Project Kato: ninja robot in un open world cyberpunk

Analizziamo tutto il materiale diffuso fino ad oggi su Project Kato, Action RPG a mondo aperto che potrebbe riservare ben più di una sorpresa.

Project Kato
Anteprima: PC
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Solitamente i prodotti indipendenti iniziano a godere di popolarità tra i videogiocatori all'avvio di una campagna di raccolta fondi, all'apertura della pagina del preorder su Steam o alla pubblicazione di un trailer: tutte fasi fondamentali nel processo di concretizzazione di un progetto videoludico. Quanto sta accadendo con Project Kato è invece molto diverso alle situazioni elencate poco sopra, dal momento che questo gioco è ancora in una fase embrionale dello sviluppo, eppure i video pubblicati dal suo creatore su YouTube stanno impressionando un numero sempre maggiore di utenti. Andiamo quindi alla scoperta di questa particolare produzione che sta lentamente prendendo forma sotto gli occhi dei videogiocatori attenti alla sua lenta evoluzione sui social.

    Un ninja scatenato

    Project Kato punta ad essere un action RPG a mondo aperto di nel quale i giocatori possono vestire i panni di Kato, un cyborg-ninja dotato di un'agilità senza pari. Nel gioco non saremo gli unici robot, dal momento che le vicende narrate si svolgeranno in un futuro distopico nel quale le macchine avranno ormai preso il sopravvento e avranno ridotto gli umani in schiavitù. In questo contesto, noi ricopriamo il ruolo di "ricercati": sembrerebbe infatti che Kato sia uno dei numerosi cyborg costruiti per servire i nuovi padroni del mondo e che, per qualche strano motivo, è vittima di una sorta di errore di sistema per il quale decide di ribellarsi.

    Vista la presenza dell'open world, presumiamo che il titolo metta a disposizione un'intera città da esplorare, al fine di liberare progressivamente i vari quartieri dal dominio dei robot. Tutto ciò che riguarda questo aspetto del titolo è ancora un mistero e gli stessi sviluppatori non si sono lasciati sfuggire alcun dettaglio su esplorazione e dimensioni del mondo di gioco.

    Sono invece stati diffusi molti più dettagli sul combat system e sulle abilità del nostro Kato, il quale sembrerebbe disporre di una vasta gamma di talenti che gli consentirebbero di spazzare via ogni singolo robot sul suo cammino. Il protagonista è infatti un abile combattente corpo a corpo, ma non disdegna l'utilizzo di armi da fuoco e katane, con le quali si destreggia in acrobazie all'altezza di quelle viste in Metal Gear Rising: Revengeance (qui la recensione di Metal Gear Rising: Revengeance), uno dei titoli ai quali Project Kato sembra ispirarsi.

    Osservando le brevi sequenze di gameplay diffuse dagli sviluppatori, il combat system risulta molto fisico e pone una certa enfasi sulle collisioni, al punto da ricordare per certi versi Absolver (qui, invece, la recensione di Absolver) per altri Overgrowth, il peculiare action creato da un singolo sviluppatore e interamente basato sul sistema di combattimento.

    Per quanto i filmati attualmente disponibili mostrino principalmente delle sequenze action in cui si fa uso di pistole e katane, il gioco dovrebbe implementare anche la possibilità di affrontare i nemici furtivamente, ma non è chiaro quale sia il peso di questa meccanica nell'intera economia ludica. Inoltre sul sito ufficiale sono stati mostrati numerosi robot nemici, ciascuno con un proprio design unico e in possesso di armi diverse: una varietà che ci fa ben sperare per quello che concerne la diversificazione dei bersagli da annientare nel prodotto finale, nel quale dovremmo fronteggiare - stando alle parole del team - anche degli "enormi boss" tutti da scoprire.

    Agilità futuristica

    Oltre al combattimento, i ragazzi di ImagineDreams stanno lavorando duramente anche sul sistema di movimento di Kato, che sembrerebbe essere in possesso di una profonda conoscenza del parkour. Proprio come in Assassin's Creed o nell'ultimo Zelda (a proposito, qui la recensione di The Legend of Zelda Breath of the Wild), il nostro ninja può arrampicarsi sulle varie superfici e non perde mai l'occasione di oltrepassare anche il più piccolo ostacolo con una spettacolare capriola. La presenza di animazioni di questo tipo trasforma persino gli scontri con i mob più deboli in coreografie che hanno come protagonisti calci volanti, piroette e altre prodezze. Anche la componente ruolistica avrà la sua importanza, visto che nel corso dell'avventura avremo modo di ampliare il set di abilità di Kato e sbloccare svariati potenziamenti in un classico albero delle abilità. Sebbene non si conosca nel dettaglio come funzionerà il sistema di progressione, si possono già vedere in movimento alcune delle skill del cyborg.

    Una di queste consiste in una sorta di teletrasporto che permette al giocatore di posizionare un cursore nei dintorni e fare in modo che Kato si sposti immediatamente nel punto selezionato. L'altro potere mostrato prende il nome di EMP Smash, mossa grazie alla quale il cyborg ninja si proietta verso l'alto per poi colpire violentemente il suolo, generando un impulso elettromagnetico che dovrebbe stordire tutti i robot nei paraggi.

    Al momento non si conoscono le restanti abilità, ma in alcuni frangenti gli sviluppatori hanno citato la possibilità di manipolare il tempo e "affettare" i nemici, lasciando quindi intuire l'arrivo di mosse speciali legate alla katana e all'uso del bullet time.

    Un piccolo team con grandi aspirazioni

    All'opera su Project Kato troviamo ImagineDreams, un piccolo team indipendente formato da sole nove persone, tra cui anche un italiano, e capitanate da Fouad Torriss. Il fondatore della software house, di origini marocchine ma residente negli Stati Uniti, ha iniziato a dilettarsi con l'Unreal Engine 4 solo nel 2018: in così poco tempo, ha dimostrato di avere grandi potenzialità, pubblicando su portali come YouTube una serie di filmati che hanno permesso al pubblico di osservare i progressi fatti nel corso del tempo e allacciare un rapporto con lo sviluppatore. Al netto della trasparenza del team e della qualità del materiale pubblicato con costanza (l'ultimo video risale proprio a qualche giorno fa ed è incentrato sul parkour), è innegabile come il progetto risulti essere forse troppo ambizioso per una software house di queste proporzioni. L'obiettivo di ImagineDreams è quello di creare un prodotto con caratteristiche da produzione ad alto budget, ed è abbastanza arduo che possa riuscire nell'intento senza il tempo, i fondi e la forza lavoro necessari a tale scopo.

    Ciò non toglie che nei prossimi mesi, complice la sempre maggiore diffusione dei filmati di gioco, vi possa essere un colpo di scena: non sarebbe infatti la prima volta che un publisher decida di accogliere tra le proprie braccia prodotti potenzialmente interessanti, così da fornire al team il giusto sostengo e assicurarsi che tutto fili liscio fino all'arrivo sugli scaffali.

    In ogni caso Project Kato è ancora lontanissimo dal debutto: non solo lo stato dei lavori è ancora agli albori, ma è anche impossibile supportare il team tramite una campagna di raccolta fondi su Kickstarter o altre piattaforme di crowdfunding. Ci auguriamo solo che simili ambizioni possano concretizzarsi, prima o poi. In fondo, di action dinamici e frenetici non ne avremo mai abbastanza.

    Quanto attendi: Project Kato

    Hype
    Hype totali: 11
    86%
    nd