Splatoon 3, gli Inkling tornano su Switch: un mare di mappe, modalità, armi

Il nuovo Nintendo Direct dedicato a Splatoon 3 ha svelato moltissimi dettagli sul ritorno del coloratissimo sparatutto per Nintendo Switch!

Splatoon 3, gli Inkling tornano su Switch: un mare di mappe, modalità, armi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Dal recente Nintendo Direct dedicato a Splatoon 3 è emerso con fulminante evidenza quanta ambizione il colosso di Kyoto abbia infuso in questa terza iterazione del suo coloratissimo sparatutto. L'esclusiva della Grande N - in arrivo il prossimo 9 settembre 2022 - si prepara infatti a portare su Nintendo Switch una mole contenutistica travolgente, arricchita da un supporto post-lancio gratuito che guarda senza esitazione sino al 2024. Già confermata anche la volontà di proporre in futuro una grande espansione di Splatoon 3 a pagamento.

    Ma quali sono le grandi novità confezionate per l'occasione dagli autori del Sol Levante? A quanto pare davvero una marea! In attesa di poter impugnare in prima persona Tergilame e Calamarchi, dipingiamo su queste pagine le principali rivelazioni condivise da Nintendo nel corso dell'ultimo Direct. A tutti gli Inkling, buona lettura!

    Mischie mollusche forsennate

    Come per i capitoli precedenti, anche Splatoon 3 edifica la propria offerta attorno ad un nucleo ben preciso: le Mischie Mollusche. Gli scontri multiplayer ripropongono la formula 4v4, con i team che avranno 3 minuti a disposizione per colorare con armi bizzarre la maggior superficie possibile della mappa.

    Le dinamiche di base restano immutate rispetto a Splatoon e Splatoon 2 (per maggiori dettagli potete recuperare la recensione di Splatoon 2), con Inkling e Octoling pronti a sguazzare in un mare d'inchiostro colorato. In una sorta di paintball elevato all'ennesima potenza, le nostre armi potranno imbrattare il mondo di gioco e, ovviamente, splattare gli avversari.

    E se le munizioni si esauriscono, niente paura: basta tramutarsi in un bizzarro calamaro e immergersi in una porzione della mappa dipinta con il proprio colore, e si è pronti a tornare in azione in superficie. Se invece preferiamo restare immersi nell'inchiostro, potremo sfruttare la nostra forma mollusca per navigare a tutta velocità attraverso il campo di battaglia, risalendo pareti verticali e compiendo balzi acrobatici.

    Su questa formula ormai collaudata, Nintendo ha deciso di aggiungere alcune interessanti novità di gameplay, il cui obiettivo sembra essere quello di rendere i match ancora più dinamici.

    I molluschi protagonisti hanno infatti perfezionato due nuove mosse: l'Impinnata e l'Avvitotano. Con la prima, i nostri calamari combattenti potranno sfruttare l'accelerazione per compiere un balzo al termine della risalita di una parete. Con la seconda, sarà invece possibile invertire di 360° la propria rotta con un semplice balzo. Apparentemente minime, queste due nuove abilità aprono in realtà la strada a mischie mollusche ancora più fluide, dinamiche e spettacolari, anche se ovviamente l'efficacia dell'implementazione di Impinnata e Avvitotano potrà essere verificata solamente con una prova su strada di Splatoon 3. Aggiungiamo al quadro l'introduzione di una soluzione difensiva, che consente - nel mezzo dell'esecuzione di un'avvitamento a mezz'aria - di respingere l'inchiostro avversario, e prepariamoci ad uno Splatoon 3 da vivere al cardiopalma.

    Anche i nuovi scenari, del resto, sembrano confermare il focus su di una mobilità estrema. Lo shooter trasporterà i giocatori nel nuovo mondo di Splattonia, una sorta di conglomerato urbano dal mood decadente, ma al contempo ipermoderno.

    Qui, gli Inkling e gli Octoling potranno affrontare 9 mappe completamente inedite, alle quali si aggiungeranno 3 mappe direttamente dalla Coloropoli di Splatoon 2, ovvero Museo di Cefalò, con le sue pareti girevoli, Ponte Sgombro, che unisce Coloropoli a Splattonia, e Villanguilla, costellata di piattaforme che sprofondano durante le battaglie.

