto i riflettori della fiera tedesca il team ha annunciato l'arrivo di "Moon Base Z", inedita mappa ambientata sul suolo lunare, dove il conflitto tra piante e succhiacervelli godrà della totale assenza di gravità, promettendo sostanziali variazioni al tradizionale gameplay della saga. Ma le novità "spaziali" non si fermano qui: grazie ad una collaborazione tra PopCap e Bioware, tutti coloro che preordineranno il gioco potranno utilizzare lo Z7-Mech, enorme robot ispirato alla serie di Mass Effect.
Il gioco vanterà poi un numero di contenuti e modalità complessivo molto più corposo, grazie ad un totale di quattordici classi e dodici mappe disponibili al day-one, consentendo di poter giocare sia in single-player che in coop locale senza la necessità di sottoscrivere alcun abbonamento al Plus o al Live. Abbonamento che sarà invece necessario per partecipare alle nuove modalità multigiocatore online "Graveyard Ops" e "Backyard Battlegrounds": quest'ultima in particolare ci ha colpito molto, costituendo un'alternativa convincente ai tanti canonici menu utilizzati per accedere al gioco in rete e ritrovarsi con gli amici. "Backyard Battlegrounds" mette infatti a disposizione del giocatore un enorme HUB dinamico, un vero e proprio livello di gioco dal quale procedere col matchmaking, creare una lobby con gli amici e accettare quest da completare sia da soli che in compagnia. Nella zona centrale dello stage nel frattempo si svolgeranno combattimenti contro l'IA nemica, un divertente diversivo per evitare la noia durante eventuali tempi morti, quando magari attendiamo che qualche amico si connetta e si unisca a noi.
Per approfondire le molte novità presenti in Garden Warfare 2 vi lasciamo adesso alla nostra intervista con Chris Fox, Lead Gameplay Designer del titolo PopCap, nel corso della quale lo sviluppatore ci ha parlato anche dei futuri DLC gratuiti e del sistema di import dei salvataggi del primo capitolo.

Q&A

Everyeye: Buon pomeriggio Mr. Fox e grazie per essere con noi su Everyeye.it.
Fox: Grazie a voi!

Everyeye: Partiamo subito con la prima domanda: una delle principali novità di questo secondo capitolo di Garden Warfare riguarda il background degli eventi durante i quali è ambientata la storia del gioco. Questa volta infatti saremo chiamati a vestire i panni degli Zombie, mentre le Piante rappresentano i "cattivi". Puoi dirci di più riguardo a questo cambio di focus?
Fox: Già nel primo Garden Warfare era effettivamente possibile giocare nei panni sia delle Piante che degli Zombie, anche se tale possibilità era limitata alle modalità competitive. Per quanto riguarda la storia però, c'è da dire che al termine del primo Garden Warfare Dr. Zomboss, leader degli Zombie, e il suo esercito di non morti erano riusciti ad avere la meglio sulle Piante: quindi, per la prima volta, sono queste ad attaccare, con gli Zombie costretti a difendersi. La nostra scelta è stata dettata dalla volontà di cambiare profondamente il gameplay offerto da Garden Warfare 2; non abbiamo mai visto le Piante rivestire il ruolo di "cattivi" in un gioco della serie prima d'ora, e siamo molto eccitati dalle tante nuove possibilità che questo cambio di prospettiva ci ha offerto, per quanto riguarda la creazione di nuovi personaggi e abilità. Si è rivelato molto impegnativo lavorare per rendere le Piante una classe più offensiva e nel contempo valorizzare i valori difensivi dei non morti. Per noi era il modo più efficace per variare e vivacizzare il gameplay.

Everyeye: Durante la presentazione ho avuto l'opportunità di osservare molte delle nuove classi introdotte e le relative abilità. Per le piante mi ha colpito particolarmente Kernel Corn, letale pannocchia di grano che si preannuncia divertentissima da usare: puoi dirmi qualcosa in più riguardo al lavoro di bilanciamento generale in Garden Warfare 2 alla luce delle tante novità introdotte?
Fox: La nostra preoccupazione principale è stata quella di assicurarci che ciascun personaggio, inedito o meno, possedesse le giuste abilità per risultare egualmente efficace in tutti gli scenari offerti dal titolo. É stato inoltre necessario concentrarsi sullo sviluppare sia talenti offensivi che difensivi per tutti i personaggi, dal momento che, nel comparto multiplayer, entrambi gli schieramenti possono ritrovarsi a rivestire i due ruoli. Per cui abbiamo lavorato sodo per creare personaggi "completi", capaci di risultare sempre utili in battaglia indipendentemente dall'obiettivo della partita. Curare il bilanciamento del titolo è inoltre il mio compito principale, per cui ho giocato personalmente le varie build durante tutto il ciclo di produzione, per assicurarmi che il gameplay risultasse equilibrato e divertente.

