Saints Row: personalizzazione estrema e senza limiti

Ecco cosa abbiamo scoperto sulla personalizzazione del nuovo, scoppiettante, capitolo di Saints Row in uscita ad agosto 2022.

Saints Row: personalizzazione estrema e senza limiti
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • La personalizzazione a tutto tondo e senza compromessi è ormai da tempo uno dei capisaldi di Saints Row, perché è una caratteristica che - se curata a dovere - riesce a divertire e a stampare sorrisi a trentadue denti sui volti dei giocatori. Proprio per questo motivo, non avrebbe potuto che ricoprire un ruolo di primissimo piano nel reboot della serie (a proposito, ecco la nostra anteprima del reboot di Saints Row), a cui di recente abbiamo dato un nuovo sguardo grazie a una presentazione speciale in compagnia del Lead Producer e degli sviluppatori di Volition.

    Neanche a dirlo, il gameplay farcito di commenti e succosi dettagli sull'esperienza si concentrava proprio sulle sterminate possibilità di personalizzazione offerte da Saints Row e dal sottobosco criminale dell'assolata Santo Ileso. Tra RPG trasformati in custodie per chitarra, camminate di soppiatto in stile Looney Tunes e repliche su ruote dell'Olandese Volante, ecco che cosa abbiamo scoperto sul folle reboot a opera del team dell'Illinois.

    Tra citazioni, abiti folli e varietà sfrenata: la creazione del personaggio

    Come scrivevamo nella precedente anteprima di Saints Row, la nuova iterazione della serie andrà a ridimensionare quello spirito matrixiano/supereroistico che permeava il gameplay del quarto capitolo ma - questo è bene dirlo - senza tradire in alcun modo l'anima sfrontata del franchise e i suoi cardini ludici.

    A riprova di ciò, gli sviluppatori hanno lavorato duramente per offrire ai giocatori il sistema di personalizzazione più ampio e articolato della storia di Saints Row, non per quanto concerne il solo protagonista ma anche le armi, i veicoli e il quartier generale della gang. Grazie alla presenza di numerosi preset ben differenziati e curati, i Saints in erba potranno raggiungere Santo Ileso in pochi istanti ma senza vestire i panni di un altero ego poco interessante.

    Se a ciò aggiungiamo la possibilità di sbirciare - e con ogni probabilità di scaricare - le migliori creazioni della community, sembra proprio che ottenere un protagonista degno di questo nome potrebbe rivelarsi più facile del previsto. Chiaramente, coloro che volessero attardarsi per scolpire e curare in ogni dettaglio il loro eroe criminale potranno farlo senza problemi, col supporto di un pool di strumenti assolutamente all'altezza. Le dimensioni del volto, la forma del naso o delle labbra, costituiscono appena la punta dell'iceberg di un sistema dettagliatissimo, che ad esempio prevede la deformazione facciale in più punti e quindi la possibilità di realizzare un perfetto "sfigurato" in stile Due Facce.

    A tal proposito, gli sviluppatori hanno dotato tutti gli editor di oggetti, rimandi, parti estetiche e volti tratti da fumetti, film e molto altro, così da arricchire un pacchetto già sterminato, che include facce da strega, squalo, lupo e perfino da una misteriosa "Quinn" che con ogni probabilità assomiglierà alla supercriminale del mondo DC. E poi ancora, il set di iridi che ricordano lo Smiley del Comico di Watchmen, gli occhi iniettati di sangue da vampiro, i sorrisi alla Joker (parte di una sezione makeup per tutti i gusti) e le tante cicatrici da applicare su ogni parte del corpo, al pari dei tatuaggi, impreziosiscono questa personalizzazione all'insegna della libertà d'espressione.

    Che sembri un Peaky Blinder con "Newsboy" e sguardo torvo o una perfetta riproduzione di Shrek per vestiario e aspetto fisico - perché la pelle in Saints Row potrà essere colorata in ogni modo, riflettere galassie o risultare abbronzata "a chiazze" - il vostro capo malavitoso avrà sempre e comunque una discreta dose di stile. A proposito di forme e fattezze fisiche, il corpo sarà completamente personalizzabile in altezza, larghezza e definizione muscolare. All'appello non mancheranno le innumerevoli acconciature, una vasta scelta di dentature fuori di testa e le parti intime, che si potranno censurare con appositi sticker qualora lo si volesse.

    Oltre alle 8 voci selezionabili per il protagonista, che di certo contribuiranno a renderlo ancor più "unico", è impossibile non segnalare le emote che - tra danze, gesti vittoriosi e set d'animazioni esclusivi - diversificheranno ulteriormente l'aspirante padrino di Santo Ileso. Al contrario delle movenze di pochi secondi che siamo abituati a trovare in molti giochi, le speciali animazioni di cui sopra influenzeranno in modo permanente (almeno fino alla rimozione) il comportamento del protagonista, che per dirne una potrebbe abbandonare la normale camminata in favore di movimenti circospetti in stile Looney Tunes.

    Dal lungo gameplay mostratoci inoltre possiamo dire che il vestiario - espandibile visitando i negozi della città - potrebbe risultare allo stesso livello della personalizzazione fisica per qualità e varietà. Dall'applicazione di protesi per gli arti, alla decorazione della tuta alare, che assieme ai costumi completi sembra offrire delle varianti "fuori come un balcone", i giocatori potranno sbizzarrirsi a più non posso e creare stregoni sadomaso, cowboy coi guanti a zampa di tigre e festaioli da stadio con il copricapo porta-birre. La realtà è che non vediamo l'ora di scoprire quali sorprese la customizzazione del personaggio avrà in serbo per noi, in un editor che potrebbe trattenerci al suo interno per un tempo difficilmente quantificabile.

