Project Magnum: dalla Corea un looter shooter con una grafica da urlo

Alla scoperta di Project Magnum, l'interessante looter shooter con visuale in terza persona annunciato di recente da Nexon Korea.

Project Magnum
Anteprima: PC
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Negli ultimi mesi siamo ormai stati abituati ad annunci provenienti dall'oriente e riguardanti produzioni dal grande potenziale, sebbene in molti casi il loro arrivo sugli scaffali sia ancora lontano. Ad arricchire la già folta serie di reveal di prodotti orientali ci pensa Nexon Korea, il cui recente showcase ha permesso ai videogiocatori di tutto il mondo di dare un rapido sguardo ad alcuni dei progetti in lavorazione presso il colosso dell'industria videoludica.

    Oltre ad essere al lavoro su una sorta di clone in salsa fantasy di For Honor che prende il nome di Project HP, l'azienda punta molto anche su un altro gioco dal titolo non definitivo, ovvero Project Magnum. Svelato al pubblico qualche settimana fa con una semplice immagine e scarse informazioni, questo titolo è saltato agli occhi dei giocatori solo al momento della pubblicazione del primo trailer, il quale contiene numerose sequenze in engine e permette di farsi un'idea di quello che dovremmo aspettarci da questo nuovo sparatutto online.

    Un ambizioso looter shooter

    Sulla scia di Destiny e Outriders, Project Magnum punta ad immergere il giocatore in un mondo futuristico ed altamente tecnologico nel quale però vi sono numerosi territori ancora non contaminati dall'uomo e nei quali i protagonisti devono avventurarsi per contrastare quella che sembra essere una pericolosa minaccia aliena. Questi avversari stanno invadendo il pianeta Terra con truppe di ogni tipo, tra le quali troviamo non solo semplici soldati ma anche enormi creature corazzate e veicoli dall'elevato potere d'arresto.

    Ed è qui che entra in gioco il particolare sistema ibrido di gameplay, il quale dovrebbe avere come base quella di uno sparatutto con visuale in terza persona a cui è affiancata una serie di meccaniche tipiche degli action. Nelle varie sequenze mostrate nel trailer, infatti, i soldati non fanno uso di coperture e non si limitano a contrastare l'avversario solo con armi da fuoco: ogni combattimento è incredibilmente dinamico grazie all'ausilio di armi corpo a corpo e di una sorta di rampino che potrebbe occupare un ruolo di rilievo tanto nel combat system quanto nell'esplorazione.

    Questo gadget è il vero protagonista del filmato mostrato al Nexon Showcase, poiché viene utilizzato dai guerrieri in molteplici modi e ripetute volte: vediamo ad esempio uno dei personaggi che si aggancia a una sporgenza per evitare una caduta mortale o per proiettarsi verso il nemico. In una sequenza viene anche suggerita la presenza di scene scriptate come quella di una lunga scivolata durante la quale il protagonista deve evitare la morte utilizzando proprio un grosso nemico da agganciare con il rampino. Questo sistema, le cui animazioni ricordano molto quelle del medesimo gadget visto in Sekiro Shadows Die Twice (a proposito, ecco la nostra recensione di Sekiro Shadows Die Twice), potrebbe essere molto interessante nell'economia di gioco, sebbene sia ancora da verificare il suo funzionamento. Nel filmato non si riesce a comprendere in alcun modo se l'utilizzo del rampino sia completamente libero o legato ad appigli predefiniti in maniera simile al titolo FromSoftware. Un altro elemento che si può intuire analizzando il trailer è la presenza di diverse classi giocabili, visto che i guerrieri mostrati nel filmato non differiscono tra loro solo per l'aspetto estetico ma anche per gli strumenti utilizzati.

    Uno dei ruoli che sicuramente spicca nelle immagini è il ‘colosso' dall'armatura pesante, il quale è con tutta probabilità una sorta di tank che può affrontare il nemico utilizzando sia pesanti armi corpo a corpo come il martello a due mani sia un grosso cannone a ripetizione che lo rallenta nei movimenti. La maga alterna invece le armi da fuoco all'utilizzo di incantesimi, tra cui spicca quello contenuto nel reveal trailer, grazie al quale congela tutti gli avversari presenti nel raggio d'azione dell'abilità.

    Probabilmente la terza classe è invece basata sull'utilizzo di gadget tecnologici, dal momento che in un frangente del video un personaggio lancia una granata la cui esplosione non danneggia i nemici ma li attira tutti in un punto: una classe del genere potrebbe essere fondamentale nella squadra, se si sfruttano a dovere le sinergie con le altre. Ad esempio, possiamo già immaginare eventuali combo con gli incantesimi ad area della maga.

    Un grande punto interrogativo è rappresentato dalla struttura di gioco, di cui al momento non si conosce alcun dettaglio. Gli sviluppatori si sono limitati ad inserire il progetto nella categoria dei looter shooter ma non è chiaro se si tratti di un open world nel quale i giocatori potranno liberamente esplorare (anche grazie al rampino) delle vaste aree oppure ci si limiterà a girovagare per arene dalle dimensioni più piccole e legate esclusivamente alle missioni. La stessa gestione dell'equipaggiamento è tutta da scoprire e rappresenta un elemento fondamentale ai fini della riuscita di un'operazione del genere.

    Grafica da urlo, ma...

    Come precisato dagli stessi sviluppatori in apertura del trailer con la dicitura "Actual engine and in-game footage", ogni singolo fotogramma mostrato è stato catturato in gioco. Se le promesse dovessero essere mantenute e il titolo riuscisse a mantenere questa qualità nella versione finale, ci troveremmo sicuramente di fronte ad uno dei prodotti più belli dal punto di vista della qualità delle texture e dei modelli, soprattutto se consideriamo la sua possibile natura open world.

    Meno d'impatto è invece la direzione artistica, che di primo acchito non è riuscita a stupirci, proponendo una serie di nemici, armature, armi ed ambientazioni il cui stile fatica a tenere testa alla bontà grafica. Si tratta ovviamente di impressioni preliminari che tengono conto solo del materiale mostrato, che in un prodotto di questo tipo rappresenta una piccola percentuale del totale.

    Insomma, Project Magnum ha attirato la nostra attenzione e, al netto di un design di personaggi e alieni non particolarmente originale, sembra avere le giuste idee per proporre un'esperienza frenetica e avvincente. Non ci resta quindi che attendere nuovi dettagli da parte di Nexon Korea, che per il momento non ha confermato la finestra di lancio del gioco e si è limitata ad annunciare il suo arrivo su "PC e console".

    Quanto attendi: Project Magnum

    Hype
    Hype totali: 13
    83%
    nd