Scarlet Nexus per Xbox Series X: le novità sull'action GDR in stile anime

Presentato in occasione dell'Inside Xbox, il nuovo action RPG confezionato dal producer di Code Vein ci catapulterà in un futuro apocalittico.

Scarlet Nexus
Anteprima: Xbox Series X
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Fatta eccezione per una contenuta selezione di titoli multi-piattaforma e per le recenti aggiunte al sempre più irresistibile Game Pass, il percorso imboccato da Xbox One ha incrociato soltanto di rado la via del genere JRPG e dei prodotti provenienti dal Giappone. Come promesso dallo stesso Phil Spencer al ritorno da uno dei suoi frequenti viaggi nel Paese del Sol Levante, con Xbox Series X Microsoft cercherà invece di colmare tutte le gravose mancanze che hanno caratterizzato il ciclo vitale della sua attuale ammiraglia, a cominciare dalla carenza di titoli di stampo prettamente nipponico.

    A dimostrazione di ciò, nel corso del recente Inside Xbox il colosso statunitense ha annunciato non solo che Yakuza: Like a Dragon approderà in Occidente sulle Xbox di corrente e prossima generazione, ma ne ha approfittato per svelare un'intrigante nuova IP di Bandai Namco Entertainment che strizza palesemente l'occhio a produzioni del calibro di CODE VEIN. In attesa di conoscere maggiori dettagli e soprattutto poter toccare con mano il frenetico Scarlet Nexus, proviamo a capire cosa aspettarci dall'action RPG che in una data non meglio specificata farà capolino sulle attuali e future piattaforme della famiglia Xbox.

    Una scommessa vertiginosa

    Alle spalle della produzione c'è nientemeno che Keita Iizuka, già produttore di CODE VEIN e GOD EATER 2: Rage Burst, nonché il sensazionale team di sviluppo interno che un solo decennio fa diede alla luce un capolavoro come Tales of Vesperia (a tal proposito, vi suggeriamo di consultare la nostra recensione di Tales of Vesperia: Definitive Edition).

    Attualmente confermato soltanto su Xbox, Scarlet Nexus è uno dei parecchi titoli cross-gen che godranno del cosiddetto "Smart Delivery" escogitato dalla casa di Redmond: questo significa che gli acquirenti, accogliendo in collezione una singola copia del gioco, potranno usufruirne sia su Xbox One che su Xbox Series X, e proprio quest'ultima, a detta del producer, consentirà agli sviluppatori di Bandai Namco di esprimere tutto il potenziale del neo annunciato action RPG.

    Secondo quanto anticipato da Stephen Akana, senior brand manager di Bandai Namco America, Scarlet Nexus aspira addirittura a cambiare il modo in cui gli utenti vedono i giochi di ruolo giapponesi, grazie sia a sorprendenti ambientazioni futuristiche, sia a un sistema di combattimento ottimizzato per bilanciare l'azione frenetica e una gustosa dose di pianificazione strategica. Una potente dichiarazioni di intenti che suggerisce quanto lo sviluppatore nipponico stia scommettendo sulla riuscita della sua inedita proprietà intellettuale.

    Del resto, osservando con attenzione il trailer di annuncio divulgato in occasione dell'Inside Xbox, è impossibile non notare delle vaghe somiglianze coi prodotti confezionati dagli indiscussi maestri del genere action: stiamo parlando dei ragazzi di PlatinumGames, autori di perle irrinunciabili come Nier: Automata e il più recente Astral Chain, che con tutta probabilità hanno ispirato o quantomeno influenzato lo sviluppo dell'ambizioso Scarlet Nexus.

    A mali estremi, estremi rimedi

    Andiamo però per gradi ed esaminiamo minuziosamente il materiale a nostra disposizione, a cominciare dall'intrigante componente narrativa del prodotto. Stando a quanto rivelato finora dal publisher, Scarlet Nexus è ambientato in un futuro molto lontano, tant'è che il progresso scientifico ha portato alla sbalorditiva scoperta di un ormone psionico nel cervello umano che consente alla gente di ottenere dei portentosi poteri extra-sensoriali.

