Pokémon Let's Go Pikachu e Let's Go Eevee: si torna a caccia su Nintendo Switch

Dopo l'annuncio ufficiale, analizziamo le informazioni fin qui pervenute sul gameplay e le novità di Pokémon Let's Go Pikachu e Evee, in uscita a novembre.

anteprima Pokémon Let's Go Pikachu e Let's Go Eevee: si torna a caccia su Nintendo Switch
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Laddove i più accaniti appassionati dei mostriciattoli tascabili speravano di poter partire, già nel corso dell'anno corrente, alla ricerca dell'ottava e attesissima generazione di creature, i ragazzi di Game Freak hanno invece sorpreso tutti, nel bene o nel male, fissando al 2019 l'uscita del fantomatico "Pokémon Switch" (titolo ancora provvisorio). I cacciatori di mostri non rimarranno comunque a bocca asciutta, poiché Nintendo, con un repentino colpo di coda, ha annunciato a sorpresa due nuovi titoli apparentemente intenzionati a "reinventare" la prima, leggendaria generazione di videogiochi Pokémon. Intitolate rispettivamente Pokémon: Let's Go, Pikachu! e Pokémon: Let's Go, Eevee!, le due "versioni" del nuovo prodotto strizzano infatti l'occhio ai contenuti di Pokémon Giallo, introducendo tuttavia delle meccaniche ispirate al popolare Pokémon GO e in grado di sfruttare appieno le possibilità offerte esclusivamente dai controller Joy-Con di Switch. In attesa che la coppia di giochi approdi nei negozi di tutto il globo, il prossimo 16 novembre, proviamo a riassumere le prime informazioni finora in nostro possesso.

    Il nuovo inizio di una grande avventura?

    Dopo aver contemplato più e più volte il trailer incaricato di presentarci ufficialmente i nuovi prodotti in via di sviluppo in casa Game Freak, era impossibile aprire questo paragrafo senza citare il titolo del primo episodio dello storico anime di Pocket Monster. I motivi sono invero molteplici: non solo Let's Go, Pikachu! e Let's Go, Eevee! risultano ambientati nella leggendaria regione di Kanto che, nel lontano 1996, partorì Pokémon Blu e Pokémon Rosso, dando effettivamente inizio ad un fenomeno ancora oggi dilagante, ma soprattutto potrebbero rappresentare un nuovo inizio per la serie. Sebbene Nintendo abbia rimandato a data da stabilire qualsiasi dettaglio sul canovaccio narrativo offerto dalle due opere, ed il ruolo giocato dal Team Rocket, è innegabile che questi, a primo acchito, appaiano come una sorta di "remake" spirituali dei giochi Pokémon di prima generazione. Pensati - per stessa ammissione di Nintendo - per coloro che muoveranno i primi passi nel meraviglioso mondo dei Pocket Monster, i titoli vedranno per giunta giocatori vecchi e nuovi partire per un lungo viaggio in compagnia di un Pikachu o di un Eevee, ossia i Pokémon ottenuti inizialmente da Ash Ketchum e Gary Oak nel già menzionato anime ispirato al fortunato brand.
    Partiamo la nostra analisi proprio dai suddetti starter, che a quanto pare potranno viaggiare col proprio allenatore standosene comodamente appollaiati sulla testa dell'avatar dell'utente. Entrambi, inoltre, potranno essere "coccolati" attraverso l'oscillazione del Joy-Con, e addirittura indossare una serie di completi, cappelli o accessori che rispecchino i gusti e la personalità dell'allenatore.
    La vera e propria novità offerta dai due titoli, che sembra già preoccupare intere orde di fan indignati ancor prima del tempo, è però rappresentata dalla modalità di cattura dei Pokémon: laddove, fino ad oggi, era fondamentale indebolire le creature selvatiche attraverso una breve battaglia, il trailer diffuso stamani sembra suggerire che Let's Go, Pikachu! e Let's Go, Eevee! adotteranno invece il sistema di cattura introdotto su dispositivi mobile da Pokémon GO.

