Project BBQ: un promettente MMORPG ispirato a Dungeon and Fighter Duel

La possibile nuova frontiera degli MMO è un titolo dallo stile anime contraddistinto da un'inarrestabile azione al fulmicotone.

Project BBQ
Anteprima: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Annunciato nel mese di dicembre 2018, Project BBQ è uno dei molteplici titoli che, proprio come i promettenti Lost Soul Aside e Project EVE (a proposito, qui trovate la nostra anteprima di Project EVE), sono apparsi sui nostri radar come fulmini a cielo sereno per poi dileguarsi in maniera altrettanto repentina. Dopo ben due anni di attesa, lo scorso dicembre Nexon e Action Studio hanno finalmente pubblicato un nuovo trailer del progetto, il quale ha permesso al pubblico di ammirare i notevoli progressi compiuti nel frattempo dal team di sviluppo.

    Purtroppo il titolo non dispone ancora di una finestra di lancio e non conosciamo nemmeno le piattaforme sulle quali verrà lanciato, ma in compenso ci siamo fatti un'idea tutto sommato precisa del suo frenetico sistema di combattimento. Proviamo dunque a capire cosa dovremmo aspettarci dal nuovo MMORPG ispirato al noto franchise di Dungeon Fighter Online.

    Un ambizioso crossover

    Prima di analizzare il trailer del prodotto è opportuno chiarire quando sia nato e cosa sia esattamente il brand di Dungeon Fighter Online, anche perché questo ha raggiunto una certa notorietà nel continente europeo solo in tempi tutto sommato recenti. Pubblicato in Corea, Giappone, Cina, Taiwan e Nord America nella seconda metà degli anni 2000 e approdato anche in Europa nel tardo 2016, il capostipite di Dungeon Fighter Online (che da questo momento abbrevieremo in "DFO") era una curiosa commistione di generi, in quanto il titolo multiplayer mescolava nel proprio calderone svariati elementi tipici di beat 'em up, hack'n' slash e action RPG, senza disdegnare componenti sociali quali gilde e arene PVP.

    Una formula efficace e geniale che, stando ai dati pubblicati lo scorso maggio, ha permesso al sodalizio di conquistare i favori di 700 milioni di utenti nell'arco di sedici anni e soprattutto di registrare un compenso complessivo superiore ai quindici miliardi di dollari. Con numeri del genere, non è affatto strano che Nexon abbia deciso di espandere l'universo di DFO con un manga, tre serie d'animazione, un picchiaduro intitolato Dungeon and Fighter Duel e sviluppato in collaborazione da Neople, Arc System Works e Eighting (qui trovate il trailer di annuncio di DNF Duel), e non per ultimo il misterioso Project BBQ.

    Sebbene Nexon e Action Studio non abbiano ancora divulgato nessun dettaglio riguardante la componente narrativa del loro nuovo MMORPG, gli studi hanno comunque voluto precisare che Project BBQ non sarà ambientato nell'universo

    principale di DFO, bensì in una realtà parallela in cui i destini dei personaggi chiave e degli storici boss della serie potrebbero essere alquanto diversi da come li conosciamo. Anche perché in questo autentico universo parallelo dovrebbero comparire persino i personaggi di Cyphers Online, un MOBA free-to-play in 3D sviluppato da NeoPle e ancora oggi molto popolare in Corea del Sud, ma che purtroppo non ha mai osato mettere piede oltreoceano. Un bizzarro dettaglio, questo, che non anticipa nulla sulla trama del gioco, ma che allo stesso potrebbe giustificare l'assenza del benché minimo riferimento a DFO nel nome provvisorio del progetto curato da Action Studio, che a conti fatti sarà quindi un crossover vero e proprio tra due licenze (o magari anche di più) che finora non si erano mai incrociate.

    A metà fra beat 'em up e hack'n' slash

    Se la trama e le ambientazioni di Project BBQ sono attualmente avvolte da un fitto alone di mistero, il suo impianto ludico è stato una sorprendente rivelazione e attraverso gli adrenalinici trailer finora divulgati in rete è già riuscito a lasciarci letteralmente a bocca aperta. Mettendo per un momento da parte la componente multiplayer, le classi e tutto quello che in genere contraddistingue un MMORPG, Project BBQ ha catturato la nostra attenzione con un combat system a dir poco frenetico e violento.

    Indipendentemente dall'arma equipaggiata e dalla propria specializzazione, tutti i personaggi del gioco sono infatti in grado di portare a segno delle combo incredibilmente rapide, che nei momenti più concitati raggiungono una velocità talmente elevata (per non dire esagerata) da non poter essere seguite dall'occhio umano. È il caso degli spadaccini, che con le katane o i pesanti spadoni riescono a tritare la carne degli avversari con una scioltezza inaudita e che all'occorrenza ne facilita gli spostamenti laterali, così da evitare anche all'ultimo istante i colpi speciali dei boss giganteschi.

