Star Wars Jedi: Survivor, la Forza è ancora potente in Cal Kestis

Analizziamo l'emozionante reveal trailer di Star Wars Jedi: Survivor, il sequel dell'apprezzata avventura di Cal Kestis del 2019.

Star Wars Jedi: Survivor, la Forza è ancora potente in Cal Kestis
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS5
  • Xbox Series X
  • "Dimmi, Cal Kestis... perché guidare chi non ti seguirà? Perché combattere se non puoi vincere? Qual è la tua prossima mossa... Jedi?". Il trailer di annuncio di Star Wars Jedi; Survivor è scandito dalle parole funeree e lapidarie del Grande Inquisitore. Colui che un tempo fu custode del sacro tempio di Coruscant, ora primo ufficiale di Darth Vader in persona, maestro del micidiale e agguerrito corpo d'Inquisizione.

    Con un avvincente e misterioso teaser pubblicato da EA in occasione della Star Wars Celebration, dunque, Respawn ha annunciato il tanto agognato sequel di Jedi Fallen Order (la nostra recensione di Star Wars Jedi Fallen Order non è di certo nell'Orlo Esterno), confermando di fatto gli innumerevoli leak diffusi negli ultimi mesi: sarà per l'appunto Star Wars: Jedi Survivor il titolo della prossima avventura dedicata al padawan perduto in fuga dalle grinfie dei tremendi Inquisitori. Ma cosa aspettarsi dalla galassia lontana lontana di Respawn? Parliamone un po'.

    Il viaggio continua

    Era chiaro sin dall'epilogo di Fallen Order che l'epopea del giovane Cal Kestis fosse tutt'altro che giunta al termine. Dopo essere scampato alla furia tremenda di Lord Vader e aver distrutto l'Holocron contenente l'ubicazione degli infanti sopravvissuti alla Purga Jedi, il giovane protagonista impersonato dall'attore Cameron Monaghan ha deciso di proseguire il suo viaggio insieme a Cere Junda e Greeze Dritus per combattere l'Impero e trovare gli altri Jedi sperduti nella Galassia.

    Ed era anche ovvio che, dopo aver sconfitto la Seconda e la Nona Sorella, il suo prossimo grande avversario non poteva che essere il loro leader: il Grande Inquisitore, mai apparso durante il gioco del 2019, sembra adesso consapevole dell'esistenza di Kestis e della sua pericolosità, ma al tempo stesso pare sicuro della potenza schiacciante del malvagio Impero Galattico.

    Sappiamo che Jedi Survivor sarà ambientato ben 5 anni dopo gli eventi di Fallen Order. Un arco temporale piuttosto lungo, nel quale immaginiamo che Cal e il suo equipaggio abbiano tentato di scovare altri Cavalieri Jedi miracolosamente sopravvissuti all'Ordine 66, o magari che si siano riuniti a Saw Guerrera per aiutare la Ribellione.

    Ricordiamo, infatti, che dovremmo trovarci più o meno nel 10 BBY (Before Battle of Yavin), e dunque nella stessa timeline della serie TV su Obi-Wan Kenobi: circa 10 anni dopo La vendetta dei Sith, ma qualche tempo prima gli eventi di Star Wars Rebels, Rogue One e Una nuova speranza. Siamo dunque nel pieno della Purga Jedi e del dominio degli Inquisitori, ma gli indizi provenienti dall'universo espanso e dal canone principale di Guerre Stellari ci permettono di fare qualche congettura. Sappiamo infatti che non c'è molto spazio di manovra perché il nostro eroe fronteggi altri Inquisitori, il cui destino è praticamente già segnato per via delle vicende narrate nei fumetti del franchise e in Rebels.

    D'altro canto non ci sembra possibile nemmeno uno scontro risolutivo con Vader in persona, fin troppo potente e legato alla trama del filone principale perché il suo apporto alla trama abbia delle vere conseguenze. Ecco perché, a tessere le fila del nuovo racconto, ci sarà il Grande Inquisitore. Sarà probabilmente lui ad ostacolare le mosse di Cal, probabilmente mettendogli alle calcagna alcuni nuovi servitori del Lato Oscuro.

    Tra canon e Legends

    Difatti, nel reveal trailer di Jedi Survivor, assistiamo al debutto di due personaggi inediti. Il primo è un Sith incappucciato, munito di spada laser rossa, ma del quale purtroppo non riusciamo a scorgere il volto. Difficile che si tratti di un Inquisitore, poiché sprovvisto dell'iconica corazza nera che contraddistingue lo speciale corpo d'élite di Vader.

