Super Mario 3D World: la furia di Bowser si risveglia su Nintendo Switch

Il primo grande gioco Switch del 2021 è la riedizione di Super Mario 3D World con l'aggiunta dell'espansione Bowser's Fury: ecco tutto quello che sappiamo.

Super Mario 3D World: la furia di Bowser si risveglia su Nintendo Switch
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Nintendo ha inaugurato il 2021 svelando al suo pubblico alcune delle novità che andranno ad arricchire la riedizione di Super Mario 3D World su Switch. Tramite un breve trailer di poco più di due minuti, l'azienda di Kyoto ha finalmente mostrato alcune sezioni di gameplay dell'espansione Bowser's Fury, un'avventura inedita che sembra stravolgere radicalmente l'impianto di gioco del platform in tre dimensioni. Scopriamo quali sono tutte le informazioni che è possibile ricavare dall'attenta analisi del trailer di Super Mario 3D World + Bowser's Fury.

    Super Mario 3D (Open) World

    Super Mario 3D World non è certo il primo titolo Wii U ad approdare su Switch. Nintendo ha abituato il suo pubblico a questo genere di porting e, sebbene i giochi ripescati direttamente dalla generazione precedente non presentino sostanziali migliorie grafiche o cambi radicali nel gameplay, tutte le remaster sono state accompagnate da aggiunte contenutistiche pensate per attirare l'attenzione dei giocatori già in possesso delle versioni originali.

    Bowser's Fury si inserisce proprio in questo filone e anche se non se ne conoscono i dettagli, è chiaro come questa espansione punti ad arricchire notevolmente l'esperienza base di 3D World. La progressione a telecamera fissa che accompagnava lo svolgimento dei livelli viene abbandonata in favore di un'inquadratura libera in grado di agevolare l'esplorazione di un'area ben più estesa. La novità che balza subito all'occhio di Bowser's Fury è infatti un'impostazione open world che si discosta radicalmente dall'episodio visto su Wii U e abbraccia la filosofia di game design alla base di Super Mario Odyssey (per approfondire vi rimandiamo alla recensione di Super Mario Odyssey). La classica World Map di 3D World, necessaria per accedere ai livelli che compongono i vari mondi di gioco, cede il posto a quella che sembra essere un'unica macro area liberamente esplorabile, un gigantesco sandbox che fa da teatro a tutta la nuova avventura.

    Nel filmato di presentazione si intravedono una grande varietà di situazioni e sfide da affrontare, che si pongono in continuità con il platforming assaporato nel gioco principale. Tornano quindi tutte le abilità appartenenti al moveset di Mario e compagni, con una rinnovata attenzione data alle possibilità offerte dal power-up di Mario Gatto.

    Il level design di ben più ampio respiro sembra chiaramente diviso in sezioni isolate tra di loro, raggiungibili però in qualsiasi istante attraversando rapidamente delle distese d'acqua sul dorso di Plessie, personaggio introdotto proprio nella prima versione di 3D World.

    La vasta gamma di scenari, tra cui spicca anche un'area completamente innevata, è accomunata dalla presenza di numerosi fari (probabilmente uno per ogni zona) che si stagliano all'orizzonte. L'obiettivo principale di Bowser's Fury potrebbe essere proprio quello di ripristinare queste strutture che appaiono tutte corrotte da una sorta di vernice scura che ne sovrasta la sommità.

    Tra Odyssey e Sunshine

    Ed è proprio la vernice a rappresentare un altro palese riferimento a uno storico capitolo dell'idraulico baffuto, ovvero Super Mario Sunshine. Gli sgargianti colori della pittura apparsa sull'episodio per Gamecube cedono il posto a un ben più inquietante materiale di colore nero che sembra aver corrotto tutta la zona di gioco, senza risparmiare né i suoi edifici né i suoi abitanti.