    Se i lottatori specializzati nel corpo a corpo si direbbero particolarmente efficaci nello scontro 1-contro-1, poiché appunto dispongono di un'agilità fuori dal comune, l'utilizzo delle bocche di fuoco sembra privilegiare tanto il combattimento ravvicinato quanto lo scontro sulla distanza, in quanto le scivolate e le schivate effettuabili anche a mezz'aria sono supportate da tempi di reazione sbalorditivi. Svelata durante il trailer dello scorso dicembre, è la maga il personaggio che più di ogni altro ha saputo sorprenderci e incuriosirsi. Se la stragrande maggioranza degli MMORPG ci ha abituati a incantatori particolarmente vulnerabili agli attacchi fisici e quindi del tutto negati nel corpo a corpo, la graziosa maghetta coi codini intravista nel nuovo filmato ci ha stupiti ricorrendo ripetutamente ad assalti fisici devastanti, precisi e addirittura ad ampio raggio, in modo tale da colpire tutti i nemici circostanti.

    La peculiarità del suddetto personaggio è infatti la capacità di aggiungere tutta una serie di elementi ai propri attacchi fisici e di lanciare in maniera automatica dei potenti incantesimi tra una combo e l'altra, eliminando del tutto la necessità di recitare lunghe formule come qualsiasi altro mago. Un dettaglio che, ancora una volta, sottolinea la volontà dello sviluppatore di scommettere tutto su una celerità irrefrenabile e capace di far impallidire qualsiasi hack'n' slash, e che in realtà potrebbe diventare il principale elemento distintivo tra Project BBQ e i propri simili.

    Va comunque precisato che, se da una parte questa singolare caratteristica del prodotto può ammaliare e incuriosire, dall'altra vi è il concreto rischio che le varie classi risultino troppo simili tra loro e che non vi sia alcuna distinzione fra

    quelle che generalmente assumono un ruolo offensivo o di supporto. Un dubbio, questo, che potremo fugare solo quando lo sviluppatore si deciderà a mostrarci anche l'interfaccia utente e soprattutto l'innesco delle skill. Mentre il trailer d'annuncio del 2018 aveva messo in mostra soltanto la componente single player del progetto, il filmato diffuso lo scorso dicembre include invece diverse clip di gameplay incentrate sul multiplayer, le quali rivelano che gli utenti potranno raccogliersi in party di quattro giocatori per affrontare dei nemici di grandi dimensioni come golem, demoni infernali e un agghiacciante clan di giganti. Creature, in definitiva, che dovrebbero risultare fuori dalla portata dei singoli individui e incentivare la creazione di gilde competitive.

    Un anime meraviglioso

    Sviluppato in Unreal Engine 4, Project BBQ vanta un colpo d'occhio piacevole, che siamo certi farà la gioia degli appassionati di animazione giapponese. Coloratissimi e ricchi di dettagli, gli ispirati paesaggi sono caratterizzati da atmosfere deliziose e i vivaci centri abitati sembrano persino usciti dai capolavori cinematografici di Hayao Miyazaki, A giudicare dal nuovo trailer, Project BBQ si direbbe ricco di luoghi alquanto suggestivi e particolari, come le rovine di un castello interamente fagocitate dalla vegetazione, la vertiginosa torre nascosta nel cuore di una catena montuosa o il traballante ponte in legno situato nei pressi di una agghiacciante foresta dall'aria spettrale.

    Terreni, insomma, che non vediamo l'ora di calcare, alla ricerca di tesori nascosti e mostruose creature da dilaniare alla velocità della luce. Al netto di chiaroscuri non sempre convincenti, soprattutto per quel che concerne gli NPC del mercato, anche i modelli poligonali sono estremamente suggestivi e dettagliati, grazie a un character design estroso e ispirato. Sia i mostri che i personaggi giocabili sfoggiano armature e costumi deliziosi, che di conseguenza accentuano il già elevato fascino delle "waifu" e degli "husbando".

    Project BBQ Project BBQ è un’autentica gioia per gli occhi, soprattutto per gli appassionati di animazione giapponese, ossia il target cui il prodotto è sfacciatamente indirizzato. In perfetto equilibro fra beat'em up e hack’n’slash, il suo sistema di combattimento è interamente votato all’azione frenetica, tant’è che persino le classi magiche e di supporto risultano incredibilmente efficaci nel corpo a corpo. Una curiosa scelta che da una parte potrebbe favorire la progressione in modalità single player, ma che dall’altra rischia di compromettere il bilanciamento delle classi e la diversificazione dei loro ruoli, soprattutto nelle istanze multigiocatore. Assieme a Crimson Desert e Blue Protocol, Project BBQ è nel complesso uno dei più affascinanti e promettenti MMORPG di prossima pubblicazione, nonché un titolo che siamo certi saprà distinguersi immediatamente nel già vasto panorama multiplayer online. Lo seguiremo con attenzione, augurandoci che la data di uscita venga annunciata quanto prima.

    Quanto attendi: Project BBQ

    Hype
    Hype totali: 10
    76%
    nd