Rainbow Six Siege: High Calibre, l'ultima stagione dell'Anno 6

Abbiamo potuto vedere in anteprima alcuni dei contenuti che arriveranno con l'ultima stagione dell'Anno 6 di Rainbow Six Siege: High Calibre!

Rainbow Six Siege: High Calibre, l'ultima stagione dell'Anno 6
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Oggi è ufficialmente iniziato il Six Major Sweden (avete letto la nostra guida al Six Major di Rainbow Six Siege?), l'evento internazionale che pone fine alla stagione competitiva e che ci condurrà verso il prossimo Invitational e, soprattutto, verso il Mondiale per le nazionali di R6 Siege che dovrebbe tenersi la prossima estate. Come ogni appassionato del tactical shooter Ubisoft saprà molto bene, a ogni appuntamento esport coincide anche la presentazione dei nuovi contenuti stagionali. Lo Sweden Major, dunque, non poteva che essere l'occasione perfetta per il reveal dei contenuti dell'ultima season dell'Anno VI: High Calibre. Noi abbiamo potuto vedere i contenuti in anteprima, ecco Thorn e tutte le novità dell'ultima season del 2021!

    Rework ne abbiamo? Sì, ecco il nuovo Outback

    La prossima stagione, anzitutto, porterà in dono una rielaborazione che i giocatori chiedevano da tempo. Stiamo parlando della ristrutturazione della mappa australiana: Outback. Quest'ultima, introdotta all'alba dell'Anno IV (vi invitiamo a recuperare il nostro speciale su Operazione Burnt Horizon), non ha mai avuto grosso successo tra la community.

    Questo per il fatto che la mappa presentava diverse criticità, tanto all'interno (delle sue tre zone, ovvero garage, ristorante e motel) che all'esterno che la rendevano tutt'altro che competitiva e leggibile. Con questo rework il team di sviluppo ha puntato a rivederla - quasi - del tutto, cercando di smussare le maggiori criticità. In questo senso, da quanto abbiamo potuto vedere, gli sviluppatori si sono concentrati principalmente nel rimuovere elementi ambientali esterni, che rendevano difficile, poco ragionata e confusionaria la lettura della mappa.

    Hanno ripulito anche i passaggi e rivisto la disposizione di alcune zone e stanze per raggrupparle o, al contrario, dividerle in modo che la navigazione e l'orientamento fosse più semplice e fosse anche più facile per i giocatori riconoscere dove si possono trovare i siti bomba e, dunque, come svolgere l'azione di gioco durante i match. Quindi ciò che è stato rivisto è principalmente la planimetria. Ad esempio al piano terra alcune stanze sono state combinate in un unico ambiente, come compressor room, convenience store, gear store e beer fridge.

    Nella zona ristorante, invece, le stanze sono state divise in due diversi ambienti. Questo per rendere più chiara la loro disposizione. Al primo piano è stata aggiunta una parete esterna che può essere distrutta, per consentire agli attaccanti di procedere con un soft breach dall'esterno. La zona della terrazza coperta è invece diventata una zona interna che connette la zona del mezzanino a quella del piano.

    Poi, le scale della zona di piano sono state completamente rimosse. I bomb site sono stati cambiati, in modo che sia anche in questo caso più semplice e chiaro per gli attaccanti identificare dove sono e come raggiungerli. Ad esempio, nel caso di lavanderia e dormitorio, sono state spostate le bombe e ora i siti sono in lavanderia e piano room.

    Sotto il cielo d'Irlanda

    High Calibre introduce anche Thorn, operatore irlandese, nuovo arrivato nella squadra Rainbow. L'operatore è un combattente di stazza media (che corrisponde ai vecchi due punti corazza, due punti velocità); la sua dotazione si compone innanzitutto di una mitraglietta, l'UZI K50G altrimenti conosciuto come SMG5 MK2, un arma addirittura inedita per lo shooter tattico targato Ubisoft.

    Quest'ultima, pur essendo molto compatta, è comunque un'arma calibro .50. Ciò significa che è un'arma ad alto potenziale, in grado di fare dei bei buchi nelle pareti, in modo tale da creare linee di tiro interessanti per la difesa. Quindi è sicuramente un'arma da non sottovalutare. In alternativa è stato aggiunto un fucile a pompa già in dotazione agli operatori tedeschi del GSG9, ovvero l'M870. Come arma da fianco, invece, Thorn potrà contare sulla 1911 o la C75 automatica. Le utilità secondarie, invece, sono state scelte appositamente per aumentare al massimo la capacità dell'operatore di creare trappole, colli di bottiglia e imboscate per gli attaccanti: filo spinato e scudo tattico.

