Project The Perceiver: l'azione dall'Oriente si fa spettacolo

Tra maschere dai prodigiosi poteri e combattimenti senza esclusione di colpi, scopriamo l'intrigante Project The Perceiver.

Project The Perceiver: l'azione dall'Oriente si fa spettacolo
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Nella prima decade di novembre 2022 il publisher cinese Papergames e lo sviluppatore interno 17ZHE Studio hanno svelato al mondo Project: The Perceiver, un interessante action game di matrice open world che in futuro approderà su "molteplici piattaforme", incluse PlayStation 4 e PS5. Analizzando attentamente il primo trailer del prodotto e rovistando tra le informazioni pubblicate sul suo sito ufficiale abbiamo quindi cercato di carpire utili dettagli circa la storia e soprattutto il gameplay di questo intrigante progetto al momento sprovvisto di una finestra di lancio, anche solo approssimativa.

    Caos e maschere

    Nonostante il filmato diffuso in rete da Papergames duri la bellezza di sette minuti, le informazioni sul titolo finora in nostro possesso sono davvero esigue. Abbiamo comunque appreso che il suo mondo squisitamente fantasy sarà ispirato all'antica Cina e che il racconto trascinerà i giocatori nella lunga e sanguinosa guerra combattuta nel periodo Tianhu della dinastia Xuantang (qui l'anteprima di Black Myth Wukong, un titolo ispirato a un famoso testo cinese).

    Stando a quanto riportato sul sito ufficiale, una "bizzarra entità dal colore disgustoso e dalla forma indescrivibile" è stata scoperta nelle campagne in quella che gli sviluppatori hanno descritto come un'era dominata dal caos. Seppur terrorizzati dalla sua comparsa, in molti hanno tentato di dare una spiegazione a questo presagio, ma nessuno è stato di grado di giungere a una conclusione. Ancora non sappiamo di preciso di cosa si tratti, ma osservando il trailer non abbiamo potuto fare a meno di notare che i personaggi di Project: The Perceiver saranno dotati di capacità sovrannaturali, il che ci spinge a credere che questo possa includere anche mostri e altre entità. A detta di Papergames e 17ZHE Studio, lo scopo del giocatore sarà quello di osservare ogni aspetto della realtà di Project: The Perceiver, incontrare tantissimi individui caratterizzati da ideali differenti e ingaggiare furenti scontri presumibilmente volti ad acquisire di volta in volta i loro incredibili poteri. A giudicare dalle immagini si direbbe che, dopo essere stato catturato e imprigionato, il personaggio chiave della vicenda acquisirà un potere prodigioso e affascinante, grazie a cui riuscirà a fuggire.

    Da quel momento in poi il nostro alter-ego si servirà infatti di misteriose maschere cui vincolare le capacità combattive dei nemici affrontati per utilizzarle a sua volta in battaglia: a seconda della maschera indossata non sarà soltanto l'aspetto del guerriero a cambiare, ma anche la sua arma principale e, di conseguenza, i pattern di attacco.

    Se per esempio la "Maschera dell'Ombra" offrirà uno stile di lotta basato unicamente sulla katana, la "Maschera della Devozione" alternerà spadate e affondi a calci e assalti acrobatici, che il protagonista impiegherà per cogliere di sorpresa i suoi avversari e metterli velocemente fuori combattimento. A questo proposito, la nostra sensazione è che il secondo stile di lotta sia stato studiato perlopiù per risolvere gli scontri in mischia coi nemici di poco conto, il che ci spinge a sospettare che il primo possa invece rivelarsi più adatto alle dispute con boss e mini-boss: utilizzando la katana per bloccare tempestivamente gli attacchi in entrata e mandare a segno una lunghissima catena di colpi, la "Maschera dell'Ombra" sembra del resto privilegiare i confronti uno contro uno.

    Ad ogni modo, mentre la Maschera della Devozione sarà quasi certamente disponibile subito dopo l'inizio dell'avventura, la Maschera dell'Ombra dovrà essere "conquistata" sfidando a duello quella che, a giudicare dai dialoghi, parrebbe essere una sorta di nemesi del protagonista. Il trailer di annuncio suggerisce infatti che l'eroe ingaggerà un acceso scontro col guerriero ammantato di nero, per poi ottenere la capacità di assumerne le sembianze e riprodurne le tecniche di combattimento (per gli scontri spettacolari, segnaliamo la prova di Wo Long: Fallen Dynasty)

    Osservando la parte conclusiva del filmato abbiamo inoltre appreso l'esistenza di altre maschere che, una volta indossate, conferiranno ai loro portatori la capacità di trasformarsi in un soldato armato di lancia, un giovane combattente con un pesante spadone e, non per ultima, un'oscura schermidrice in grado di triplicarsi e condurre un'offensiva simultanea da tre differenti direzioni. Considerando che la mutazione sarà pressoché istantanea, siamo convinti che la possibilità di cambiare maschera anche nel mezzo della lotta favorirà l'elaborazione di strategie volte sfruttare le caratteristiche peculiari delle singole. Resta però da capire quante di queste verranno incluse nella versione finale di Project: The Perceiver.

    Una spiccata vena platform

    Sempre nella parte conclusiva del trailer abbiamo potuto ammirare una breve sequenza di gameplay che suggerisce la volontà dello sviluppatore cinese di includere nel proprio titolo open world delle interessanti sezioni di platforming. Basandoci sulle immagini si direbbe che il protagonista dovrà attraversare paesaggi boschivi caratterizzati da una vegetazione fitta e per giunta animata, non a caso una clip in particolare sembra suggerire che questo verrà inseguito con una certa insistenza da minacciose radici.

    Ad aver attirato la nostra attenzione però sono stati un suggestivo sentiero di montagna completamente ricoperto dalla neve e quello che a prima vista aveva l'aria di essere un dungeon sotterraneo: in entrambe le location il nostro eroe vedrà spesso crollare la terra sotto i propri piedi, il che lo costringerà a correre talvolta nel vuoto e a saltare su vere e proprie piattaforme che si materializzeranno improvvisamente davanti ai suoi occhi. Fra trappole mortali, rapide arrampicate e scenari in costante mutamento, la componente esplorativa di Project: The Perceiver si preannuncia insomma adrenalinica e intrigante.

    Benché Papergames abbia fatto sapere di star lavorando al progetto già da qualche anno, questo non ha ancora ricevuto una finestra di lancio. Maggiori informazioni verranno però divulgate nel corso del 2023, ragion per cui continueremo a seguirne gli sviluppi con sincero interesse, augurandoci nel frattempo che la componente da platforming intravista nel filmato di annuncio possa giocare un ruolo dominante nell'economia di questo promettente action a mondo aperto.

    Quanto attendi: Project The Perceiver

    Hype
    Hype totali: 7
    73%
    nd