    È dunque probabile che possa rivelarsi un altro misterioso seguace di Palpatine e Anakin, che sarà probabilmente il nemico principale dell'avventura e che la sua identità possa addirittura essere centrale ai fini della trama. L'individuo potrebbe inoltre essere collegato ad un altro comprimario inedito: un uomo dalla lunga chioma bianca, conservato all'interno di una vasca rigenerante. Difficile ipotizzare chi sia, ma immaginiamo che anche il suo ruolo possa essere cruciale per la prossima missione di Cal.

    La nostra teoria abbraccia alcune delle previsioni della community di Star Wars, seppure si tratti di ipotesi un po' azzardate: il Sith con il cappuccio potrebbe essere niente meno che Starkiller, il potentissimo protagonista de Il potere della Forza. Sappiamo che la storia di Galen non appartiene al nuovo canone targato Disney, ma il suo ricordo è tuttora scolpito nei cuori di tutto il fandom.

    Avrebbe senso, in effetti, che si tratti di lui, o comunque di una sua rivisitazione, riadattata apposta per il nuovo canone: con gli Inquisitori quasi del tutto fuori dai giochi, e con gli stessi Vader e Palpatine fin troppo subordinati alla saga madre, c'è bisogno di un nuovo avversario.

    L'esistenza di Starkiller potrebbe quindi venire a galla proprio in questa occasione, in quanto "arma segreta" di Anakin per fronteggiare la minaccia sempre più incombente di Cal. Ma potrebbe davvero funzionare la scelta di "canonizzare" un personaggio appartenente al filone Legends? Abbiamo già visto, con l'annuncio del remake di Knights of the Old Republic, che Lucasfilm non pare essere contraria allo sfruttamento di licenze appartenenti all'era pre-Disney.

    Certo, non abbiamo certezza che il nuovo KOTOR sia a tutti gli effetti canonico, ma la sua esistenza apre indubbiamente all'eventualità che Disney voglia pescare dal passato di Star Wars per adoperarsi in qualche oculato soft reboot.

    Gli stessi dubbi ci tormentano a proposito di colui che giace all'interno della vasca: sarà proprio lui il Sith incappucciato, alla fine? O sarà piuttosto un alleato di Cal Kestis? La capigliatura potrebbe indicare che si tratti di Taron Malicus, il Jedi Grigio che ha dato più di qualche grattacapo al protagonista su Dathomir, eppure l'individuo in questione sembra un po' troppo giovane.

    Che sia a sua volta collegato a Starkiller? Difficile che si tratti del leggendario Ram Kota, il Jedi cieco comparso in The Force Unleashed, vista la sua fisionomia decisamente poco anziana. Che si tratti di un Jedi o di un servitore del Lato Oscuro, comunque, siamo sicuri che il suo ruolo in Star Wars: Jedi Survivor sarà a dir poco sorprendente.

    La next gen secondo Respawn

    Ci sarà modo di ragionare meglio sulla formula ludica di Jedi Survivor, dalla quale ci aspettiamo una decisa evoluzione della convincente intelaiatura action di Fallen Order. Purtroppo, come recita la stessa scritta in sovrimpressione all'inizio del reveal trailer, le scene mostrate all'interno del video non corrispondono all'attuale gameplay del titolo.

    Il footage, proposto in una convincente CGI cinematica, ci permette però di saggiare l'impatto scenico della produzione, che a differenza del suo predecessore potrà contare sulla solidità delle macchine di nuova generazione (Star Wars Jedi Survivor non uscirà su PS4 e Xbox One). Sappiamo comunque che al lavoro sul gioco c'è il team veterano di Respawn Entertainment, composto dagli stessi creativi che hanno dato vita a Jedi: Fallen Order.

    Il game director Stig Asmussen, in un'intervista disponibile sul sito ufficiale Starwars.com, ha inoltre specificato che la tecnologia del motore grafico di Jedi Survivor spingerà particolarmente sul Ray Tracing. L'utilizzo di un comparto d'illuminazione in tempo reale, ha specificato Asmussen, sarà addirittura il fiore all'occhiello della produzione, e garantirà un fotorealismo mai visto prima nel parco titoli del team di sviluppo. Tale tecnologia, inoltre, permetterà agli artisti di Respawn di intervenire tempestivamente sulle eventuali operazioni di rifinitura.

    Insomma, come lascia intuire l'eccellente livello di dettaglio sfoggiato nel reveal trailer, Star Wars Jedi Survivor promette di inscenare quanto meno uno spettacolo visivo da non sottovalutare. Con l'uscita di Star Wars Jedi Survivor fissata per il 2023 su PlayStation 5, Xbox Series X|S e PC, d'altronde, non potrebbe essere altrimenti.

    Quanto attendi: Star Wars Jedi Survivor

    Hype
    Hype totali: 37
    85%
    nd