Sherlock Holmes The Awakened Remake: indagini in stile Lovecraft

L'investigatore creato da Arthur Conan Doyle torna a visitare l'inafferrabile pazzia di un culto maligno dedicato a Cthulhu.

Sherlock Holmes The Awakened
Anteprima: PC
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Gli sviluppatori ucraini di Frogwares non hanno alcuna intenzione di arrendersi alla guerra che sconvolge il loro Paese e, nonostante le difficoltà economiche e logistiche legate al progetto e all'odiosa cornice che lo accompagna (trovate a questo link un approfondimento sullo sviluppo dei videogiochi in Ucraina), hanno svelato al mondo la natura del loro prossimo videogioco dedicato a Sherlock Holmes: dopo averci deliziato solo pochi mesi addietro con il primo capitolo di una nuova saga (recuperate la nostra recensione di Sherlock Holmes Chapter One), lo studio fa un passo avanti nella storia per raccontare l'affermazione del mito, ricostruendo da zero l'originale fusione tra Arthur Conan Doyle ed H. P. Lovecraft che avevano portato su PC nel lontano 2006. Il chiacchierato Project Palianytsia è infatti un remake di Sherlock Holmes: Il Risveglio della Divinità, reinventato per inserirsi nel nuovo corso dell'indagatore e ammodernato per rendere attuale e più sconvolgente l'incubo di un dio oscuro.

    L'orrore è nella comprensione

    Il giovane detective che ha risolto i misteri di Cordona ha ancora tanto da imparare sulla natura umana e sulle sue perversioni, ma la sua arguzia l'ha già fatto spiccare nel mondo della polizia come uno dei migliori talenti sulla scena.

    Durante lo svolgimento di un banale caso di sparizione, tra le strade ammantate di nebbia della Londra vittoriana, l'astro nascente delle indagini fa la conoscenza di un medico appena adulto chiamato John Watson, che nel giro di poco tempo diventerà un compagno imprescindibile all'interno delle sue avventure. Per il momento i due sono soltanto conoscenti, ma il loro rapporto è destinato a cementificarsi attraverso un trauma condiviso, il quale porterà le due menti analitiche a prendere atto del terrore inenarrabile che collega la capitale inglese a una divinità malvagia proveniente da un'altra galassia.

    Nel corso delle ricerche, infatti, il detective scoprirà l'esistenza di un culto dedito all'adorazione di Cthulhu, un'entità oscura pronta ad invadere il nostro piano della realtà seguendo i dettami di un'antica profezia che annuncia il suo dominio sul mondo. Holmes ha sempre elevato l'analisi e l'esperienza a fondamento indispensabile per la sua vita, ma alcune cognizioni sono in grado di sconvolgere l'intelletto umano frammentandolo, per questo dovrà chiudere gli occhi al cospetto di nozioni terrificanti risolvendo il mistero londinese senza fissare l'abisso che già lo osserva.

    Un racconto di origini

    L'obbiettivo dichiarato da parte degli sviluppatori ucraini è riuscire a creare un contesto plausibile che spieghi due tratti fondamentali della storiografia dedicata a Holmes: lo spirito inquieto che vortica nella mente del detective e la profonda amicizia che lo lega al dottor Watson. Per argomentare queste caratteristiche distintive dei personaggi hanno scelto di costruire un passato molto tormentoso che li accomunasse, riprendendo i capisaldi di una trama che la stessa Frogwares aveva già scritto, calando i protagonisti nell'orrore cosmico dipinto da Lovecraft con il suo Ciclo di Cthulhu.

    L'idea di far scontrare l'intelletto fine e cinico del detective inglese con l'imperscrutabilità legata al dio malvagio continua a suscitare un enorme fascino, ed è per questo che l'avventura datata 2006 viene adesso ricollocata temporalmente pochi anni dopo il primo capitolo della nuova saga, presentandoci protagonisti giovani ed ancora in via di formazione, rifacendosi agli aneddoti raccontati nell'episodio precedente per portare avanti una storia dalle indiscusse potenzialità. La creazione di un nuovo videogioco comporta costi elevati e sfide lavorative sempre nuove, per questo la situazione che sconvolge il loro Paese d'origine aveva messo in discussione il prosieguo dell'avventura di Sherlock Holmes, ma gli sviluppatori ucraini sono riusciti a convincersi che il progetto fosse attuabile in quanto il grosso dell'opera - concetto, trama e meccaniche ludiche - era recuperabile a partire dal titolo del 2006 e dal più recente Chapter One, considerato anche il forte amore verso una produzione che volevano riproporre già da tempo in veste moderna.

    Com'era il gioco originale

    Il Risveglio della Divinità fu il primo titolo sviluppato da Frogwares a costruire intorno al protagonista uno scenario 3D, senza gli ambienti pre-renderizzati che avevano caratterizzato le opere precedenti, utilizzando però ancora la visuale in prima persona per muoversi all'interno delle ambientazioni liberamente esplorabili.

    Si parte come d'obbligo dalla capitale inglese e dalle sue strade ammantate dal grigiore delle fabbriche, ma ben presto le indagini porteranno l'iconico duo nel reparto psichiatrico di una clinica svizzera, passando anche per gli acquitrini dei bayou in New Orleans prima di arrivare agli altopiani scozzesi dove rischia di avverarsi la profezia di Cthulhu. Nel 2008 una versione rimasterizzata del titolo eliminava la visuale in prima persona per usufruire di una telecamera posta alle spalle dei personaggi, ma le meccaniche di gioco rimanevano improntate sull'esplorazione e sulla raccolta delle prove sui luoghi del delitto, portando avanti le conversazioni con gli NPC senza possibilità di guidare i dialoghi. Alcuni oggetti potevano essere riportati al laboratorio del 221B di Baker Street per approfondire le ricerche sotto la luce di un microscopio ottico o con analisi chimiche, mentre era prevista anche la possibilità di scassinare lucchetti e decifrare gli enigmi per sbloccare nuovi importanti indizi.

    Il peso dell'esperienza

    La nuova proposta di Frogwares lascia quindi invariato il canovaccio principale del gioco visto 16 anni fa, adattandolo sul piano narrativo soltanto nell'età ringiovanita dei suoi protagonisti e costruendo intorno a loro il racconto terrificante che spiegasse la profonda amicizia che li unisce.

    Sebbene la trama sia pressoché già scritta, gli sviluppatori hanno scelto di ricostruire da zero il titolo creando nuovi modelli poligonali e animandoli in Unreal Engine 4, piegando il vecchio concetto di investigazione verso i meccanismi ludici già apprezzati nel loro titolo più recente, aggiungendo di conseguenza ulteriori contenuti secondari e una rinnovata prospettiva in terza persona. Allo stesso modo verranno registrate nuove linee di dialogo in inglese, supportando però le traduzioni in diverse lingue, e di conseguenza anche le cutscene verranno ricostruite senza basarsi su quelle antiquate del 2006.

    Altri piccoli miglioramenti alla qualità generale dell'esperienza ludica verranno aggiunti per ammodernare un titolo a dir poco intrigante, che punta a stravolgere la mente del giovane Holmes con un'avventura ambientata nell'immaginario lovecraftiano di una Londra malvagia, in arrivo su Pc e tutte le console a seguito della campagna Kickstarter per finanziare l'ambizioso crossover.

    Quanto attendi: Sherlock Holmes: The Awakened Remake

    Hype
    Hype totali: 11
    77%
    nd