Anteprima Rogue Ops

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Rogue Ops - 2168

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps2
  • Xbox
  • NGC
  • Le eroine sexy alla ribalta...

    Sembra che vada di moda usare donnine sexy come protagoniste di videogiochi, tanto carine quanto dure e coraggiose! Così dopo la sensuale Joanna Dark di Perfect Dark e la conturbante Vanessa di P.N.03, è il turno di Nikki Conners di indossare i panni dell'agente senza macchia e senza paura, dal fisico voluttuoso e abilissima con le armi. Sarà all'altezza di coinvolgere i videogiocatori in questo Rogue Ops, come ci sono riuscite le sue “avversarie”?

    Alla ricerca di vendetta!

    Il gioco non può certo vantare di avere una sceneggiatura da Oscar, tutt'altro, sembra ripescata da film di serie B: il marito e la figlia dell'ex berretto verde Nikki Conners vengono uccisi, così lei si unirà ad un' agenzia segreta del governo, dedicandosi giorno e notte alla caccia dei membri dell'organizzazione terrorista Omega 19, i quali sono colpevoli dell'omicidio dei suoi cari.
    Rogue Ops, abbastanza divertente e intelligente, ruota tutto attorno alla protagonista, che nulla ha da invidiare a personaggi come Sam Fisher o Solid Snake: può aggirare furtivamente le guardie, andare dietro di loro e sopprimerle silenziosamente, salire e scendere da orli o tubi, strisciare sotto raggi laser, usare una gran varietà di gadget, dagli occhiali a raggi X a quelli con visore termale, spostare corpi morti in luoghi nascosti e altro ancora. Inoltre disporrà di un vasto arsenale di armi, dalle classiche pistole, al mitico fucile da cecchino e perfino dei shurikens!
    Il tutto implementato abbastanza adeguatamente al controller, rendendo l'esperienza di gioco poco frustrante.
    Purtroppo, non sono tutte rose e fiori. Se da un lato il gioco è molto solido sotto l'aspetto stealth, mostra tutti i suoi punti deboli nei momenti in cui l'azione si fa frenetica. Infatti i movimenti della protagonista sono lenti e il framerate decisamente incostante non aiuta di certo, al che durante gli scontri con i terroristi si notarà non poco; una vera pecca per il titolo Kemco!
    Pur prendendo in prestito un sacco di elementi dai capolavori del genere, Rogue Ops ha qualche spunto interessante, come l'intuitivo sistema di icona visualizzato nello schermo, che permetterà a Nikki di eseguire diverse azioni specifiche correlate. Nel gioco viene usato per fare di tutto, dall'aprire le porte al cercare corpi di guardie morte. Se da un lato è molto utile, dall'altro può creare non pochi problemi: per esempio può accadere che i giocatori non sappiano più dove andare o cosa fare poiché l'icona viene mostrata solo quando si passa sopra gli oggetti, così capita che si perda tempo a esplorare una stanza enorme in stato confusionale.
    La maggior parte delle missioni sono ben progettate: alcune danno un gran senso di soddisfazione, in altre capita che la frustrazione abbia il sopravvento, rendendo il gioco spesso noioso. Fortunatamente, come in Splinter Cell, sono presenti dei checkpoint per evitare di ricominciare il livello da capo nel caso di sconfitta.
    Dal lato tecnico niente di eccezionale: le texture variano da ben dettagliate e vivaci ad altre veramente di basso livello. Le animazioni sono accettabili, ma niente di speciale. Una delle pecche è sicuramente la fluidità del gioco: gira a 30 frame al secondo e spesso nemmeno li raggiunge, inoltre non è supportato il progressive scan.
    Per quel che riguarda il sonoro, siamo su livelli normali, con una buon doppiaggio, almeno nella versione americana, e la musica è spesso in sintonia con le location.
    L'ultimo lavoro Kemco non è altro che una miscela dei più prestigiosi giochi del genere, quali Splinter Cell, Metal Gear Solid e Perfect Dark. Un mix non molto riuscito, che se da un lato offre fasi di gioco divertenti e abbastanza appaganti, dall'altro manca di originalità e risulta troppo lineare e a volte noioso e frustrante. A peggiorare la situazione è il frame rate basso e spesso incostante. Un gioco che gli appassionati del genere potrebbero apprezzare, mentre per la maggioranza dei videogiocatori è consigliabile almeno un'occhiata se nella versione definitiva, in arrivo il 5 febbraio, venisse corretto qualche problema tecnico, frame rate in primis. Ma ne dubito fortemente, dato che Rogue Ops ha già fatto il suo debutto negli Stati Uniti.

    Quanto attendi: Rogue Ops

    Hype
    Hype totali: 3
    90%
    nd