Shadow of Conspiracy Section 2, atmosfere Cyberpunk in Unreal Engine 5

Ecco un prototipo di gameplay dell'action RPG futuristico in sviluppo da Elysium Game Studio. Tra le tante feature anche l'utilizzo di MetaHuman Creator.

Shadow of Conspiracy Section 2
Anteprima: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Cyberpunk e Unreal Engine 5 è diventato un binomio sempre più calzante. Le straordinarie capacità del nuovo motore di Epic Games, d'altronde, consentono di riprodurre talmente bene particellari e fonti di illuminazione che le architetture sci-fi coniate dalla penna di William Gibson si rivelano un'occasione perfetta per fare sfoggio di ray tracing e altre squisitezze grafiche. Se a questo aggiungiamo la complessità poligonale supportata da MetaHuman Creator, tool dil Epic per la creazione di volti iper-realistici, un qualsiasi titolo che ambisca ad avere simili prerogative non potrà che risultare una proposta allettante.

    Sebbene ancora in cerca di un publisher, il team indipendente Elysium Game Studio ha voluto cimentarsi proprio nella realizzazione di un progetto di questo tipo, il cui annuncio ha fatto capolino alla Gamescom 2021. Si tratta di Shadow of Conspiracy Section 2, un action RPG in prima (ma anche in terza) persona che punta a ricreare un'epopea futuristica dallo stampo cinematografico con un gameplay a metà tra il gioco di ruolo e lo shooter. Al momento molti dei dettagli sulla produzione dello studio tedesco - che prevede il lancio su PC e console di nuova generazione - rimangono avvolti dal mistero, giacché lo stato dei lavori si trova in una fase davvero preliminare, ma il concept rivelato con il trailer di presentazione mette in luce alcune delle caratteristiche salienti della proposta. Ecco cosa sappiamo per ora.

    Berlino 2087

    Da un punto di vista prettamente estetico sarebbe difficile non rintracciare in Shadow of Conspiracy l'impronta che i grandi cult del filone cyberpunk hanno lasciato nella cultura contemporanea, tanto che gli stessi sviluppatori ci fanno sapere di essersi ispirati a Blade Runner e Ghost in the Shell per la messa a punto del setting futuristico. È l'anno 2087 e ci ritroviamo in una Berlino distopica dove il genere umano - sfiancato dalla corruzione e da un divario sociale sempre più esasperato - vive in stretta simbiosi con la tecnologia, in un mondo dove il confine tra uomo e macchina si è evidentemente perso già da tempo.

    La fredda metropoli cibernetica viene descritta come un baluardo, una roccaforte transumanista cinta da imponenti mura che la tengono al sicuro dalla devastazione che dilaga tutt'intorno, preservando la civiltà al suo interno mentre fuori "si radunano rifugiati e macchine malfunzionanti". Per quanto l'impostazione scenografica dimostri un debito nei confronti di opere come Deus Ex (a proposito, ecco la nostra recensione di Deus Ex: Mankind Divided), stando alle dichiarazioni degli sviluppatori il mondo di gioco dovrebbe essere caratterizzato in questo caso da una struttura open world, anche se dal trailer non è possibile farsi un'idea più specifica a riguardo.

    Sappiamo solo che i 12 distretti in cui è suddivisa la controparte reale della capitale tedesca qui diventano 24, e vengono rispettivamente chiamati settore 1, settore 2, ecc. Il filmato rivela uno scenario ampio ma comunque circoscritto all'azione di quella precisa sequenza, e il world building - benché fedele ai

    canoni delle opere sino ad ora citate - appare piuttosto povero di dettagli. Non che ci saremmo potuti aspettare di più vista la natura concettuale del gameplay mostrato, il cui intento è chiaramente quello di mettere a fuoco gli elementi essenziali della visione di Elysium Game Studio. In questo senso, anzi, bisogna ammettere che riesce benissimo a dare un'idea del potenziale di Unreal Engine 5, come dimostrano i folgoranti riflessi di luce che si infrangono sulle superfici delle armi del protagonista, sugli esoscheletri dei nemici e in generale sull'oggettistica dell'ambientazione. A saltare all'occhio è poi un riferimento piuttosto smaliziato alla celebre pellicola di Ridley Scott, in quanto - giusto giusto a fine trailer - vediamo il protagonista salire a bordo di un'automobile volante. Sinuoso, il veicolo si muove tra gli altissimi grattacieli di una Berlino scalfita dalla pioggia incessante, svettando mollemente tra i palazzi per poi fermarsi e mostrare fieramente gli effetti del ray tracing sulla carrozzeria lucida che riflette il panorama. Se volevano incuriosirci, ci sono riusciti.

    Un thriller sci-fi

    Ma veniamo alla trama, che vuole essere un aspetto prominente della produzione dato che gli stessi autori definiscono Shadow of Conspiracy come un titolo story driven. Il capo della polizia di Berlino viene brutalmente assassinato e pare che l'unica persona in grado di far luce sul mistero della sua morte sia la figlia Natalie, scomparsa anche lei in circostanze tutte da chiarire.

    Stante la necessità di ritrovare la ragazza, Nolan - uno dei poliziotti più capaci del suo distretto - è incaricato di seguirne le tracce, cosa che lo porterà non solo a fare la conoscenza della figlia del defunto capo del dipartimento, ma a stabilire con lei un profondo rapporto d'intesa (presumibilmente anche amorosa). Da qui, una serie di avvenimenti ancora più sospetti coinvolgerà il duo in un turbinio di inganni, segreti e cospirazioni da vero thriller fantascientifico.