    La filosofia della guerriglia si adagia perfettamente sul suo gadget unico: una mina di prossimità che può essere lanciata e che si attacca alle superfici. Una volta attivata rimane in attesa che passi un attaccante. In quel momento inizia un countdown sonoro che avverte l'ostile che la mina sta per esplodere: qui si apre un ventaglio di quattro opzioni.

    La prima è che si continui con il push, sperando di passare oltre al gadget prima che esploda; oppure si può provare ad arretrare; trovare il gadget e distruggerlo prima che esploda...oppure aspettare l'esplosione, sperando di non esser troppo vicini alla deflagrazione. Questo perché l'attaccante, se non si trova esattamente nell'epicentro, ha delle possibilità di sopravvivenza. Ovviamente, però, tutto è lasciato al caso. La mina è comunque un gadget elettronico, dunque tutti i counter che utilizzano dei inibitori elettromagnetici saranno le nemesi perfette per Thorn: Tatcher (la granata EMP disabilita temporaneamente il gadget), Twitch, Zero, IQ (quest'ultima soprattutto utile nell'individuazione).

    Novità e bilanciamenti

    Con High Calibre arriveranno diverse novità riguardanti le telecamere e i droni. Riguardo a questi ultimi, ad esempio, come tutti sapranno, non è mai stato possibile utilizzarli all'aperto. Ad esempio, una volta assunto il controllo di un drone, Mozzie non poteva portare il drone all'aperto, pena la disconnessione del gadget. In questo senso il team di sviluppo ha deciso di uniformare le due categorie di gadget dedicati all'intel gathering.

    Per cui dalla nuova stagione le telecamere antiproiettile, gli Occhi del Male di Maestro e i Black Eye di Valkyrie, si comporteranno esattamente come i droni: avranno un'autonomia di 10 secondi di utilizzo e poi si disconnetteranno. Un altro bilanciamento che arriverà nel corso della prossima stagione è quello di Finka (non dimenticate di leggere il nostro speciale dell'Anno III di R6 Siege). A partire da High Calibre, l'operatrice russa potrà utilizzare il suo boost di adrenalina per tornare in azione in autonomia, in caso di atterramento. Altre novità, invece, saranno dedicate al rework totale del sito R6 Fix, deputato alle segnalazioni dei problemi riscontrati nel titolo. Il sito, nella sua versione 2.0 oltre a essere mobile friendly, avrà un nuovo sistema di notifiche che permetterà ai giocatori che creeranno ticket all'interno del sito di entrare in contatto con i dev, i quali potranno comunicare direttamente con gli interessati, per approfondire la natura del problema. Un'altra novità che arriverà con la nuova stagione sarà una inedita struttura e una nuova timeline dedicata ai test server. Ci saranno tre tipologie diverse di test server.

    La prima atterrà alla fase di pre-season, che conterrà solo i contenuti che saranno disponibili al lancio della nuova stagione. Durante la stagione ci saranno altri due test server: il primo sarà un vero e proprio laboratorio sperimentale in cui i dev proveranno caratteristiche e meccaniche di gioco che sono ancora in sviluppo e che richiederanno ancora una lunga fase di test e sperimentazione prima di poter arrivare. In High Calibre ci saranno già delle nuove meccaniche che verranno testate in questo "laboratorio".

    Alla fine della season, invece, ci sarà un altro test server che sarà esclusivamente dedicato alla fase di bilanciamento, sia del gameplay sia degli operatori.

    Quality of life

    La prima modifica dedicata alla qualità della vita dei giocatori riguarda l'interfaccia. Il dev team ha sviluppato un tool ad hoc per rifare completamente l'interfaccia e per far sì che sia più facilmente adattabile alle modifiche future del titolo. L'interfaccia quindi promette di esser molto più leggibile e sfrondata da informazioni inutili. Lo stesso sembra essere accaduto per i cooldown. Dalla prossima stagione avranno un nuovo layout, più immediato e comprensibile.

    La bussola sarà rivista completamente: mostrerà in modo più chiaro i ping dei compagni e la differenza d'altezza del ping rispetto alla posizione del giocatore. I team, finalmente, avranno dei "colori" di squadra: rosso e blu, sia per una questione di accessibilità per i giocatori che hanno problemi di daltonismo, sia per rendere i ruoli più chiari ai novellini che sono appena entrati nel gioco. Riguardo ai content creator, invece, il team di sviluppo introdurrà una funzione di protezione, consentendo ai content creator di modificare il proprio nickname in game. Infine, in questa stagione arriverà la versione definitiva della personalizzazione dei set elite che era stata introdotta nella precedente season: sarà dunque possibile personalizzare totalmente le skin e le pose vittoria degli operatori. Arriveranno anche le skin delle armi 3D animate, e saranno inserite nel battle pass di High Calibre.

    Che voto dai a: Rainbow Six Siege

    Media Voto Utenti
    Voti: 239
    7.6
    nd