Everyeye: La nuova modalità "Graveyard Ops" può essere considerata come una rivisitazione in chiave Zombie della precedente "Garden Ops". Puoi dirmi qualcosa di più a riguardo? Quali sono le principali novità che possiamo attenderci rivestendo questa volta il ruolo degli Zombie?
Fox: "Graveyard Ops" è una modalità cooperativa per quattro giocatori in cui gli utenti dovranno difendersi dai continui attacchi dell'esercito delle Piante. Questa volta, controllando i non morti, l'obiettivo sarà quello di respingere i nemici difendendo la propria lapide: per l'occasione abbiamo creato un inedito esercito di erbacce nemiche, equipaggiate con barattoli e vasi al posto degli elmetti, armature che le rendono più potenti e resistenti. Ritornano ovviamente gli "eroi", con vecchie conoscenze come Peashooter e Chomper, ma anche nuovi boss, come ad esempio il Gigatorch Wood, un enorme albero capace di sparare fuoco. L'obiettivo principale è quindi quello di difendersi dalle "piante cattive" questa volta.

Everyeye: Una delle novità presentate qui alla Gamescom è data dalla nuova modalità "Backyard Battleground". Sono rimasto piacevolmente colpito dalla cura riposta dal team nel creare una sorta di HUB integrato in un mondo "vivo" e dinamico, nel quale è possibile accettare quest e curare tutti gli aspetti "social", mentre ci si difende da attacchi casuali da parte dei nemici.
Fox: Ti ringrazio. A tal proposito vorrei precisare che in questa modalità vi sono effettivamente delle "safe zone" in cui si è sempre al sicuro: nella piccola base dove è possibile accettare le varie missioni o personalizzare i propri personaggi non verrete mai attaccati. Nel contempo, nella parte centrale della mappa, si svolgeranno battaglie alle quali poter partecipare. Ma appunto volevamo che il giocatore potesse gestire le proprie attività in tutta tranquillità e senza pressioni, da qui le safe zone.
Detto questo, "Backyard Battleground" rappresenta certamente la novità più importante di Garden Warfare 2: ci siamo liberati del classico menu della "lista amici", e ogni volta che si accederà all'online ci si ritroverà in questo enorme HUB. Qui si potranno incontrare e invitare i propri amici, selezionare le modalità a cui partecipare, ottenere quest e magari lanciarsi in qualche scontro veloce contro l'IA nella parte centrale del livello.

Everyeye: Altra novità annunciata qui a Colonia è data dalla nuova mappa ambientata sulla Luna, nella quale la gravità sarà quasi del tutto assente. Quali varianti sulla formula di gioco avete potuto introdurre grazie a questi nuovi elementi? Possiamo aspettarci un maggiore focus sulla verticalità degli scontri?
Fox: Anche in questo caso la nostra scelta è stata influenzata semplicemente dalla volontà di esplorare nuovi territori al fine di arricchire la formula di gioco, rinfrescando il gameplay con novità inedite per i giocatori. Ci siamo concentrati sul rendere l'esperienza varia e sempre divertente, e credo che con la mappa lunare "Moon Base Z" abbiamo colpito nel segno. Ovviamente l'assenza di gravità implica la necessità di adoperare nuovi stili di gioco: i salti saranno molto più difficili da controllare, e variare le traiettorie di spostamento rivestirà un'importanza fondamentale per sopravvivere. Sono certo che chiunque abbia giocato Garden Warfare in passato vivrà un'esperienza indimenticabile e del tutto nuova.

Everyeye: Vi sarà inoltre la possibilità di importare i propri personaggi dal precedente capitolo giusto?
Fox: Esatto. Se avete giocato a Garden Warfare sbloccando i vari personaggi, sarà possibile importarli sin da subito, in maniera del tutto gratuita ovviamente. É una feature per me fondamentale, poiché so bene che tantissimi giocatori hanno speso ore e ore a sbloccare contenuti nel precedente episodio: volevamo quindi essere certi di trasmettere ai nostri fan la consapevolezza che, se hanno investito tanto nel nostro gioco allora noi saremo pronti a ripagarli e a ringraziarli per questo. Basterà importare i propri dati per poter utilizzare, già dal dayone, tutti i propri personaggi preferiti.

Everyeye: Un'ultima domanda. Puoi anticiparci qualcosa riguardo ai vari DLC gratuiti annunciati? Cosa possono aspettarsi i giocatori?
Fox: In realtà non siamo ancora scesi nel dettaglio riguardo la natura dei vari contenuti scaricabili post-lancio. Sappiamo comunque di aver lavorato bene con il precedente capitolo, grazie a nuove mappe, modalità e personaggi rilasciati nel tempo; quindi contiamo di continuare a supportare il nostro gioco a lungo, ascoltando i feedback e le richieste della community. Il nostro obiettivo principale sarà sempre quello di accontentare e rendere felici i nostri fan.

Everyeye: Grazie per il tempo concessoci e in bocca al lupo!
Fox: Grazie a voi.

Plants vs Zombies Garden Warfare 2 Le tante novità presentate alla Gamescom 2015 confermano ancora una volta le buone impressioni sul titolo EA. L'obiettivo di questo secondo capitolo è chiaramente quello di affinare una formula di gioco collaudata senza rivoluzionarne lo spirito, espandendo nel contempo il numero di contenuti offerti così da saziare anche il più esigente dei fan. Con tante nuove classi a disposizione, un buon numero di mappe e l'interessantissima modalità Backyard Battlegrounds, Garden Warfare 2 promette di divertire e di limare i tanti, piccoli difetti del predecessore. Ricordiamo infine che Garden Warfare 2 sarà pubblicato su PC e su console di corrente generazione nel corso della primavera 2016.

Che voto dai a: Plants vs Zombies Garden Warfare 2

Media Voto Utenti
Voti: 13
8.2
nd