    A questi luoghi familiari, si aggiungeranno le mappe inedite di Splatoon 3, per un totale di 12 scenari disponibili al momento del lancio. Il Grank Canyon, ad esempio, condurrà i contendenti entro i confini di una sorta di area mineraria abbandonata, mentre un quartiere cittadino a vocazione industriale attende in Sobborgo Siluriano. Spazio poi alla Discarica Tritatutto, dominata da una grande piattaforma mobile sopraelevata, e alla bizzarra Cisterna Cernia.

    Al tutto, si aggiunge poi il Mercato Fruttato, di gran lunga la location più ispirata mostrata sino ad ora, con venditori di strada e bancarelle ad ogni angolo e un reticolo di stradine che si dipanano tra moli e palafitte. Il Nintendo Direct ha poi fugacemente presentato le restanti quattro mappe (Campus Hippocampus, Cantiere Pinnenere, Mercatotano e Soglioland) e confermato che ulteriori scenari saranno aggiunti post-lancio tramite DLC gratuiti, tra i quali sembra essere inclusa anche una mappa ispirata all'antico Egitto.

    Ad un primo sguardo, come accennato, le mappe di Splatoon 3 sembrano essere costruite appositamente per incentivare una mobilità costante da parte dei giocatori, in un level design che mira a sfruttare al massimo le nuove Impinnata e Avvitotano. Questa sensazione, evidentemente, potrà però essere confermata soltanto una volta impugnate le armi su Nintendo Switch. Dettaglio interessante per le nuove leve di Splatoon, lo shooter prevede una modalità Guida, che consente ai giocatori di esplorare liberamente e in solitaria mappe e ambientazioni, così da non farsi trovare impreparati all'avvio delle Mischie Mollusche.

    Tra armi e moda

    E a proposito di artiglieria, sappiate che tutte le armi base di Splatoon e Splatoon 2 torneranno a disposizione anche in Splatoon 3. Ad arricchire l'arsenale, ci pensano poi due aggiunte inedite e complementari. Per gli Inkling e gli Octoling che preferiscono gli scontri a distanza, i Calamarchi sembrano una soluzione promettente.

    Questi futuristici archi a inchiostro sono infatti in grado di sparare una serie di colpi rapidi a raggiera oppure un unico colpo concentrato. Per chi invece non disdegna un po' di corpo a corpo, in Splatoon 3 debutta una nuova classe di armi, ovvero le Lame. Tra queste ultime, spicca la Tergilama, anch'essa in grado di alternare colpi rapidi o caricati.

    Ma non sarebbe una vera Mischia Mollusca se non potessimo scatenare sul campo la potenza di folli armi speciali. Colorando la mappa, ci guadagneremo la possibilità di attivare - previo caricamento completo di una barra apposita - strumenti in grado di farci colorare ampie porzioni di territorio. Al momento, il Motosqualo si è già guadagnato la nostra simpatia, con gli Inkling pronti a cavalcare questo assurdo veicolo e a dirigerlo a tutta velocità verso un avversario da splattare. Una volta compiuta la missione, lo squalo motorizzato esploderà, colorando l'intera area circostante.

    Il Sonar Esplosivo è invece pronto ad emanare onde radio in grado di danneggiare gli avversari, che tuttavia potranno evitare il pericolo con salti e tempismo. Spazio poi al peculiare Rinfrigorente, un frigorifero equipaggiato con quattro unità di bibite in grado di attivare diversi bonus per i membri della propria squadra, come un aumento temporaneo della velocità di movimento. Dal passato della serie, tornano inoltre ulteriori armi speciali, con la conferma dell'inclusione in Splatoon 3 di Lanciarazzi, Jet Splat, Pioggia di Colore, Mega Timbro e Granbotto.

    La tipologia di arma speciale che si evocherà in battaglia non sarà casuale, ma dipenderà invece dall'arma base che stiamo utilizzando. Una caratteristica interessante, che rende la scelta del proprio strumento di offesa ancora più

    rilevante. Segnaliamo peraltro che ogni arma di base di Splatoon 3 presenterà un valore preciso di range, maneggevolezza e potenza. Per ampliare il proprio arsenale, i giocatori potranno recarsi all'Antica Armeria di Armand. Per fare acquisti in negozio non si usa la valuta di gioco, ma le nuove Licenze di Armand, che possono essere ottenute semplicemente salendo di livello nel corso dei match o utilizzando con assiduità la medesima arma. Ogni Licenza consentirà di sbloccare un'arma adatta al nostro livello, ma frequentando con assiduità l'Armeria il gestore potrebbe decidere di ricompensarci lasciandoci sbloccare in anticipo un'arma di rango più elevato. E se tutto questo non fosse sufficiente, sappiate che ogni tre mesi circa, Nintendo provvederà a introdurre nuove armi - presumiamo sia base sia speciali - all'interno dell'universo di Splatoon 3.

