Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente: remake brillanti per Switch

Pokémon Diamante e Pokémon Perla ritornano in azione con un remake estremamente fedele agli originali, esorditi 15 anni fa su Nintendo DS.

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Per celebrare in grande stile il 25° anniversario della nascita della serie Pokémon, The Pokémon Company ha scelto di focalizzare le proprie energie creative sulla rievocazione della Regione di Sinnoh. Ambientazione che ha accolto il debutto della IV Generazione delle creature di casa Game Freak, la landa dominata dal Monte Corona è pronta ad una duplice infusione di vita. Nella nostra anteprima di Leggende Pokémon Arceus, abbiamo già illustrato le potenzialità legate al prossimo capitolo inedito della saga, atteso per gli inizi del 2022, ma il titolo ambientato in una Sinnoh del passato ispirata al Giappone feudale non è l'unico progetto in cantiere.

    Il Pokémon Presents del 26 febbraio ha infatti portato con sé anche la conferma dell'esistenza dei tanto rumoreggiati remake di Pokémon Diamante e Pokémon Perla. A distanza di 15 anni dall'esordio su Nintendo DS, le due produzioni ritornano in azione su Nintendo Switch. L'annuncio ufficiale di Pokémon Diamante Lucente e Pokémon Perla Splendente ha consentito di dare un primo sguardo a quelle che saranno le caratteristiche essenziali del progetto, in arrivo sulla console ibrida nel corso degli ultimi mesi del 2021.

    Remake senza Game Freak

    Per dare nuova forma alle due avventure Pokémon del 2006, The Pokémon Company ha scelto di affidarsi a una software house esterna, probabilmente con l'obiettivo di non distogliere risorse preziose da una Game Freak che al momento pare totalmente assorbita da Leggende Pokémon: Arceus. La scelta è dunque ricaduta su ILCA, team con il quale il colosso nipponico aveva del resto già collaborato per la realizzazione di Pokémon Home.

    I rifacimenti di Pokémon Diamante e Pokémon Perla vedranno la software house impegnata per la prima volta nella realizzazione completa di un gioco console. Sino ad ora, infatti, ILCA ha operato nel settore come team di supporto, assistendo grandi software house nel completamento di alcuni aspetti dei propri progetti. In questa veste, lo studio ha apposto la propria firma su Code Vein, Ace Combat 7: Skies Unknown, NieR: Automata e Dragon Quest XI: Echi di un'Era Perduta. Per garantire la conservazione di una visione unitaria e coerente con quanto proposto dagli originali Pokémon Diamante e Pokémon Perla, i lavori sui remake sono stati affidati ad un direttivo bicefalo, guidato da Yuichi Ueda di ILCA e da Junichi Masuda di Game Freak, già Director dei due titoli per Nintendo DS.

    Quella di affidarsi ad un team esterno per la realizzazione di un gioco afferente alla saga principale della serie Pokémon rappresenta una direzione inedita per la serie. Un approccio che tuttavia potrebbe rivelarsi estremamente interessante, sia in termini di eventuale ampliamento delle visioni artistiche correlate all'IP, sia perché una normalizzazione di tale soluzione consentirebbe a Game Freak di rallentare i ritmi produttivi, dedicando così maggiore cura e risorse ai capitoli inediti dei Pocket Monster.

    Ritorno a Sinnoh

    Nel presentare Pokémon Diamante Lucente e Pokémon Perla Splendente, The Pokémon Company ha descritto i due titoli come remake estremamente fedeli all'originale. Gli sviluppatori di ILCA hanno prestato particolare attenzione nel conservare intatte le proporzioni dei percorsi che collegano le molteplici aree di interesse della Regione di Sinnoh, così come la struttura delle città, mantenuta totalmente invariata. Gli Allenatori e le Allenatrici che torneranno a viaggiare all'ombra del profilo del Monte Corona non troveranno dunque ad attenderli scenari inediti o completamente reinterpretati. Ad acuire il senso di familiarità, anche la scelta di conservare intatto il punto di vista degli originali Pokémon Diamante e Pokémon Perla, con una telecamera che seguirà i movimenti del giocatore da una prospettiva sopraelevata.

    L'operazione principale di aggiornamento compiuta dalla software house giapponese si traduce dunque nella definizione di uno stile estetico rinnovato, che punta a offrire un nuovo livello di dettaglio alla Regione di Sinnoh. Per l'occasione, non si è scelto di adottare la medesima direzione artistica che ha contraddistinto i recenti Pokémon Spada e Pokémon Scudo, ma di percorrere una strada originale. ILCA ha così ricreato il mondo di Pokémon Diamante e Pokémon Perla attribuendo ai personaggi uno stile che potremmo definire chibi, mentre ambientazioni, creature e città hanno potuto beneficiare di un rinnovamento che ha portato con sé un livello di dettaglio ovviamente maggiore e tonalità più calde e brillanti.

