Anteprima Samba de Amigo

Torna su Wii l'indimenticabile rhythm game targato Sega.

Anteprima Samba de Amigo
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Wii
  • SAMBA!

    Sono passati quasi dieci anni da quando Sega rilasciò per lo sfortunato Dreamcast, l'ultima delle sue console casalinghe, una delle tante piccole perle che hanno contraddistinto il cammino di questa gloriosa software house. Samba de Amigo era un celebre rhythm game musicale, basato sul movimento di controller suppletivi dalle fattezze di maracas, agitate al ritmo di grandi successi latino americani. Nonostante l’egregio risultato raggiunto in termini di critica, in molti l’hanno ritenuta una delle migliori intuizioni di Sega, come spesso per l’altro suscettibile, umorale e imprevedibile lato della medaglia, quello economico, il successo non ha corso di pari passo.
    Addirittura il "seguito", chiamato Samba de Amigo Ver. 2000, non abbandonò mai le coste amiche del Sol Levante, a seguito proprio dell’insuccesso già incassato negli altri mercati.
    La situazione globalmente non dev’essere migliorata molto se poi Sega ha deciso di non sfornare più altri capitoli della saga, e per di più rinchiudendo la scimmia, protagonista morale del gioco, in una sfera rotolante tirando fuori così dal cilindro la serie Monkey Ball.
    Dopo tanti anni in cui i fan della serie hanno continuato a sperare, la casa del riccio ha deciso di riprovarci: per agosto 2008 è prevista la tanto auspicata uscita del seguito di Samba de Amigo per Nintendo Wii. No ci saranno più maracas, data la perfetta natura emulativa di Wiimote, già perfetto di per sé per riprenderne le funzioni.
    Lo sviluppo, però (e questo già potrebbe far storcere il naso di molti), non è più affidato al Sonic Team. A dare la luce al titolo sarà il Gearbox Software, il team Texano che ha già apposto la propria firma su ottimi prodotti come la serie Brothers in Arms.
    Nonostante il cambio di guardia il gioco sembra stia crescendo bene, in linea con i fasti del passato.

    Si scende in pista!

    In occasione di diversi eventi organizzati Sega e Nintendo, è stata data la possibilità ai fortunati presenti di provare il titolo, che ha suscitato una moderata ventata d'ottimismo fra tutti gli addetti ai lavori, sebbene i controlli non sembrino perfettamente precisi: calcolando che il gioco è ancora in fase di produzione è un margine di errore ampiamente risolubile. Nonostante il Wiimote sia, in linea teorica, perfetto per sostituire le maracas, vi è un po’ di nostalgia per i controller originali: impugnare due telecomandi (o un remote e un nunchuk in extremis) non regala esattamente le stesse sensazioni che avere in mano due vere maracas con tanto di suono caratteristico, e il tutto risulta anche leggermente meno preciso. Malgrado questo, il lavoro in corso per rendere i controlli precisi è comunque ampiamente positivo.
    Il gioco conterà più di 40 canzoni, fra le quali sono presenti alcuni cavalli di battaglia rivelati alle conferenze già citate in precedenza, come “Hot hot hot” di Arrow o “Bamboleo” dei Gipsy King. Per gran parte però la playlist rappresenta ancora un mistero.
    Il gameplay del gioco è estremamente semplice e divertente. Seguendo gli indicatori a schermo, il giocatore dovrà letteralmente suonare i Wii Remote come fossero delle maracas, cercando di eseguire con buon tempismo e precisione tutti i movimenti richiesti dal brano selezionato. Naturalmente ogni canzone avrà una cronologia di movimenti ben precisi a seconda della struttura musicale, denotando una grande dinamicità delle situazioni. Le posizioni possibili, da occupare con entrambe le mani, sono sostanzialmente sei: all’1, le 3, le 5, le 7, le 9, e le 11 di un immaginario orologio.
    Diverse anche le modalità di gioco disponibili: per il single player si parla di una modalità Carriera, che offrirà una serie di sfide di difficoltà via via crescente da superare per sbloccare altri eventi o gadget; l’Hustle Mode che prevedrà un set di movenze diverse per ogni singola traccia, che trascende dal semplice shakerare le maracas; e, in aggiunta, la classica partita rapida, che permetterà di cimentarsi subito nella riproduzione di un brano senza perdersi nei menu.
    Per il multiplayer si prevedono altrettante modalità, fra le quali la nuova “Love love”, in cui verrà testata l’affinità che c’è fra i due giocatori a seconda delle loro capacità di gioco; la Battle Mode, nella quale oltre a suonare le maracas bisognerà destreggiarsi fra le bombe lanciate dall’avversario, al fine di disturbarne l’esecuzione.
    Samba de Amigo supporterà anche l’implementazione dei Mii, anche se non saranno protagonisti diretti del gioco: appariranno una volta conclusa una partita e la loro espressione cambierà a seconda della performance, spaziando da un valore basso, medio o alto di ranking.


    Sotto il profilo grafico il gioco è l’apoteosi dei colori: una palette di colori generalmente brillante farà di ogni scenario un movimentato quadro in cel shading. Lo stile è decisamente conforme alla politica della saga, nonostante le vicissitudini che hanno portato un team americano alla guida del progetto. Il design dei personaggi è assolutamente caricaturale, ma è sullo sfondo che il gioco mostra tutta la sua bellezza grafica: tante luci, tanti personaggi secondari (spesso comprariranno anche i Mii presenti nel Wii), e il tutto va a comporre un simpatico mosaico ballerino che terrà compagnia al giocatore per tutta la durata dell’esperienza videoludica. Anche qui si registrano piccole imperfezioni tecniche nell’uso delle luci e dei colori, ma perfettamente comprensibili visto lo stato in cui è il titolo.

    Samba de Amigo Samba de Amigo sembra possedere tutte le carte in regola per riproporre la formula vincente già testata quasi dieci anni fa da Sega su Dreamcast. Questa volta non sarà necessario acquistare controller aggiuntivi, dato che le maracas saranno sostituite, si spera egregiamente, da due Wiimote o un Remote e un Nunchuk. Per quanto si possa trarre conclusioni da una versione ancora incompleta del titolo, il lavoro della Gearbox Software sembra tutto sommato positivo. L'uscita è prevista intorno ad Agosto sul territorio Statunitense mentre, per l'Europa, si parla della prima settimana di ottobre.

    Che voto dai a: Samba de Amigo

    Media Voto Utenti
    Voti: 22
    7.4
    nd