Quantum Error: un primo assaggio del survival horror per PS5

Quantum Error è tornato a mostrarsi al Future Game Show. Ecco tutte le novità sul titolo horror atteso su PS5 e PC.

Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Grande assente al reveal di PS5, Quantum Error ha invece aperto il Future Game Show con un interessante video di gameplay, che tra l'altro ha fatto riferimento a una prossima presentazione del gioco nel corso dell'estate. Il survival horror di Teamkill Media, lo studio statunitense a cui dobbiamo Kings of Lorn, si rifà ai capisaldi dell'orrore spaziale come Dead Space ma anche alla produzione letteraria di H.P. Lovecraft e Clark Ashton Smith, in modo da creare un distillato di tensione e puro terrore. Grazie alla potenza computazionale di PlayStation 5 e alle feature speciali del DualSense, quella offerta da Quantum Error promette d'essere un'esperienza multisensoriale che - seppur diretta anche su PS4 - darà il meglio di sé sul nuovo hardware di Sony. Oltre ad analizzare le sequenze di gioco inedite, abbiamo passato in rassegna le informazioni divulgate in relazione alla trama e al gameplay, al fine di comprendere al meglio la visione creativa alla base dell'opera dei fratelli Jones.

    La dura vita di un pompiere

    Come ha ben dimostrato il Resident Evil 7 di Capcom, confezionare un'avventura colma di mostri raccapriccianti e pericoli d'ogni sorta riesce meglio quando il suo protagonista è una persona normalissima, colpevole di essersi ritrovata nel posto sbagliato al momento sbagliato. In Quantum Error infatti Jacob Thomas - capitano dei pompieri del Gerboa Fire Dept - viene inviato dal capo Sturgis a spegnere un incendio divampato in un laboratorio della Monad, situato a circa 30 miglia dalle coste californiane.

    Quando Thomas, Shane Costa e i loro colleghi raggiungono il laboratorio in elicottero, si trovano dinanzi a una situazione disastrosa. L'incendio causato da forze ignote sta divorando l'intero complesso, che come da procedura è entrato in lockdown per contenere i danni. Motivato a salvare il maggior numero possibile di vite umane, Jacob è costretto a rivedere le sue priorità in men che non si dica. Complici gli abomini che popolano il centro di ricerca, quella che era una missione di soccorso è destinata a trasformarsi in una lunga e dolorosa lotta per la vita.

    Un tassello importante per avvicinarsi all'intreccio narrativo di Quantum Error è rappresentato da una specifica tecnologia della Monad, che parrebbe aver rivoluzionato lo stile di vita degli esseri umani. Il conglomerato industriale infatti ha creato un dispositivo che - se "installato" nel sistema nervoso di un individuo - è capace di spegnerne la coscienza quando questi è impegnato in una mansione lavorativa. A seguito del misterioso attacco all'installazione però tali meraviglie della cibernetica sembrano aver generato degli effetti a dir poco indesiderati nei rispettivi utilizzatori, che potrebbero essersi tramutati negli abomini visibili nei trailer.

    Al momento è realmente difficile sbilanciarsi sull'efficacia o la struttura della trama, sulla quale in ogni caso conosciamo alcuni dettagli. Lo shooter dalle atmosfere opprimenti e destabilizzanti durerà attorno alle 15 ore e consentirà ai più scrupolosi di esplorare a dovere la struttura per scoprire retroscena sulla Monad e il misterioso attacco.
    Appassionati di videogiochi e generi diversi, i quattro fratelli Jones hanno discusso a lungo prima di finalizzare la visione creativa alla base di Quantum Error, che in origine era molto diverso da ciò che è diventato. Sulle prime si parlava di un piccolo gioco da 1-2 ore totali, delle peripezie di un pompiere impegnato a salvare civili in un parcheggio su più piani devastato da un feroce uragano. A seguito di brainstorming e discussioni appassionate, il progetto è diventato sempre più importante e ambizioso, tra il sopraggiungere dei toni da cosmic horror e l'idea di inserire una componente sparatutto dai ritmi compassati, sulla falsa riga di Resident Evil 2. Pesantemente influenzata da BloodBorne - al momento non ci è dato sapere in che modo - la storia potrebbe fare la felicità degli appassionati, mescolando i giusti ingredienti ludici e narrativi. Speriamo vivamente che il prossimo gameplay reveal non manchi di svelare qualche dettaglio in più sul viaggio di Jacob Thomas.

    Un viaggio dell'orrore al centro di ricerca Monad

    Se le informazioni sul comparto narrativo di Quantum Error sono abbastanza risicate, il discorso cambia radicalmente sul fronte del gameplay, che non esitiamo a definire figlio di "genitori illustri". Ispirandosi a DOOM 3, Dead Space e al remake di Resident Evil 2, TeamKill ha confezionato uno scheletro ludico a base di enigmi, gestione delle munizioni e un vasto arsenale, che in ogni caso dovrebbe risultare commisurato alla pericolosità degli esseri che si aggirano per il centro di ricerca.