    Utilizzando il sensore di movimento del Joy-Con, i giocatori non dovranno far altro che muovere il controller simulando il lancio di una sfera Poké, prendendo di conseguenza la mira e augurandosi di centrare il bersaglio già al primo tentativo. Un meccanismo che tutto sommato dovrebbe sfruttare appieno le peculiarità dell'hardware, offrendo un'esperienza piuttosto realistica, ma che potrebbe non soddisfare gli appassionati di scontri in chiave RPG. In attesa che Nintendo specifichi se la fase di battaglia verrà effettivamente depredata del tutto, non possiamo che augurarci che essa venga quantomeno resa opzionale, accontentando con poco sforzo qualsiasi corrente di pensiero. Non manca, in aggiunta, sia la facoltà di dar vita a scambi e duelli online, come comunicato di recente da Junichi Masuda di Game Freak, sia - a quanto sembra dal reveal trailer - l'inserimento di un Pokémon inedito, pronto ad esordire proprio in questi nuovi capitoli.
    Per la prima volta, inoltre, il giocatore potrà condividere lo schermo con un amico, semplicemente affidandogli un controller Joy-Con: questo farà sì che un secondo avatar, apparentemente di sesso opposto, subentri al suo fianco per aiutarlo tanto nella cattura quanto nelle sfide con gli allenatori incontrati nel vastissimo mondo di gioco. A giudicare dal trailer, il secondo player sarà libero di muoversi a piacimento nella schermata del primo giocatore, ma non disporrà di tutti i comandi previsti dagli scontri (come ad esempio la funziona di fuga), ed è plausibile che possa soltanto controllare i Pokémon catturati dal compagno. Una ragionevole privazione che, siamo certi, non influenzerà il divertimento offerto dalla possibilità di condividere l'intera avventura con un partner, e senza dover utilizzare più di una console.

    Lancia la tua sfera

    Assieme a Let's Go, Pikachu! e Let's Go, Eevee!, Nintendo ha poi annunciato una periferica a forma di Poké Ball, che a quanto pare verrà sfruttata in vari modi. Utilizzando il piccolo joystick analogico posto sulla zona frontale della sfera, gli utenti potranno muovere i propri personaggi fra i vari Percorsi della regione di Kanto, selezionare i comandi in battaglia, sfogliare comodamente le voci inserite nel Pokédex, o comunque girare per l'intero menu di gioco. Al pari del Joy-Con, inoltre, la sfera simulerà il lancio della Poké Ball durante le sequenze di cattura, riproducendo, in caso di successo, il caratteristico (e univoco) verso della bestiola acquisita.

    La funzione più interessanti è tuttavia rappresentata dalla possibilità di "trasferire" nella Poké Ball una creatura a propria scelta e portarla letteralmente a spasso, accarezzando addirittura la periferica per scatenare gli eventuali versi di gioia da parte del Pokémon contenuto al suo interno.
    Let's Go, Pikachu! e Let's Go, Eevee! saranno infine in "contatto" con Pokémon GO, consentendo al giocatore di inviare al cosiddetto "GO Park" le bestiole catturate nel mondo reale attraverso lo smartphone. Sfortunatamente non è ancora chiaro se queste saranno utilizzabili anche nell'avventura principale o se, presumibilmente, rimarranno confinate in una sorta di parco dove coccolare il proprio zoo. Il secondo caso è forse quello preferibile, poiché a nostro avviso sarebbe troppo semplice e insoddisfacente riempire il Pokédex e mettere assieme una squadra molto potente, trasferendo nei nuovi giochi persino le creature catturate durante i recenti raid di Pokémon GO.

    Pokémon Let's Go, Pikachu! e Let's Go, Eevee! Pokémon: Let’s Go, Pikachu! e Pokémon: Let’s Go, Eevee! potranno non essere gli agognati titoli di ottava generazione, ciononostante, già a primo acchito, parrebbero avere tutte le carte in regola per guidare la serie verso un sentiero alternativo, che tuttavia non ostacoli minimamente il percorso della serie regolare. È ancora presto per esprimere giudizi sull’ultima fatica di Game Freak, ma le premesse per qualcosa di nuovo, che possa reinventare una formula ormai troppo obsoleta, sfruttando sia le peculiarità della nuova console, sia le meccaniche del fenomeno Pokémon GO, sembrano esserci tutte. Appuntamento dunque al prossimo novembre, quando potremo finalmente tornare nel continente che oltre due decenni fa diede origine al mito.

    Che voto dai a: Pokémon Let's Go, Pikachu! e Let's Go, Eevee!

    Media Voto Utenti
    Voti: 41
    7.1
    nd