    Ad influenzare le performance, ci penseranno ancora una volta anche i capi d'abbigliamento indossati dal proprio inchiostratore combattente. Tra le vie di Splattonia, diverse boutique consentiranno di acquistare accessori (cappelli, maschere, occhiali), vestiti (magliette, camicie e giacche) e scarpe (sneaker, sandali, calzature in cuoio), con i quali personalizzare l'aspetto del proprio Inkling. Ogni capo d'abbigliamento dispone di una serie di caratteristiche uniche, che potremo sbloccare continuando a sfoggiarlo in battaglia.

    Tra i possibili bonus troviamo ad esempio la capacità di ridurre i danni da armi in immersione, diminuire la quantità di inchiostro consumato dall'arma principale, aumentare la velocità di corsa, potenziare l'Impinnata e l'Avvitotano e molto altro ancora. Per i giocatori più smaliziati, segnaliamo inoltre che a Splattonia si nasconde anche Echino, un NPC in grado di personalizzare un abito con un'abilità a piacere. Per i calamari che amano spaziare tra build diverse, look e combinazioni preferite potranno essere memorizzate, in funzione di cambi d'abito rapidi da effettuare tra un match e l'altro.

    Un mare di modalità

    Oltre alle tradizionali Mischie Mollusche, Splatoon 3 porta in campo un'offerta

    strutturata, con tante modalità di gioco tra le quali navigare. Confermati innanzitutto i match classificati, con Mischie Anarchiche (in singolo) e Partite Anarchiche (in singolo o in squadra). Scalando le classifiche, si potrà migliorare il proprio rango, sino a conquistarsi il diritto di accesso alle ancora misteriose Partite X e Partite di Lega. Queste ultime saranno però attivate in fase di supporto post-lancio e non saranno dunque attive dal Day One. Per i gruppi di amici inchiostratori, spazio anche alle Partite Private Online, con regole e opzioni di gioco completamente personalizzabili.
    Con Splatoon 3, Nintendo punta inoltre anche su di un sistema di modalità accessibili a rotazione. Ad alternarsi, i giocatori troveranno Zona Splat, in cui l'obiettivo è quello di conquistare le zone attive della mappa; Torre mobile, nella quale si guida una torre mobile sino al traguardo; Bazookarp, con missioni che richiedono di portare uno specifico oggetto a destinazione; e Vongol Gol, un insolito mix tra football e mischie mollusche ancora piuttosto misterioso.

    Ritornano in scena anche i tradizionali Festival, le divertenti competizioni periodiche che riuniscono l'intera community dello sparatutto. In Splatoon 3, tuttavia, queste ultime risultano completamente rivoluzionate. Strutturate in due parti, inizialmente ospiteranno i tradizionali match 4v4, ma in seguito scateneranno la furia della Partita Tricolore, con tre squadre in campo contemporaneamente.

    La capoclassifica inizierà lo scontro dal centro della mappa, mentre le restanti due potranno attaccarla dai lati. Una novità assolutamente interessante, che i giocatori avranno peraltro la possibilità di testare molto presto. Nel corso del Nintendo Direct è infatti stata annunciata la Splatfest World Premiere di Splatoon 3: il prossimo 27 agosto 2022, dalle ore 10:00 alle ore 22:00 il pubblico potrà testare il titolo in un grande Festival dal tema Sasso vs Carta vs Forbice!

    Non solo scontri

    Direttamente da Splatoon 2, torna in grande spolvero Salmon Run: Next Wave, una modalità cooperativa a quattro giocatori. In una sorta di sfida ad orde, gli Inkling dovranno respingere i malvagi Salmonidi, cercando di concentrare la propria attenzione sugli esemplari più potenti, denominati Gran Salmonidi.