    Non un incipit che brilli per originalità, sia chiaro, ma le premesse dello sviluppo narrativo garantite da Elysium Game Studio portano a piacevolissime speculazioni. Per cominciare, a scandire l'evoluzione della storia ci saranno importanti scelte morali, il cui peso ricadrà poi sulle situazioni di gameplay oltre che sull'intreccio della trama principale (cosa che fa peraltro pensare alla presenza di finali alternativi). Inoltre, il team di sviluppo parla chiaramente di una feature che permetterà di rigiocare la storia dalla prospettiva dell'antagonista una volta terminata la campagna. Una caratteristica alquanto interessante e originale, che promette di aggiungere valore alla rigiocabilità del titolo, anche a fronte di alcuni aspetti della lore che potranno essere svelati solamente in questa modalità.

    A proposito di lore, lo studio tedesco sembra voler imbastire un corposo background narrativo sia per quanto riguarda la capitale ipertecnologica, sia per le wasteland. Le terre desolate che gravitano attorno alla città, e che offrono un precario rifugio ai suoi esuli, rappresentano infatti un vero e proprio ecosistema: per resistere alle condizioni atmosferiche estreme e gestire la scarsità di risorse i rifugiati hanno imparato a vivere organizzandosi in tribù e occupando grotte e caverne. La proposta di Elysium Game Studio sembra dunque volersi collocare a metà tra il thriller e il racconto distopico classico, offrendo non pochi scorci interpretativi sui retroscena del mondo di gioco.

    Non bastasse questo a valorizzarne l'aspetto narrativo, Shadow of Conspiracy promette di regalare grandi emozioni anche grazie alla tecnologia del già citato MetaHuman Creator. Se sfruttato a dovere, il tool di creazione dei personaggi potrebbe infatti consentire un tale realismo da rendere i dialoghi e le sequenze cinematiche più coinvolgenti ed immersive, posto che vi sia prima di tutto una regia sapiente - sulla quale non possiamo affatto sbilanciarci ora come ora.

    Giocare di ruolo

    Ad un primo sguardo Shadow of Conspiracy appare come un shooter in soggettiva (ma a questo proposito ricordiamo che presenta anche la possibilità di passare alla terza persona) con una spiccata inclinazione per l'approccio stealth. Nella sequenza di gameplay mostrata vediamo il protagonista muoversi dapprima furtivamente tra i nemici per colpirli alle spalle con un coltello e poi lanciarsi in sparatorie dai ritmi serrati con un fucile d'assalto raccolto da una guardia tramortita.

    Quelle che abbiamo potuto osservare sono azioni basilari e viene quindi difficile esprimersi sulla profondità di queste meccaniche; il progetto - lo ricordiamo - si trova in una fase embrionale e potrebbe subire mutamenti significativi da qui all'effettiva pubblicazione.

    Comunque sia, al netto della goffaggine di animazioni che risultano troppo ingessate (sulle quali il team di sviluppo ha già detto di voler provvedere per migliorarne la resa), l'impianto ludico ci è sembrato piuttosto solido e aperto a diverse soluzioni. Stealth e frenetiche fasi di shooting non sono ad ogni modo gli unici elementi del combat system, il quale anzi integra un set di abilità speciali per un trittico di opzioni offensive ad alto grado di varietà. Di queste, per ora, abbiamo visto solamente una scansione dell'area, che permette di evidenziare i nemici presenti, e la capacità di rallentare per qualche secondo il tempo, così da piazzare headshot precisi nel bel mezzo di uno scontro a fuoco.

    Nonostante la mancanza di approfondimenti, possiamo ipotizzare che la filosofia ludica di Shadow of Conspiracy si presti a recuperare il canone dell'immersive sim; addirittura - affermano gli sviluppatori - sarà possibile arrivare ai titoli di coda senza dover abbattere alcun nemico. Aggiungono poi varietà al gameplay altre feature promesse dallo studio come la presenza di nemici sia umani sia robotici, la cui densità sarà distribuita in relazione al ciclo giorno/notte del mondo aperto; la possibilità di modificare armi ed equipaggiamenti; enigmi ambientali e un'intelaiatura ludica votata all'investigazione.

    A sottolineare la dimensione ruolistica della produzione troviamo infine quel piccolo indicatore di punti esperienza che compare a schermo dopo ogni uccisione, segno del fatto che sarà previsto probabilmente un sistema di crescita del personaggio in stile GDR - ma non sappiamo ancora se i nemici avranno un livello vero e proprio o se i punti accumulati serviranno solamente a sbloccare potenziamenti, armi e abilità.

    Shadow of Conspiracy Section 2 Shadow of Conspiracy: Section 2 sembra voler offrire un’esperienza poliedrica, cinematografica e graficamente di tutto rispetto. Elysium Game Studio propone un gameplay incentrato sulla libertà del giocatore, il quale avrà dunque la possibilità di optare sia per azioni furtive, sia per frenetici scontri a viso aperto - il tutto con l’aggiunta di abilità speciali di varia natura che ampliano non poco il ventaglio delle strategie a disposizione. Thriller futuristico che ricalca gli stilemi dei racconti distopici in stile cyberpunk, il titolo promette uno sviluppo narrativo coinvolgente e immersivo, anche grazie alle peculiarità di Unreal Engine 5 (che consentono di rendere molto più verosimili ambientazioni e volti dei personaggi). Non ci resta che attendere informazioni più concrete sul processo di sviluppo e incrociare le dita, dato che per ora abbiamo visto soltanto un prototipo di gameplay.

    Quanto attendi: Shadow of Conspiracy Section 2

    Hype
    Hype totali: 5
    54%
    nd