    Questa volta però in aiuto di Mario c'è proprio uno degli antagonisti di Sunshine, ovvero Bowser Jr. con il suo pennello. Utilizzabile sia in combattimento, sia per interagire con alcuni puzzle ambientali, non è ancora chiaro quale sarà l'effettivo ruolo del figlio dell'acerrimo nemico di Mario, ma sembra si tratti più di un assistente che di un personaggio giocabile a tutti gli effetti. Forse, proprio per integrare la modalità multiplayer anche all'interno di Bowser's Fury, un secondo giocatore potrà prendere il controllo di Bowser Jr. con delle meccaniche simili a quanto visto con Cappy in Super Mario Odyssey. Le analogie con il capitolo per Switch non finiscono certo qui e, osservando con attenzione, è possibile notare sparsi per il mondo di gioco dei collezionabili simili alle lune di energia.

    Non ci è dato ancora sapere quale sia la loro effettiva importanza all'interno dell'economia del gioco, ma vista l'animazione in cui si lancia Mario per festeggiarne il ritrovamento, è facile pensare che la raccolta di queste nuove stelle rappresenti uno dei motori principali del gameplay, proprio come assaporato negli altri capitoli open world della serie.

    In fondo, se la progressione lineare dei livelli della storia principale culminava nell'iconica scalata del palo della bandiera, la libera esplorazione dettata dall'open world si sposa perfettamente con la ricerca non guidata di elementi sparsi all'interno della mappa.

    La furia di Bowser

    È stato però il finale del trailer a cogliere tutti quanti di sorpresa, mostrando forse quella che è la novità più radicale all'interno di Bowser's Fury. Una volta riusciti a risvegliare Bowser, ora contaminato dalla stessa sostanza nera vista già in precedenza, lo scontro con il re dei Koopa raggiunge delle proporzioni a dir poco epiche. Quella che potrebbe essere la sfida finale di Bowser's Fury, o forse solo il primo incontro con l'antagonista di Mario, appare come una boss fight divisa in diverse sezioni.

    Dopo alcuni momenti di fuga, dove sarà richiesto al giocatore di esplorare nuovamente lo scenario sotto a una nuova luce, la battaglia vera e propria vede Mario ricorrere a una trasformazione inedita quanto inaspettata. Mario gatto cede infatti il posto a una versione gigantesca dell'idraulico in grado di rivaleggiare con la titanica imponenza di Bowser.

    Il trailer si interrompe proprio un attimo prima che la battaglia abbia inizio lasciando aperti tantissimi interrogativi. Da un lato sono evidenti i rimandi alla serie di Pokémon e alla meccanica del Dynamax introdotta in Spada e Scudo, ma dall'altro è difficile immaginare come questa novità venga integrata all'interno del gameplay del titolo.

    Resta comunque uno scenario imprevedibile, una novità assoluta per la serie: l'ennesima conferma che Bowser's Fury tenta di rinnovare radicalmente l'impianto di gioco proponendosi come vera e propria espansione a sé stante piuttosto che una semplice collezione di livelli aggiuntivi.

    Super Mario 3D World + Bowser's Fury Lo scontro tra "Mario Kaiju", un gigante dalle sembianze leonine, e Bowser è la degna conclusione di un trailer studiato nel minimo dettaglio. Una presentazione che senza scendere nel dettaglio e senza svelare troppo della sua offerta contenutistica ha saputo creare il giusto livello di interesse catturando lo sguardo di tutti i giocatori, anche degli utenti che hanno già giocato l'avventura su Wii U. Al netto di qualche perplessità, tra cui la durata complessiva dell'espansione appena presentata e l'implementazione del multiplayer online all'interno della campagna principale, Super Mario 3D World + Bowser's Fury è senza dubbio il titolo di punta di questo inizio 2021 su Switch. Per molti sarà l'occasione perfetta per scoprire un recente classico, per tutti gli altri le novità di Bowser's Fury potranno rappresentare lo stimolo necessario per ritornare su Super Mario 3D World.

    Che voto dai a: Super Mario 3D World + Bowser's Fury

    Media Voto Utenti
    Voti: 21
    8
    nd