    Sconfiggendoli, sarà infatti possibile ottenere delle preziose uova d'oro, necessarie per completare le missioni di raccolta protagoniste della modalità Salmon Run. Ma in Splatoon 3 la sfida si fa più pericolosa, con una bizzarra rassegna di nuovi avversari. Il Gran Coperchiotto, ad esempio, fluttuerà sul campo di battaglia, creando barriere protettive per i Salmonidi a terra e cercando al contempo di schiacciarvi sotto il suo peso.

    New entry per la serie, i Salmonarchi hanno invece la pessima abitudine di apparire quando i giocatori stanno per raggiungere l'obiettivo. Parliamo di veri e propri boss colossali, che resteranno sul campo di battaglia per un periodo limitato. Per sconfiggerli in tempo, i giocatori dovranno cooperare e sfruttare il Cannuovo, una specifica arma in grado di sparare le uova d'oro e infliggere superdanni ai Salmonarchi. Restate inoltre in allerta, perché la modalità cooperativa ospiterà grandi eventi stagionali. Battezzati Big Run, questi ultimi vedranno i Salmonoidi invadere le città degli Inkling!

    Infine, ritorna in scena anche la Modalità Storia, che vedrà i giocatori di Splatoon 3 impegnati in un'avventura single player. Intitolata "Il Ritorno dei Mammiferiani", quest'ultima vedrà gli Inkling affrontare la minaccia degli Octariani nei panni di una recluta della rinomata Divisione Branchia. Il protagonista, "Numero 3", dovrà insinuarsi del territorio nemico e affrontarne l'esercito. Ad assisterlo in questa pericolosa missione, vi sarà Salmonello, una bizzarra creatura pronta ad accompagnare il combattente tra tranelli, puzzle e sparatorie a colpi d'inchiostro. La modalità Storia, come già accaduto nei precedenti capitoli, rappresenterà la via di accesso ideale al titolo, adempiendo anche al ruolo di tutorial.

    La vita a Splattonia

    Tra un match e l'altro, la community potrà testare le diverse armi presso il Poligono di Splattonia od osservare replay dettagliati dei propri match, con tanto di possibilità di attivare l'avanzamento veloce, saltare a momenti specifici della partita o rivivere l'intero scontro attraverso la visuale di un altro giocatore. Nella lobby di Splatoon 3 potremo inoltre interagire con gli ologrammi 3D dei nostri amici online. Spazio infine alla creatività con la Stanza degli Armadietti.

    Qui, ogni giocatore visualizzerà il suo armadietto esclusivo e quello dei giocatori con cui ha interagito di recente. Lo spazio può essere personalizzato con una promettente selezione di decorazioni, che potranno essere acquistate presso un'apposita boutique in-game: Misto Mare. Con i punti guadagnati durante i match, lo store consentirà inoltre di sbloccare ulteriori elementi di personalizzazione, tra pose di vittoria, targhette ed equipaggiamento stagionale. E non abbiate fretta di spendere le vostre risorse, perché il catalogo di Misto Mare si aggiornerà ogni tre mesi, per i prossimi due anni.

    Non dimenticate inoltre di fare un salto al Chiosco, per consumare gustosi pasti prima dei match più promettenti. Grazie ai manicaretti di Splattonia potrete infatti ottenere ricchi bonus al termine delle partite, tra doppi punti esperienza o maggiori ricompense nella valuta di gioco. Mentre riflettete su quale modalità di gioco testare, potete inoltre cimentarvi con la Photo Mode di Splatoon 3 o testare una novità decisamente promettente: la Splattanza!

    Con il terzo capitolo della serie, Nintendo ha infatti deciso di introdurre nel titolo un gioco spin-off a base di carte. Esattamente come fu il Gwent per The Witcher, la Splattanza metterà nelle mani del giocatore un mazzo di carte con il quale sfidare gli avversari in match 1v1. Questi ultimi riproducono con le carte le dinamiche delle Mischie Mollusche, in una bizzarra combinazione tra card-game e puzzle. Per diventare campioni di Splattanza, sarà possibile collezionare oltre 150 carte all'interno di Splatoon 3. Per mettere alla prova la propria abilità, a Splattonia attende un Dojo interamente dedicato al gioco.

    Che voto dai a: Splatoon 3

    Media Voto Utenti
    Voti: 5
    7
    nd