    Come prevedibile, tutto questo ha cambiato per sempre il mondo, ma sfortunatamente il genere umano, all'alba di una vera e propria nuova era, si è ritrovato a dover fronteggiare l'improvvisa invasione di mutanti impazziti provenienti dallo spazio e per giunta affamati di cervelli umani: l'unica "cura" efficace contro il costante e insopportabile dolore provocato dalla loro orripilante mutazione.

    Dapprima inarrestabili e apparentemente invulnerabili, i raccapriccianti Estranei hanno dunque costretto l'uomo ad adottare delle misure alquanto drastiche e tutt'altro che convenzionali: poiché solo gli individui con capacità mentali estremamente sviluppate sono in grado di eliminare gli invasori e arginare il massacro da questi perpetrato, una speciale task force costituita esclusivamente dai cosiddetti "psionici" rappresenta difatti l'ultima linea di difesa della razza umana.

    Nei panni di Yuito Sumeragi, una nuova recluta della Forza di Soppressione Estranei (FSE) che vorrebbe seguire le orme di un soldato d'élite che gli salvò la vita quando era solo un bambino, il giocatore avrà il compito di pattugliare le strade dell'immaginaria e futuristica metropoli sci-fi di New Himuka, scoprire i misteri di un mondo pericolosamente alla deriva e sfruttare le proprie abilità mentali per annientare le fameliche creature giunte sul pianeta Terra.

    Al netto di premesse narrative tutt'altro che originali e che quindi potrebbero far sorgere dei legittimi dubbi sulla bontà dell'intreccio, l'esperienza maturata da Keita Iizuka e dagli sviluppatori di Bandai Namco con le tematiche apocalittiche (per comprenderlo, basta consultate la nostra recensione di CODE VEIN) - potrebbe riservarci ancora una volta delle sorprese piuttosto piacevoli e convincenti. Se non altro, la presenza dei creatori del mai troppo acclamato Tales of Vesperia dovrebbe garantire una complessa storia di eroismo e spirito di avventura.

    A caccia di mutanti disgustosi e affamati

    Il filmato di Scarlet Nexus è stato senza dubbio uno dei più esplosivi dell'intero Inside Xbox, anche grazie alla presenza di alcune fugaci clip di gameplay. Sono proprio queste ad averci permesso di dare un primo sguardo al sistema di combattimento e, come sottolineato in precedenza, di trovare delle promettenti somiglianze coi frenetici ritmi di Astral Chain (per tutti i dettagli sulla maestosa esclusiva per Nintendo Switch vi suggeriamo di dare uno sguardo alla nostra recensione di Astral Chain) e altri allettanti capolavori targati PlatinumGames.

    Equipaggiato con una splendida tachi, una spada giapponese più lunga e ancor più curva della normale katana, e dotato della sublime abilità della psicocinesi, il giovane protagonista avrà a disposizione una serie pressoché sconfinata di attacchi. Oltre a poter contare sui consueti attacchi corpo a corpo e basati sull'arma in dotazione, il ragazzo sarà infatti in grado di controllare e trasformare l'ambiente circostante in un prezioso e implacabile alleato nella lotta contro gli Estranei: utilizzando i propri poteri psicocinetici, Yuito potrà quindi sollevare, spezzare e addirittura lanciare pezzi di paesaggio (come pali della luce e persino automobili) per dar vita a stupefacenti combinazioni di attacchi con cui travolgere e annichilire gli sfortunati bersagli. La stessa tachi, all'occorrenza, potrà essere manovrata con la mente per concatenare rapidissimi fendenti continui con cui danneggiare e respingere tutti i mostri circostanti, ragion per cui è lecito presupporre che il suddetto attacco abbia una funzione sia offensiva che difensiva.

    Non per nulla, lo sviluppatore ha promesso che Scarlet Nexus vanterà una poderosa componente strategica, che di conseguenza spingerà i giocatori più attenti e lungimiranti a ponderare di volta in volta, anche in base alla situazione e agli strumenti a disposizione di Yuito, l'approccio più efficace per farsi strada attraverso gli Estranei e completare con successo la missione. Al momento una delle più grandi incognite relativa al gameplay è rappresentata dalla progressione, in quanto il publisher non ha ancora specificato se Scarlet Nexus preveda o meno delle mappe ampie quanto quelle del già menzionato CODE VEIN, né tanto meno se l'action RPG sarà un'esperienza perlopiù lineare.

