Anteprima Spawn - Armageddon

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Spawn - Armageddon - 2176

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps2
  • Xbox
  • NGC
  • A Spawn was born...

    Nell'ormai lontano 1992, il celebre disegnatore-sceneggiatore di passaporto canadese Todd McFarlane, noto agli appassionati di fumetti per una sua memorabile serie di Spider-Man, decide di fondare, assieme ad altri grandi autori uscenti da colossi quali Marvel e DC Comics (tra cui Jim Lee, Erik Larsen, Rob Liefeld, Whilce Portacio, Marc Silvestri e Jim Valentino), un'azienda indipendente nota come Image Comics.
    Tra i primi progetti griffati dalla Image vi è una creazione di Todd McFarlane, una serie narrante le vicende di un personaggio oscuro, differente dai tipici supereroi che popolano l'universo dei fumetti a stelle e strisce, che fin da subito cattura l'attenzione del grande pubblico, diventando in breve tempo un successo su scala globale e che nel corso degli anni contribuirà in modo determinante all'ascesa della Image Comics (divenuta indiscutibilmente il "terzo polo" fumettistico americano, immediatamente dopo le major di cui sopra) e del suo creatore. Nome del protagonista (e della serie) è Spawn.

    Who is Spawn?

    Oltre che allo stratosferico talento di McFarlane, la fortuna della serie è da attribuire all'incredibile fascino destato dalla figura del protagonista e dalle cupe e gotiche atmosfere in cui sono ambientate le sue avventure.
    Ma chi è Spawn? Come nasce questa inquietante, ma al tempo stesso carismatica, figura?
    Il personaggio principale è un comune mortale di nome Al Simmons, di professione sicario al soldo della CIA, ma anche marito molto legato all'attraente moglie Wanda, il quale viene ucciso in misteriose circostanze durante una sua missione. Dopo la sua morte, Al, da sempre ateo, stringe un patto col demone Malebolgia, cui cede l'anima per poter rivedere l'amata moglie. Tuttavia, i demoni non sono notoriamente affidabili, per questo Malebolgia si prende gioco di Al, rispedendolo sulla Terra, ma in modalità differenti rispetto a quanto stabilito dal patto. Al si ritrova così cinque anni più tardi della sua morte, non sotto forma di umano ma come "Hellspawn" ("progenie infernale"), dotato di stupefacenti poteri magici, di un mantello senziente, ma con un corpo putrefatto ed avvolto da catene. Come se ciò non fosse abbastanza, Al viene a scoprire che sua moglie Wanda si è risposata con il suo ex-migliore amico nonché dirigente CIA Terry Fitzgerald, con il quale ha anche avuto una bambina di nome Cyan.
    Così inizia la nuova esistenza di Al, meglio noto come Spawn, eroe "controcorrente", personaggio che si piazza a metà strada tra bene e male, vittima di un destino infausto.

    Spawn on video

    Il rapporto di Spawn con l'intrattenimento interattivo (per non parlare di quello con il cinema) non è dei migliori, come testimoniano i ripetuti insuccessi videoludici dedicati alla creatura di McFarlane nel corso degli anni, dal mediocre episodio apparso su Super NES al terribile "Spawn - The Eternal" apparso su PlayStation, passando per la fugace apparizione su coin-op e per il sufficiente "Spawn - In The Demon's Hand" per Dreamcast, senza ovviamente dimenticare il "cameo" degno di nota nel magnifico "Soul Calibur II" per Xbox. Tuttavia, sembra che alla Namco abbiano le carte in regola per porre fine a questa sfortunata tradizione di infausti videogiochi dedicati a Spawn, o almeno così si spera.

    History repeating...

    Annunciato nei primi mesi del 2003, sviluppato dal team californiano noto come Point of View (già autori di "NFL Blitz 20-03" e di "The Scorpion King: Rise of the Akkadian") e in arrivo sugli scaffali europei qualche giorno prima delle Idi di Marzo, "Spawn Armageddon" ha il difficile compito di far dimenticare ai videogiocatori di metà globo le precedenti delusioni legate ai videogame aventi Spawn come protagonista.
    Il gioco, basato sui primi 99 numeri della serie originale ed ambientato nei tetri e poco rassicuranti sobborghi di New York City (ma la battaglia si protrarrà fino a, a-hem, alle porte del Paradiso...), sarà un action-adventure in terza persona sulla falsariga dell'assai acclamato "Devil May Cry" per PS2, nel quale gli utenti, ovviamente nei panni della celebre creatura demoniaca, dovranno affrontare infinite orde di nemici (tra i quali altri demoni, robot, mostri et similia, ma anche membri della mafia newyorkese, poliziotti, più classici "villains" come Tremor, Cy-Gor, Violator e Malebolgia in persona) in svariate missioni (i livelli previsti sono in tutto venticinque).
    Spawn potrà utilizzare tutte le sue abilità, quali salti acrobatici, doppi salti e - udite, udite - potrà persino arrampicarsi in quasi ogni parte dell'ambientazione interattiva. Il sistema di combattimento, stando a quanto promesso da Namco, sarà quanto di più intuitivo possibile, con combattimenti faccia a faccia ricchi di combinazioni, con lo scopo di ricordare il più possibile quanto raccontato dal fumetto. Come auspicabile, il personaggio, in quanto super-umano, si esibirà anche in strabilianti mosse speciali, utilizzerà numerose armi devastanti e potrà contare su una potenza senza paragoni.
    Marzo è ormai dietro l'angolo, e presto sarà possibile verificare se "Spawn - Armageddon" sarà l'ennesimo fallimento videoludico portante il nome di Spawn, oppure un convincente prodotto in grado, forse per la prima volta, di far provare l'emozione di vestire i panni del proprio eroe ai fans della serie. Stay tuned...

    Quanto attendi: Spawn: Armageddon

    Hype
    Hype totali: 8
    74%
    nd