    I veicoli, le armi e la base dei Saints

    Proprio come i titoli che l'hanno preceduto, il reboot di Saints Row vanterà una moltitudine di veicoli e strumenti di morte pienamente modificabili, in ogni senso possibile. Portare un catorcio da Jim Rob's - il meccanico e tuner di fiducia - significherà rimetterlo a nuovo, decorarlo con vernici e decalcomanie all'ultimo grido e dotarlo di alcuni assi nella manica di cui parleremo a breve. Chiaramente sarà possibile installare sui propri bolidi un sacco di elementi estetici, incluse corna di bufalo, luci al neon, scarichi folli, minigonne e alettoni, così come modificare i cerchioni in modo improponibile e ampliare la larghezza degli pneumatici.

    Tra vernici lignee, caleidoscopiche e metallizzate, sarà davvero difficile personalizzare gli 80 mezzi disponibili in modi "tradizionali", vista anche la loro stessa natura. I camion conciati da Olandese Volante, le moto uscite dal mondo di Ghost Rider e le supercar estranee al concetto di gusto estetico, saranno solo alcuni dei bolidi collezionabili in un parco mezzi che includerà hoverboard, elicotteri, barche e perfino VTOL. In attesa di capire quanto sarà effettivamente possibile personalizzare i mezzi più insoliti, sappiamo che gli attacchi d'arte estetici andranno ad affiancare dei potenziamenti veri e propri, legati sia agli upgrade kit - che miglioreranno le performance generali dei veicoli - sia al nitro e all'assetto offroad, che renderà le auto capaci di sfrecciare nel deserto senza impedimenti.

    Ultime ma non per importanza saranno le abilità signature, che cambieranno a seconda del mezzo utilizzato: dal sedile eiettabile, che vedrà il Saint lanciarsi fuori dall'auto per continuare la propria corsa con la tuta alare, ai retrorazzi, gli pneumatici con spuntoni acuminati e la palla demolitrice, che seminerà morte e distruzione in accordo con le evoluzioni dell'auto, il numero di abilità disponibili si preannuncia più che generoso... e non le abbiamo ancora nominate tutte. Tanto per cominciare, i mezzi dei Saints potranno rimorchiare qualsivoglia veicolo con un cavo speciale, mentre una parte di essi riuscirà a effettuare precise movenze in orizzontale, a mo' di granchio, per muoversi più agevolmente nel traffico e seminare le auto della Polizia.

    Sappiamo infine che ci saranno delle ulteriori abilità legate alla progressione della storia ma gli sviluppatori non si sono voluti sbottonare in merito alla questione. Impegnati in rapine, inseguimenti ad alta velocità e meritate pause da Chalupcabra, la "mostruosa" catena di fast food specializzata in tacos, nachos e quesadillas, i Saints prenderanno parte a sparatorie poco sanguinose ma - se il sistema di shooting dovesse funzionare a dovere - potenzialmente divertenti e certamente all'insegna della follia pura, in cui far scatenare degli strumenti di morte completamente custom. Ogni singola parte delle armi infatti si potrà colorare a piacimento e arricchire con decorazioni, materiali differenti e interi disegni, si pensi a un canyon assolato sulla carabina simil Winchester.

    In aggiunta ai fucili d'assalto e a canne mozze con proiettili incendiari, le spade che ricordano i keyblade di Kingdom Hearts e i guantoni da boxe meccanici daranno parecchio filo da torcere ai nemici... ma non saranno i dispensatori di morte più insoliti del gioco.

    Difatti il modello base delle bocche da fuoco potrà essere sostituito con delle improbabili varianti: parliamo della custodia per chitarra al posto dell'RPG, dello spara pignatte - che probabilmente andrà a sostituirsi al lanciagranate - o degli ombrelli colorati in luogo degli AK-47. A tal proposito, se le auto e i vestiti che otterremo si troveranno, rispettivamente, nel garage e nell'ampio guardaroba del quartier generale dei Saints, una base operativa tutta da abbellire in cui si progetterà il futuro criminale della gang, le armi verranno riposte in un'armeria tanto grande e ordinata quanto piena di sorpresine letali. Dai corridoi decorabili con quadri tamarri e ampi saloni con piedistalli su cui applicare statue, tacos giganti, teschi di triceratopo e altari post-apocalittici in stile Mad Max, avremo l'occasione di trasformare il rifugio in una vera casa su misura per il nostro alter ego e i suoi sottoposti.

    A questo proposito, ci sarà la possibilità di definire nel dettaglio il dress code dei Saints e di ordinare loro con quali veicoli presentarsi "a lavoro". In sostanza, al mattino nel parcheggio del QG potrebbero arrivare degli sgherri in abiti cavernicoli e maschere caricaturali in monster truck... e la cosa sarebbe perfettamente normale.

    Al secondo piano invece ci sì potrà confrontare coi propri uomini al tavolo dell'Impero Criminale, che verrà fornito di una mappa comprendente le 14 location in cui espandersi e avviare attività dalla doppia faccia come "Let's Pretend" (il nome è tutto un programma), un negozio di articoli per feste che accontenterà proprio tutti... compresi i fan delle rapine a mano armata.

    Abbiamo ancora molto da scoprire sul nuovo Saints Row ma almeno sul fronte della personalizzazione gli sviluppatori sembrano aver preparato un pacchetto fatto su misura per i fan di lungo corso, che potrebbe spingerli a trattenersi in quel di Santo Ileso per decine di ore e, più in generale, diversificare un'esperienza ludica che già si preannuncia scoppiettante.

    Quanto attendi: Saints Row

    Hype
    Hype totali: 34
    67%
    nd