    Nel complesso, l'impatto grafico dei due Remake non ci è parso sorprendente, con i cambiamenti più marcati che hanno interessato le fasi di combattimento. Le lotte Pokémon hanno infatti beneficiato di un aggiornamento sia sul fronte dell'interfaccia sia su quello delle animazioni. Gli Allenatori torneranno ad avventurarsi in Pokémon Diamante e Perla al fianco degli starter orignali Turtwig, Chimchar e Piplup, ma le fasi di combattimento potranno contare su nuove animazioni in panoramica ravvicinata.

    Diamante e Perla, ma anche un po' di Platino

    Se sul fronte del gameplay, almeno per il momento, non sembra che ci si possa attendere grandi variazioni rispetto alla formula originale di Pokémon Diamante e Pokémon Perla, qualche piccola sorpresa potrebbe invece arrivare sul fronte contenutistico. Ovviamente, le vicende narrate nei due rifacimenti ricalcheranno fedelmente le avventure originali proposte dalla Regione di Sinnoh, ma l'augurio è che, se non altro, ILCA e Game Freak abbiano provveduto ad integrare in Pokémon Diamante Lucente e Pokémon Perla Splendente anche le novità proposte dal successivo Pokémon Platino.

    Pubblicato in Giappone nel 2008 e in Europa e Nord America l'anno successivo,

    il titolo inseriva i propri passi nel solco già tracciato dai precedenti Pokémon Cristallo, seguito a Pokémon Oro e Pokémon Argento, e Pokémon Smeraldo, seguito a Pokémon Zaffiro e Pokémon Rubino. Versione rifinita e ampliata di Pokémon Diamante e Pokémon Perla, Pokémon Platino introduceva alcuni elementi inediti, come il Parco Lotta, struttura che consente di cimentarsi in Lotte Pokémon contraddistinte da regolamenti specifici. Sul fronte narrativo, il gioco accoglieva inoltre un approfondimento legato a Giratina - Pokémon mascotte del titolo - e alla dimensione alternativa nota come Mondo Distorto.
    Vista l'assenza di grandi cambiamenti in termini di gameplay, sarebbe sicuramente apprezzabile veder inseriti in Pokémon Diamante Lucente e Pokémon Perla Splendente tutti i contenuti esclusivi previsti dall'edizione Platino. Una eventualità francamente non remota, che potrebbe peraltro essere già stata suggerita dal reveal trailer dei remake per Nintendo Switch. Nel filmato è infatti possibile avvistare fugacemente un NPC assente dagli originali Pokémon Perla e Diamante, ma invece presente nell'avventura del 2008. Presso la città di Giardinfiorito, nello specifico, è presente il personaggio che generosamente consente al giocatore di convertire uno Shaymin in Forma Terra in un esemplare in Forma Cielo. Un dettaglio che lascia ben sperare per l'inclusione di tutti i contenuti del trittico Diamante/Perla/Platino.

    Decisamente più remota è invece la possibilità di assistere all'introduzione di elementi completamente inediti. Il lancio relativamente ravvicinato a quello di Leggende Pokémon: Arceus potrebbe rappresentare un'occasione per ampliare la lore che avvolge il Pokémon Primevo, proprio in preparazione all'epopea ambientata nel remoto passato di Sinnoh. Al momento, non vi è tuttavia alcuna conferma ufficiale o indizio concreto che muova in questa direzione.

    Pokemon Diamante Lucente e Perla Splendente L'epopea Pokémon legata alle creature Leggendarie Dialga e Palkia ritornerà in azione su Nintendo Switch alla fine di quest'anno. Affidati non a Game Freak, bensì al team di ILCA, Pokémon Diamante Lucente e Pokémon Perla Splendente si presentano come remake estremamente aderente ai titoli originali esorditi su Nintendo DS nel 2006. Per la rievocazione della Regione di Sinnoh, The Pokémon Company ha infatti deciso di privilegiare una riproposizione fedele della struttura e delle dinamiche di gameplay della coppia di titoli. Oltre ad un processo di rinnovamento del comparto grafico e delle animazioni, le uniche novità di rilievo potrebbero derivare dall'inserimento in Pokémon Diamante Lucente e Pokémon Perla Splendente dei contenuti aggiunti da Game Freak ai tempi della pubblicazione di Pokémon Platino. Piuttosto difficile immaginare ulteriori arricchimenti per i due titoli, che rappresenteranno un nostalgico antipasto in vista dell'arrivo nel 2022 di Leggende Pokémon: Arceus.

    Che voto dai a: Pokemon Diamante Lucente e Perla Splendente

    Media Voto Utenti
    Voti: 46
    6.4
    nd