GCom11

Anteprima Rabbids Alive & Kicking

Presentata a Colonia la versione Motoria dell'invasione dei conigli

anteprima Rabbids Alive & Kicking
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
Alessandro Mazzega Alessandro Mazzega prende confidenza fin da tenera età con pad e tastiera e si appassiona rapidamente al mondo dei videogiochi, lavorando come giornalista sulle principali realtà online e occupandosi di sviluppo, attualmente in Forge Reply. Bassista fallito, ha ormai venduto lo strumento per passare dietro al microfono, sia per cantare che per condurre il podcast Gaming Effect. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

I Rabbids sono nati come costola di un franchise di successo, quello avente come protagonista Rayman, ma si sono notevolmente distanziati dal genere platform, abbracciando da subito la formula dei party game strutturati a minigiochi.
Solo con Rabbids Go Home, pubblicato per Wii nel 2009, si sono riavvicinati ad uno stile più action mentre con il successivo Travel in Time sono tornati alla struttura classica, confermando le scelte passate.
Con il nuovo capitolo, intitolato Alive and Kicking, i teneri e folli conigli fanno il grande passo, riuscendo ad arrivare in pelo ed ossa nel salotto degli utenti Xbox 360, con una versione che sfrutta a fondo tutte le peculiarità di Kinect.

Violazione di domicilio

Proprio grazie a Kinect il nuovo Rabbids Alive and Kicking sembra molto più di una semplice raccolta di minigiochi come accaduto in passato: la presenza del sensore di movimento, del microfono e della telecamera hanno dato via libera alla sperimentazione che, in modo imprevedibile, ha portato verso alcune soluzioni che toccano i confini dell’augmented reality, quel concetto per il quale ad una rappresentazione del reale vengono sovrapposti elementi, personaggi e interfacce di gioco.
Kinect, infatti, andrà ad analizzare il salotto dei giocatori, visualizzando su schermo un flusso video continuo di ciò che viene inquadrato dalla telecamera, fornendo in questo modo un feedback diretto, come se i partecipanti al gioco si trovassero di fronte ad uno specchio.
Il gioco, quindi, interviene immettendo in tale flusso i personaggi con risultati che, inutile dirlo, raggiungono punte di comicità ineguagliabili.
Chi ha giocato a Rabbids: Go Home si ricorderà la modalità che vedeva un coniglio rinchiuso in una rappresentazione tridimensionale dell’interno del Wiimote. Muovendo il controller del Wii, quindi, si poteva far rotolare in varie direzioni il malcapitato, premendo i pulsanti per stimolare la sua curiosità e facendogli poi scherzi di ogni genere.
In Alive and Kicking il concetto è portato all’ennesima potenza: un coniglio verrà visualizzato davanti al giocatore e quest’ultimo potrà chiamarlo a sé, esortandolo a superare le sue paure ed avvicinarsi. A quel punto potrà calciarlo vedendolo semplicemente volare verso lo schermo, schiantandosi quindi contro l’obiettivo della telecamera, e di conseguenza, il vetro protettivo del panello televisivo, con un effetto esilarante.
Il coniglio, un po’ imbronciato, si alzerà e tornerà a guardare verso il giocatore, questa volta nutrendo timore. Sarà quindi possibile avvicinarsi e, con parole, dolci, convincerlo che non siamo una minaccia. Appena riguadagnata la sicurezza necessaria il coniglio tornerà a trotterellare per lo schermo, abbassando la guardia e permettendoci di infliggergli una nuova punizione.
Una modalità, quindi, che da sola varrebbe il prezzo del biglietto, per sfogare la propria rabbia sui Rabbids, tanto carini quanto fastidiosi grazie al loro tipico urlo.

Minigames galore

I minigiochi mostrati si collocano quindi sullo stesso grado di follia e fino a quattro giocatori possono partecipare contemporaneamente, risultato ottenuto anche da Just Dance 3.
Nel primo sullo schermo verrà visualizzato un grumo di muco, posizionato sul naso del giocatore e colante come una liana. Effettuando un movimento rotatorio si potrà innescare un’oscillazione e facendo un finto starnuto, prontamente recepito dal microfono integrato in Kinect, verrà lanciato, con l’obiettivo di spedirlo il più lontano possibile.
Il secondo minigioco è più classico e vedrà i conigli spuntare dal pavimento del proprio salotto, spingendo quindi i giocatori ad utilizzare i propri piedi per rispedirli nelle loro tane, guadagnando punti per ogni centro e moltiplicandoli grazie a mosse doppie che accomunano il gameplay ad un ballo, sullo stile dei vari Dance Dance Revolution.
Infine un’altra tipologia spinge i giocatori a nascondersi, evitando il fascio di luce mosso dai conigli sullo schermo, in una sorta di nascondino di gruppo che obbligherà i partecipanti ad ammassarsi rapidamente sui lati dello schermo, appiattendosi o saltando per evitare la traiettoria del riflettore utilizzato per scoprirli.
Raggiungendo buoni risultati nelle varie prove si potranno vincere delle banconote, stampate su rotoli di carta igienica, che si possono spendere per sbloccare numerosi elementi extra, la maggior parte dei quali saranno vestiti per poter addobbare a festa i conigli.
Inoltre è previsto un sistema di difficoltà dinamico che regola il livello di sfida alla bravura dei giocatori, in modo da potersi adattare a tutti i componenti della famiglia, dai più attivi a quelli sedentari, che magari affrontano per la prima volta un videogioco.

Rabbids: Fuori di Schermo Rabbids Alive and Kicking cerca di svecchiare il franchise proponendo una struttura classica a minigiochi ma utilizzando praticamente tutte le potenzialità di Kinect. In questo modo si ottiene un gioco coinvolgente e sopra le righe, irriverente e che non si prende assolutamente sul serio, con trovate esilaranti e scorrette che strappano ben più di un sorriso. Bisognerà valutare se la qualità media dei quaranta minigiochi inclusi nel pacchetto completo rimarrà alta ma da quanto visto il divertimento è assicurato.

Che voto dai a: Rabbids: Fuori di Schermo

Media Voto Utenti
Voti: 15
6.1
nd