    Nel trailer, in fondo, abbiamo potuto ammirare soprattutto delle arene chiuse, anche se una precisa fase di combattimento in strada e con tanto di nemici in sottofondo potrebbe suggerire l'esistenza di mappe più complesse, spaziose e brulicanti di Estranei da vivisezionare. La nostra speranza, quindi, è che gli incarichi ricevuti dalla FSE ci conducano man mano in aree sempre nuove, labirintiche e possibilmente strutturate su più livelli, con sporadici puzzle ambientali da risolvere per poter proseguire e tanti tesori da rinvenire.

    La metropoli del futuro

    Da Digimon a Ni no Kuni, senza dimenticare i molteplici tie-in confezionati ogni anno, la caratteristica principale che unisce la maggior parte dei titoli targati Bandai Namco è senza dubbio lo stile artistico ispirato al sempreverde universo degli anime: una sorta di marchio di fabbrica molto apprezzato dagli estimatori di animazione giapponese a cui lo sviluppatore non ha voluto rinunciare nemmeno stavolta.

    Ad ogni modo, la grafica in cel-shading adoperata dal team nipponico ha permesso la realizzazione di modelli poligonali piuttosto semplici, ma comunque molto belli e dettagliati, soprattutto per quel che concerne le complesse uniformi militari utilizzate dai componenti della FSE. I tratti arrotondati di alcuni personaggi apparsi solo di sfuggita, inoltre, suggeriscono la presenza dell'immancabile "fattore waifu" che caratterizza le produzioni Bandai Namco e solitamente ingolosisce gli appassionati di fanservice. Ad aver colto la nostra curiosità sono comunque le ambientazioni mostrate nella prima parte del filmato, che ha immortalato per qualche secondo le strade di una futuristica metropoli dove si mescolano elementi della tradizione giapponese con quelli della tipica fantascienza occidentale. Ricchi di giganteschi schermi olografici che farebbero impallidire le strade del famosissimo quartiere di Akihabara, i grattacieli di New Himuka e l'immensa torre per telecomunicazioni situata al suo centro - un chiaro riferimento alla famosissima Tokyo Tower situata all'interno del quartiere di Shiba-koen di Minato - rappresentano con estrema efficacia una civiltà al proprio apice.

    In particolare abbiamo apprezzato un ammaliante ambiente interno, caratterizzato da un livello scenico potente e dalla presenza di piante e spore apparentemente aliene, nonché contraddistinte da un colore rosso alquanto suggestivo.

    Infine, spendiamo due parole per l'insolito design dei mostri, che stavolta ci proporrà delle creature fuori dal comune. Tutti gli Estranei incontrati durante l'avventura presenteranno sul corpo degli elementi floreali più che vistosi, come rose, vere e proprie composizioni o addirittura alberi, che tutto sommato finiranno per abbellire mostri altrimenti terrificanti e grotteschi.

    Non per nulla, la maggior parte degli Estranei mostrati nel trailer di annuncio di Scarlet Nexus è caratterizzata da corpi umanoidi semi-mutilati e orripilanti chimere realizzate con arti di animali. Un design, insomma, che promette avversari unici e inimmaginabili, e che a ragion veduta potrebbero presentare dei pattern di attacco particolari e imprevedibili, indipendentemente dalla stazza.

    Scarlet Nexus Sono bastati soltanto due minuti perché Scarlet Nexus scalasse la classifica dei più intriganti titoli sviluppati dai team interni di Bandai Namco. Sono comunque molte le incognite sul prodotto: tuttavia, per quanto al momento sia impossibile stabilirne l’effettivo valore ludico, le ambizioni del publisher e il coinvolgimento di personalità come Keita Iizuka ci fanno ben sperare sulla riuscita dell’action RPG, che di primo acchito presenta molte valide frecce al proprio arco, a partire da un monster design ispirato e inconsueto fino ad arrivare alle possibilità offerte dall'utilizzo dei poteri psicocinetici in battaglia. Ci auguriamo quindi che il colosso nipponico riveli quanto prima anche qualche prezioso dettaglio sullo sviluppo del personaggio e sulla natura degli incarichi affidati al giocatore, così da avere un quadro ancora più completo di questa ambiziosa produzione.

    Che voto dai a: Scarlet Nexus

    Media Voto Utenti
    Voti: 23
    7.7
    nd