    Mixare le atmosfere horror con la componente action non è stato facile ma gli sviluppatori sono convinti di aver ottenuto un risultato d'effetto, lontano dai jump scare "scriptati" e dalle soluzioni di comodo. Il giocatore si ritroverà a visitare intere zone immerse nel buio, aiutandosi con la flebile luce della torcia installata sul copricapo di Jacob. Complice l'alto grado di immersione garantito dall'utilizzo dell'audio 3D, il pompiere si addentrerà nei meandri della struttura con circospezione e un velo di sospetto, sempre pronto a udire ogni rumore per tentare di percepire la presenza di un nemico.

    Senza sfociare in un unico open world - parliamo sempre di un'ampia esperienza story driven - i livelli di Quantum Error si potranno esplorare in lungo e in largo, a patto di possedere gli oggetti appropriati per accedere a specifiche zone. Confermati anche i puzzle alla Resident Evil, basati sulle abilità da pompiere di Jacob e sulle nuove feature del DualSense.

    Tramite i grilletti del pad ad esempio sarà possibile "avvertire" la resistenza degli oggetti con cui si andrà a interagire, una caratteristica questa che, è proprio il caso di dirlo, non vediamo l'ora di toccare con mano. Passiamo infine al filmato di gameplay, che ci ha permesso di dare un breve sguardo al sistema di shooting, all'arsenale di Jacob e ai mostri che popoleranno i nostri incubi. Questi esseri deformi, caratterizzati da lembi di carne penzolante e un incedere convulso, presentano altezze e dimensioni differenti ma, al contrario degli "insettoidi" del reveal trailer, poggiano su di una base umana. Complice la versione non definitiva del codice, risultano un po' "plasticosi" e forse privi di quel livello di dettaglio che ci si aspetterebbe di trovare in una produzione next-gen. In compenso riescono a incutere timore, una sensazione che potrebbe essere amplificata da una sonorizzazione completa di versi disumani e rantoli di morte.

    In attesa di scoprire di più sulle già confermate boss fight, passiamo quindi agli "arnesi del mestiere" di Jacob, che sembrano spingersi ben oltre la ricetrasmittente e l'utile maschera antigas. Nel trailer del Future Game Show vediamo il pompiere impugnare la fida accetta e muoversi acquattato, forse per raggiungere alle spalle gli ignari nemici ed eliminarli senza far rumore. Lo strumento si potrà utilizzare anche nel corpo a corpo vero e proprio per falciare i mostri, che al momento però non reagiscono in modo convincente agli attacchi del pompiere.

    Al netto degli ottimi muzzle flash delle armi, quando un avversario viene investito da una rosa di colpi del fucile a pompa non si sbilancia neppure, il che risulta poco piacevole alla vista. Tra fucili d'assalto, pistole e lanciarazzi, il giocatore non dovrà soltanto tener d'occhio la risicata scorta di munizioni ma anche ricordarsi dell'identità di Jacob. Questi infatti non è un soldato addestrato e ricarica le armi con una lentezza più che giustificabile. Tale caratteristica andrà certamente ad acuire la tensione degli scontri a fuoco, in linea con la visione creativa di TeamKill.

    Sebbene sia prematuro pronunciarci sull'efficacia del Ray Tracing, tra la quantità delle superfici riflettenti e l'efficacia dell'illuminazione globale, vogliamo spendere due parole sugli effetti particellari. Il fumo, il fuoco, le scintille e perfino le "scariche di energia" all'interno delle batterie visibili nel trailer, ci sono sembrati di buona fattura, a vantaggio del colpo d'occhio generale e dei toni dell'esperienza.

    Sorvolando sull'aliasing che sporca alcune superfici, che con ogni probabilità scomparirà nella versione definitiva del gioco, Quantum Error vuole colpire anche l'occhio più attento raggiungendo l'agognato standard del 4K a 60 frame per secondo ma anche sfruttare l'SSD di PS5 per eliminare del tutto i caricamenti. Verso la fine dello sviluppo - che TeamKill tenterà di ultimare entro i primi mesi di vita di PS5 - lo studio andrà a soffermarsi sulla versione PS4, che girerà a risoluzione minore e perderà alcune caratteristiche legate alla fisica.

    In definitiva, il secondo titolo targato TeamKill potrebbe sorprendere i puristi del survival horror, grazie a una ricetta ludica ispirata ai capisaldi del genere e pensata per sfruttare le caratteristiche del DualSense. Sono ancora molti gli interrogativi che ruotano attorno all'avventura di Jacob Thomas, che con ogni probabilità scoprirà alcune delle sue carte in occasione del prossimo gameplay reveal.

    Quanto attendi: Quantum Error

    Hype
    Hype totali: 24
    66%
    nd